Notizia

Pericolo di commozione cerebrale: far esaminare le collisioni sportive


Le commozioni cerebrali spesso non sono riconosciute
I medici avvertono che incidenti e cadute durante lo sport spesso non sono presi abbastanza sul serio. Tali incidenti possono spesso provocare commozione cerebrale. Questo non viene sempre diagnosticato correttamente, anche se i sintomi a volte possono durare per anni.

Gli atleti spesso non prendono gli incidenti abbastanza seriamente
Ogni anno in Germania vengono diagnosticate oltre 40.000 commozioni cerebrali. Tuttavia, il numero di casi non segnalati è significativamente più elevato. Come affermato in una comunicazione al Congresso tedesco di ortopedia e chirurgia del trauma 2015, gli atleti, soprattutto a scuola e negli sport ricreativi, spesso non prendono gli incidenti abbastanza seriamente. Tuttavia, cadute e collisioni possono provocare commozione cerebrale. Il mal di testa, l'oblio o l'umore depressivo causati da tali incidenti possono persistere per anni dopo.

"Proteggi la tua testa"
È quindi tanto più importante sapere come riconoscere una commozione cerebrale e cosa fare in caso di emergenza. Nell'ambito della campagna "Proteggi la tua testa" sono stati creati materiale informativo e un'app gratuita per tutti gli interessati. Dr. med. Axel Gänsslen, medico della Clinica Wolfsburg, ha spiegato: "Una commozione cerebrale è una lesione grave". Se non viene trattata correttamente, possono derivarne danni tardivi come emicrania o disturbi del movimento. I sintomi più comuni includono mal di testa, vertigini, nausea, dolore al collo, debolezza, affaticamento o visione offuscata. Solo il 10-30% delle persone colpite soffre di acuta perdita di memoria. Secondo l'esperto, un suggerimento potrebbe essere anche se la persona interessata tocca frequentemente la testa, la sostiene o ha uno sguardo vuoto.

Lesioni alla testa negli "sport di contatto"
Alla finale dell'ultima Coppa del Mondo in Brasile, molte persone sono state informate del fatto che tali lesioni possono verificarsi, soprattutto negli "sport di contatto", quando il tedesco Christoph Kramer è stato messo fuori combattimento. A quel tempo, gli esperti avevano avvertito delle conseguenze tardive delle lesioni alla testa nel calcio. Tutti i segni di commozione cerebrale sono riassunti nella "PocketCard" della Coppa del Mondo FIFA. L'anno scorso, gli scienziati hanno riportato un nuovo esame del sangue che potrebbe mostrare lesioni cerebrali.

Recupero di solito entro una settimana
Se la diagnosi di commozione cerebrale è confermata da un medico, ci vogliono almeno sei-dieci giorni per recuperare le cellule nervose. Durante questo periodo, gli stimoli esterni come musica, computer o apprendimento dovrebbero essere disattivati. I componenti più importanti della terapia sono il tempo e il riposo. Il trattamento farmacologico non è disponibile. "Poiché la persona interessata non percepisce il dolore o il gonfiore come una lesione dell'articolazione, spesso ci vuole molta persuasione per impedire agli atleti di tornare attivi troppo presto", afferma Gänsslen. Tuttavia, la previsione è generalmente buona. Quindi l'85% si riprende completamente entro una settimana. Se i sintomi persistono per più di 3-4 settimane, è necessario eseguire un esame neurologico, consiglia l'esperto.

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Misurare un segnale sinusoidale con loscilloscopio - Video 186 (Agosto 2020).