Notizia

Battuta d'arresto della poliomielite: nuovi casi di poliomielite


L'OMS riporta le prime malattie da poliomielite da anni
Battuta d'arresto nella lotta contro la poliomielite: come riportato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), due bambini in Ucraina hanno la poliomielite. Non ci sono stati casi in Europa da anni, quindi la malattia infettiva è stata ampiamente sradicata. Ora il virus deve essere contenuto il più rapidamente possibile attraverso una campagna di vaccinazione completa. Finora, solo la metà dei bambini in Ucraina è stata vaccinata.

Febbre, mal di testa e vomito sono i sintomi iniziali tipici
La cosiddetta "poliomielite" (med. Poliomielite, in breve: poliomielite) è una malattia altamente contagiosa che, secondo l'OMS, colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai cinque anni. La malattia infettiva è causata da poliovirus e porta a paralisi permanente in uno su 200 casi. Dal 5 al 10 percento muore perché anche i muscoli respiratori possono essere colpiti dalla paralisi. Il virus è principalmente fecale-orale, ad es. trasmesso attraverso acqua contaminata e si moltiplica nell'intestino. I primi sintomi sono febbre, affaticamento, mal di testa, vomito e torcicollo e dolori muscolari.

Obiettivo dell'OMS: eradicazione globale entro il 2018
Fino a poco tempo fa la polio era ampiamente superata. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) aveva già avviato il programma globale di eradicazione della poliomielite nel 1988 con l'obiettivo di tenere la malattia sotto controllo attraverso l'uso mondiale della vaccinazione contro la poliomielite. Negli anni seguenti è stato respinto così tanto che l'OMS ha formulato il piano per sradicare completamente la malattia entro il 2018. Ma la lotta contro la pericolosa malattia infettiva sembra più dura del previsto. Perché, come riferisce l'OMS, in Europa sono ora emersi due nuovi casi. In base a ciò, sono colpiti due bambini piccoli di quattro anni e dieci mesi dal sud-ovest dell'Ucraina.

Solo la metà dei bambini in Ucraina ha protezione dalle vaccinazioni
La poliomielite è stata finora incurabile, quindi solo la vaccinazione può offrire una protezione affidabile. Tuttavia, solo la metà dei bambini in Ucraina è stata vaccinata nel 2014, secondo le informazioni. "Questa è una battuta d'arresto", ha detto all'agenzia di stampa "dpa" il portavoce del centro di controllo della poliomielite dell'OMS, Oliver Rosenbauer. L'Ucraina ha il problema che le vaccinazioni sono diminuite drasticamente negli ultimi anni. "Molti hanno dubbi sulla sicurezza dei vaccini", ha detto l'esperto. Di conseguenza, oltre ai due bambini malati, ci sarebbe un numero sconosciuto di persone che potrebbero trasportare il virus e trasmetterlo.

Ora è una questione di contenimento rapido. Secondo Rosenbauer, questo è un piano realistico, perché “il virus non è così aggressivo. Ora si tratta di una campagna di vaccinazione rapida e completa ".
D'altra parte, ritiene improbabile che si diffonderà nei paesi vicini come la Polonia e la Slovacchia, dal momento che il tasso di vaccinazione è molto elevato. Complessivamente, secondo l'OMS, le probabilità di un'eradicazione completa della malattia sono ancora buone, perché finora solo 38 casi sono stati conosciuti in tutto il mondo quest'anno. Questi erano apparsi principalmente in Pakistan e in Afghanistan.

Se la malattia non viene superata, esiste il rischio di riacutizzazione
"Siamo più vicini che mai", ha detto Rosenbauer con fiducia. Ma non si dovrebbe perdere tempo perché le campagne di vaccinazione non possono essere proseguite con l'intensità attuale. Se l'obiettivo dell'eradicazione globale non viene raggiunto presto, la malattia potrebbe riaccendersi. Ciò significherebbe il portavoce del centro di controllo della poliomielite dopo circa 200.000 pazienti all'anno. "Dobbiamo fare il lavoro ora", dice.

Il rischio dell'introduzione di poliovirus deve essere preso sul serio
Secondo il Robert Koch Institute (RKI), la Germania ebbe l'ultimo caso di polio nel 1990, le ultime malattie importate da virus della polio selvatici dall'India e dall'Egitto furono registrate nel 1992. Tuttavia, "il rischio dell'introduzione di poliovirus in Germania da parte degli immigrati dall'Ucraina [.] Deve essere preso sul serio", riferisce attualmente la RKI. Poiché la maggior parte di quelli infetti non mostra sintomi, il virus può ancora essere secreto con le feci dopo settimane. Tuttavia, il rischio di diffusione del virus in questo paese è basso a causa dei tassi di vaccinazione contro la poliomielite sufficientemente elevati, secondo la RKI. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Aggiornamento del Sindaco sui casi Covid-19 del 27072020 (Agosto 2020).