Notizia

Ricercatore: ghiaccio che non si scioglie più


I ricercatori usano determinate proteine ​​per mantenere il ghiaccio solido più a lungo
Il gelato è uno dei dolci preferiti di grandi e piccini, soprattutto in estate. Ma quelli che non mangiano abbastanza in fretta rischiano le dita appiccicose e le macchie di ghiaccio gocciolante. Potrebbe finire presto. Perché i ricercatori scozzesi hanno apparentemente sviluppato un metodo che ha lo scopo di prevenire una rapida fusione. Secondo questo, una certa proteina può aiutare nella produzione che il ghiaccio non solo diventa più solido, ma anche più cremoso.

Il problema del gocciolamento potrebbe essere risolto al più tardi entro cinque anni
Che si tratti di limone, pistacchio o yogurt: quasi tutti amano il gelato, indipendentemente dal fatto che abbiano sei o sessant'anni. Ma quando ti godi il gelato, è importante essere veloci, soprattutto a temperature calde. Altrimenti, la salsa di cioccolato o fragole spesso si esaurisce dal waffle dopo pochi minuti e garantisce dita appiccicose e gocce sui vestiti. Ma come affermano ora gli scienziati scozzesi delle università di Edimburgo e Dundee, questo scenario ben noto potrebbe essere un ricordo del passato in 3-5 anni.

Le proteine ​​sono di origine naturale
Come riporta l'Università di Edimburgo, i ricercatori hanno scoperto una proteina naturale che fa sciogliere il ghiaccio meno rapidamente rispetto agli ingredienti convenzionali. Pertanto, il metodo funziona senza sostanze chimiche, poiché la proteina nota come "BsIA" è di origine naturale. "È stato divertente lavorare sull'applicabilità di una proteina che è stata originariamente identificata nei batteri per il suo uso pratico", ha detto il Dr. Nicola Stanley-Wall dell'Università di Dundee.

Ottima consistenza come con i gelati di lusso
È quindi un prodotto naturale che viene utilizzato, tra l'altro, nella fermentazione del cibo e ad es. è presente in molti piatti asiatici. Il "BsIA" funzionerebbe nel ghiaccio legando insieme le goccioline di grasso, le bolle d'aria e l'acqua. Di conseguenza, il gelato rimane più solido e non si scioglie più rapidamente di prima a temperature calde. Inoltre, i composti proteici non potrebbero più formare piccoli cristalli di ghiaccio. Invece, il nuovo metodo crea una consistenza fine e liscia "simile a quella dei gelati di lusso", continua il messaggio.

Grande potenziale di miglioramento della qualità
Per proteggere la loro idea, i ricercatori avevano già richiesto un brevetto per il nuovo processo. Secondo le loro stime, il gelato con le proteine ​​speciali potrebbe essere disponibile entro i prossimi 3-5 anni. "Siamo entusiasti del potenziale di questo nuovo ingrediente per migliorare il gelato, sia per i consumatori che per i produttori", ha dichiarato il professor Cait MacPhee dell'Università di Edimburgo. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Buco Nero di 1 mm VS pianeta Terra: ECCO COSA ACCADREBBE. (Agosto 2020).