Notizia

Conseguenze del volo: oltre un terzo dei bambini rifugiati è mentalmente stressato


"Cultura di benvenuto"? - I bambini rifugiati in Germania continuano a subire discriminazioni
In Germania sono attesi fino a un milione di rifugiati per l'intero anno. Una volta che hanno attraversato la guerra e lo sfollamento e dopo un viaggio pericoloso in Germania, spesso non sono adeguatamente curati qui. I bambini rifugiati in particolare soffrono delle conseguenze del volo.

Un terzo dei bambini è stressato mentalmente
Secondo un nuovo studio, i bambini rifugiati soffrono in particolare delle conseguenze di una fuga. Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa dpa, un esame di 100 bambini siriani nella caserma del Bayern a Monaco ha dimostrato che circa un terzo era mentalmente stressato. Un bambino su cinque ha sofferto di disturbo post traumatico da stress. "Questo è il primo studio rappresentativo di queste dimensioni che verrà condotto in Germania", ha detto Volker Mall, professore di pediatria sociale all'Università tecnica di Monaco, martedì.

I rifugiati subiscono discriminazioni in Germania
Secondo le informazioni, ogni bambino è stato esaminato due volte per tre ore da medici e psicologi madrelingua. "Il disturbo post traumatico da stress in particolare è una grande sfida per noi", ha detto Mall. Le esperienze di guerra e tortura nei loro paesi d'origine e il volo in Europa durato per mesi hanno messo a dura prova i bambini. Ma la situazione in Germania contribuisce anche allo stress psicologico in molti bambini. In questo paese hanno vissuto isolamento e discriminazione sociale. "Qui c'è chiaramente una mancanza di una cultura di benvenuto in Germania", ha sottolineato Mall. “Un grosso problema è il lungo soggiorno nelle strutture di accoglienza iniziali. Molti bambini rimangono in questi alloggi per 200 giorni - e questo deve cambiare! ”

I richiedenti asilo sono pazienti di seconda classe
Inoltre, lo studio attuale mostra che i bambini rifugiati soffrono più di malattie fisiche come carie e malattie respiratorie rispetto ad altri bambini in Germania. Una volta qui, hanno diritto a un'assistenza sanitaria minima, come criticato da anni da esperti. In passato associazioni mediche, enti di beneficenza, chiese e organizzazioni di rifugiati hanno esortato senza successo a includere i richiedenti asilo nell'assicurazione sanitaria obbligatoria. I rifugiati sono stati indicati come pazienti di seconda classe. Inoltre, ai bambini rifugiati mancano spesso importanti vaccinazioni. Ciò è stato anche dimostrato, tra le altre cose, dal grande scoppio del morbillo a Berlino alcuni mesi fa. Gli esperti sanitari all'epoca hanno sottolineato che, tra le altre cose, molti bambini siriani non sono stati più vaccinati a causa della guerra civile nella loro ex casa. Per motivi di sicurezza, alcuni pediatri a Berlino avevano consigliato di lasciare i bambini a casa per il morbillo.

Assistenza medica per i bambini rifugiati
Il professor Mall ora ha sostenuto di prestare maggiore attenzione ai bambini rifugiati: “I bambini cadono attraverso le reti in molti luoghi. Chiediamo una priorità più alta per la cura delle famiglie con bambini. ”Non si tratta di terapia psicoterapica intensiva per i bambini. Piuttosto, ci dovrebbe essere un servizio di consulenza facilmente accessibile per le famiglie per informarli su chi possono contattare in caso di problemi. L'assistenza medica per i bambini rifugiati sarà anche oggetto della conferenza annuale della Società tedesca per la medicina pediatrica e dell'adolescenza, che si svolge il inizia oggi a Monaco. Lì, 3.000 medici vengono informati sui nuovi risultati della ricerca e sulle opzioni terapeutiche per bambini e adolescenti. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: COSE LA COSCIENZA E PERCHE E IMPORTANTE? (Agosto 2020).