Notizia

Il presidente medico chiede una migliore assistenza sanitaria per i rifugiati


Ulrich Montgomery fa chiare richieste in politica
Migliaia di persone provenienti da stati di guerra e di crisi come la Libia, la Siria o la Somalia arrivano attualmente in Germania ogni giorno per trovare protezione contro la violenza, le persecuzioni e le condizioni disumane. Tuttavia, l'assistenza medica nei campi profughi non è sufficiente a causa della mancanza di medici. Di conseguenza, il rischio aumenta che le malattie infettive pericolose possano essere introdotte e diffuse ulteriormente. Di conseguenza, il presidente dell'Associazione medica tedesca chiede ora che i politici organizzino meglio l'assistenza sanitaria.

La cura dovrebbe essere distribuita su più spalle
A causa dell'inadeguata assistenza sanitaria nelle strutture per rifugiati, secondo il presidente dell'Associazione medica tedesca, Frank Ulrich Montgomery, i politici devono ora intervenire e migliorare la situazione. “L'offerta è fattibile se si sviluppa su molte spalle. Le autorità devono organizzarlo ”, ha detto Montgomery all'agenzia di stampa dpa. Un passo necessario, poiché molte persone provenienti dalle aree di guerra e di crisi porterebbero con sé la tubercolosi multi-resistente, alcune delle quali verrebbero solo allo scoppio di un focolaio, continua l'esperto.

"Prima di tutto, devi andare al centro di accoglienza con squadre mediche mobili", afferma il presidente del medico. Dopo le cure iniziali, le cure regolari dovrebbero aver luogo il più rapidamente possibile per le persone interessate. Ma al momento, le persone colpite non ricevono cure "tempestive" né vengono esaminate per la tubercolosi dopo il loro arrivo, le critiche. Inoltre, secondo Montgomery, ci sarebbe il fatto che "a causa del numero assoluto, attualmente non è garantita un'assistenza medica sufficiente per malattie infettive, malattie da carenza o lesioni lungo il percorso".

L'esame dovrebbe aver luogo entro tre giorni
"È insopportabile che un paese ricco come la Germania debba aspettare tre mesi per un esame legale per chiarire la tubercolosi infettiva ad alto rischio", ha detto Montgomery in un'intervista con "Hamburger Abendblatt". Di conseguenza, ogni rifugiato dovrebbe consultare un medico entro tre giorni. Tuttavia, sarebbero necessarie sufficienti cure mediche e squadre di intervento per cure adeguate, in modo da poter utilizzare sia i medici residenti che i medici ospedalieri e i medici in pensione.

“Non puoi semplicemente permettere alle persone nel paese di ghettizzarle e lasciarle senza cure mediche e sperare che tornino. Questo non è degno del nostro stato costituzionale ", ha detto Montgomery all '" Hamburger Abendblatt ". (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Testo Unico per la Sicurezza: la Sorveglianza Sanitaria (Agosto 2020).