Notizia

Morte per zucchine velenose dal giardino: ecco come si possono identificare micidiali sostanze amare


Avvelenamento da zucchine: come riconoscere la tossina
Dopo la morte di un 79enne del Baden-Württemberg, gli esperti hanno messo in guardia sul consumo di zucchine amare. Il pensionato era morto dopo aver mangiato zucchine coltivate in casa. I consumatori dovrebbero seguire alcune istruzioni di sicurezza.

L'uomo muore dopo essere stato avvelenato dalle zucchine
È stato annunciato pochi giorni fa che un pensionato di 79 anni di Heidenheim (Baden-Württemberg) è morto dopo aver mangiato un piatto di zucchine dal suo giardino. Secondo i resoconti dei media, la cucurbitacina di zucchine conteneva gravi intossicazioni alimentari che potrebbero essere fatali nel peggiore dei casi. L'Ufficio di Stato bavarese per la salute e la sicurezza alimentare (LGL) ha quindi messo in guardia dal mangiare zucchine dal sapore amaro. L'autorità ha anche annunciato che quest'estate in Baviera almeno cinque persone avevano ricevuto cure mediche dopo aver mangiato zucchine o zucche amare. Secondo un messaggio dell'agenzia di stampa della Dpa, l'avvelenamento da cucurbitacina è stato riscontrato in tutti i pazienti, ha detto l'ufficio. L'autorità non era a conoscenza di decessi. Il numero di casi non segnalati potrebbe essere più elevato, poiché i malati o i medici non associano ogni diarrea al consumo di zucchine o zucche amare. In un rapporto del "Süddeutsche Zeitung" (SZ.de), un esperto ha spiegato ciò che i consumatori devono fare attenzione per ora.

Le piante sono sotto stress
Maria Roth, che dirige l'Ufficio di indagine chimica e veterinaria a Stoccarda e ha esaminato le zucchine tossiche di Heidenheim, ha spiegato per la prima volta perché le zucchine possono contenere tossine quest'estate: molte piante producono sostanze amare per proteggere i loro frutti. Le piante di zucca come zucchine, cetrioli, meloni o zucche formano cucurbitacine tossiche. Tali sostanze amare sono state effettivamente prodotte dalle piante utili, ma se una pianta è sotto stress, può succedere che ricada in vecchi schemi e che le sostanze amare vengano riattivate. Il caldo duraturo di quest'estate è stato molto stressante per le piante, secondo l'esperto.

Il vomito è un riflesso protettivo salutare
Per questo motivo, le zucchine di Heidenheim avrebbero potuto essere velenose. Un'altra possibile causa è che il vicino ha usato semi con incroci che contenevano le sostanze amare. Ciò può accadere, ad esempio, quando le zucche ornamentali crescono vicino al giardino e i giardinieri dilettanti ottengono loro stessi i semi di zucchina e li seminano di nuovo l'anno prossimo. Pertanto, i consumatori dovrebbero acquistare semi freschi e certificati ogni anno. Se le sostanze amare della famiglia della zucca vengono consumate, attaccano il tratto gastrointestinale. Con quantità maggiori di solito devi vomitare. Il vomito è un riflesso protettivo sano, perché elimina le tossine. Altrimenti, attraversano il tratto digestivo e attaccano le pareti cellulari, che a volte possono essere pericolose per la vita. La signora Roth ha sottolineato che è stato anche il caso qui che la dose ha prodotto il veleno. L'uomo di Heidenheim aveva mangiato un'intera casseruola di zucchine.

Un semplice test aiuta
Tuttavia, c'è un pericolo non solo con le piante coltivate da soli, è consigliabile anche cautela con le verdure del supermercato. Con le piante sul campo, l'unico rischio è che siano stati utilizzati semi contaminati. Non devi buttare via le verdure raccolte in giardino. È facile scoprire se una zucchina è colpita o meno. Puoi chiaramente assaggiare le sostanze amare. E se provi solo una forchetta in un test come questo e sputi di nuovo le zucchine, non devi preoccuparti. Ma le persone che non hanno un senso del gusto funzionante dovrebbero fare attenzione. Dovresti chiedere aiuto agli altri.

Abbi fiducia nel senso del gusto
Le sostanze amare della famiglia della zucca sono particolarmente aggressive in alte concentrazioni, ma ci sono altri tipi di verdure che formano tossine. Ad esempio, i punti verdi nelle piante di belladonna come patate e pomodori contengono la debole tossina solanina. Tali aree dovrebbero pertanto essere eliminate. Questa sostanza può anche essere trovata in melanzane dure, non ancora completamente mature. Qui aiuta a tagliare la melanzana, salarla, aspettare un po 'e poi asciugarla. Questo estrae la solanina dalle melanzane, che puoi quindi consumare in sicurezza. I composti proteici tossici come la phasin si trovano anche nei fagioli crudi e nei ceci. Anche le piante domestiche che non sono destinate al consumo possono danneggiare la salute. Gli esperti sottolineano che molte piante da giardino sono velenose. Maria Roth ha concluso nella "SZ" che cucinare con fagioli e ceci aiuta contro il veleno, ma non con zucchine e zucche. Di conseguenza, il veleno viene conservato anche a fuoco alto. Secondo l'esperto, le persone devono fidarsi del proprio senso del gusto. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: ELIMINARE LE CIMICI (Agosto 2020).