Notizia

La rimozione del tatuaggio con acido cianidrico tossico è associata a gravi rischi per la salute


Se vuoi sbarazzarti dei tatuaggi indesiderati, vengono spesso rimossi con un trattamento laser. Come hanno scoperto gli scienziati in un nuovo studio, questo è associato a un rischio per la salute.

Acido cianidrico durante la rimozione del tatuaggio
Un recente sondaggio ha mostrato che non più del 15 percento dei tedeschi ha un tatuaggio. In altri paesi, tuttavia, ci sono molte più persone che scelgono decorazioni per la pelle. Con la crescente diffusione dei tatuaggi, aumenta la richiesta di rimuoverli. Ad esempio, i laser sono in circolazione da anni, con i quali i tatuaggi possono essere rimossi in modo pulito. Tuttavia, finora non sono stati forniti dati per valutare la sicurezza di vari metodi di rimozione. Come ha annunciato l'Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR), sono riusciti ad analizzare i prodotti di fissione derivanti dall'irradiazione laser a rubino del blu di ftalocianina contenente pigmento contenente rame. In particolare, si tratta di 1,2-benzenedicarbonitrile, benzonitrile, benzene e acido cianidrico.

"Siamo stati in grado di dimostrare per la prima volta che il trattamento laser di un pigmento del tatuaggio in sospensione acquosa crea sostanze in concentrazioni che sarebbero sufficientemente elevate da causare danni alle cellule della pelle", ha dichiarato il presidente del BfR Andreas Hensel.

Colori pericolosi
Secondo le informazioni, i possibili rischi possono variare a seconda delle dimensioni del tatuaggio, della concentrazione di pigmento, dell'area corporea, della dose di radiazione e della lunghezza d'onda del laser utilizzato. Gli scienziati, che hanno pubblicato i loro risultati nei rapporti scientifici, vedono ulteriori esigenze di ricerca. Gli esperti hanno sottolineato i rischi per la salute dei tatuaggi per anni. Ad esempio, l'anno scorso la Stiftung Warentest ha attirato l'attenzione sugli inchiostri per tatuaggi con ingredienti discutibili. Dal momento che è stato dimostrato che la rimozione solitamente dolorosa e costosa dei tatuaggi è anche dannosa per la salute, dovresti davvero pensare attentamente se scegli i gioielli per il corpo.

Effetti a lungo termine in gran parte poco chiari
I tatuaggi vengono spesso rimossi dai trattamenti laser. Gli scienziati stanno attualmente studiando il rischio di frammentazione del pigmento in componenti tossici o cancerogeni dopo la rimozione del tatuaggio. La natura dei possibili prodotti di degradazione chimica e i loro effetti a lungo termine dopo il rilascio e la distribuzione sistemica nel corpo umano sono in gran parte poco chiari. I dati sulla degradazione indotta dal laser dei pigmenti utilizzati nei prodotti per tatuaggi sono stati finora disponibili solo per alcuni coloranti azoici.

Mancano dati sul decadimento di molecole più resistenti alla luce come le ftalocianine. Secondo i ricercatori, non ci sono stati dati sulla sicurezza della ftalocianina di rame, nota anche come blu di ftalocianina, come agente tatuatore o sul suo comportamento di decadimento.

Rischio per la salute soprattutto con tatuaggi di grandi dimensioni
I laser a rubino sono spesso usati in dermatologia clinica per rimuovere i tatuaggi blu. Qui, il pigmento viene diviso per calore, a seconda della lunghezza d'onda. Lo studio BfR ha simulato la degradazione indotta dal laser e dipendente dalla temperatura della ftalocianina di rame a pigmento blu. Quindi tutti i prodotti di degradazione volatile sono stati determinati mediante separazione gascromatografica (GC) e successiva analisi spettrometrica di massa (MS).

Secondo le informazioni, l'acido cianidrico (HCN) è di particolare importanza tra tutti i composti generati dall'irradiazione laser a rubino della ftalocianina di rame a causa della loro forte citotossicità. Se le quantità di HCN rilevate dal BfR vengono trasferite alla situazione nel corpo umano (in vivo), concentrazioni di HCN fino a 30 microgrammi per millilitro potrebbero comportare un trattamento laser dei tessuti in determinati strati di tessuto. L'ingestione orale e l'inalazione sono i tipi più comuni di avvelenamento da cianuro, ma secondo il BfR sono stati descritti anche casi di problemi di salute dopo assorbimento attraverso la pelle. Gli scienziati ritengono che concentrazioni di pigmenti locali di circa 30 microgrammi per millilitro, che possono verificarsi in strati di tessuto ben perfusi, rappresentino un potenziale rischio per la salute. Soprattutto quando i tatuaggi estremamente grandi vengono irradiati.

Il successo non è garantito
Esistono attualmente diverse procedure di rimozione del tatuaggio, ma il loro successo non è garantito. Esistono fondamentalmente rischi per la salute come cicatrici e reazioni allergiche, come un'eruzione cutanea pruriginosa. Come hanno sottolineato gli esperti del BfR, la rimozione del laser può portare a prodotti di fissione tossici e sussiste il rischio di infezione quando l'area corrispondente della pelle viene rimossa chirurgicamente.

Già nel 2011, l'organismo di prova era stato informato di singoli casi in cui si erano verificati effetti indesiderati dopo l'uso di prodotti per la rimozione di tatuaggi liquidi. In alcuni casi, ci sono state gravi reazioni infiammatorie della pelle con cicatrici. Un articolo di revisione sulla valutazione tossicologica dei tatuaggi è stato recentemente pubblicato sulla rivista medica "The Lancet". (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: La mia prima SEDUTA di LASER TATTOO REMOVAL (Agosto 2020).