Notizia

Sempre meno ospedali curano sempre più pazienti in Germania


Meno ospedali nonostante il numero crescente di pazienti
Le critiche al sistema sanitario tedesco sono aumentate negli ultimi anni. Ciò dovrebbe essere stimolato dalle statistiche che sono state ora annunciate. Di conseguenza, il numero di ospedali in Germania sta diminuendo, nonostante il numero crescente di pazienti. Tuttavia, in media, i pazienti non rimangono in clinica così a lungo.

Meno ospedali - più pazienti
Solo poche settimane fa ci sono state critiche da parte dei protettori dei pazienti a causa dell'emergenza infermieristica a livello nazionale negli ospedali. In generale, sono aumentate le accuse secondo cui il sistema sanitario tedesco sta peggio. Inoltre, sempre più cliniche in Germania sono minacciate dal fallimento, come mostra il Rapporto di valutazione dell'ospedale 2015, che è stato recentemente pubblicato. Le critiche non dovrebbero essere molto più tranquille. Perché ora nuove statistiche mostrano che il numero di ospedali continua a diminuire, ma il numero di pazienti aumenta allo stesso tempo.

Numero crescente di pazienti a causa di cambiamenti demografici
Secondo un rapporto dell'agenzia di stampa della Dpa, l'Ufficio federale di statistica di Wiesbaden ha annunciato mercoledì che c'erano 1.980 cliniche l'anno scorso, 16 in meno rispetto al 2013. 20 anni fa - nel 1994 - c'erano 2.337 ospedali in tutta la nazione. Nel 2014, circa 19,1 milioni di pazienti ricoverati sono stati curati in tutto il paese. Era l'1,9 percento in più rispetto al 2013 e 3,6 milioni in più rispetto al 1994. Non sono le persone ma i cosiddetti casi di trattamento che vengono contati. Il crescente numero di pazienti è attribuito al cambiamento demografico dalla Fondazione tedesca per la protezione dei pazienti: "Ci sono sempre più persone anziane e quindi sempre le stesse", ha detto il membro del consiglio di fondazione Eugen Brysch all'agenzia di stampa tedesca.

Altre posizioni di personale completo nelle cliniche
Secondo le informazioni, lo scorso anno c'erano un totale di circa 875.900 posizioni di personale nelle cliniche. Poco meno di 151.000 di questi facevano parte del servizio medico, con un aumento del 2,5 percento rispetto all'anno precedente. 725.200 appartenevano al servizio non medico, con un aumento del 3,1 per cento rispetto all'anno precedente. Di questi, 318.800 erano nel servizio infermieristico (più lo 0,8 per cento). È anche positivo che il numero di posti letto non sia cambiato di molto rispetto all'anno precedente. Sono state 500.700 a livello nazionale l'anno scorso. Due decenni fa c'erano circa 618.000 letti d'ospedale in tutto il paese.

I pazienti sono in clinica per un periodo più breve
A quel tempo, i pazienti sono rimasti in ospedale per una media di 12 giorni, rispetto ai 7,4 giorni del 2014. L'occupazione del letto è diminuita contemporaneamente. Nel 1994, i letti erano occupati all'82,5 percento, rispetto al 77,4 percento dell'anno scorso. Quasi ogni secondo letto (48 percento) si trova in un ospedale finanziato con fondi pubblici, ad esempio un'autorità locale. Al 35% circa, ogni terzo letto è ospitato in una casa di organizzazioni indipendenti come chiese o enti di beneficenza. Il restante 18 percento dei letti si trova in cliniche gestite da privati. Le azioni sono cambiate solo in modo insignificante rispetto all'anno precedente. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Germania, italiani senza reddito rispediti a casa - Agorà 09102018 (Agosto 2020).