Notizia

Migliore QI della prole attraverso la somministrazione di iodio durante la gravidanza


Il quoziente di intelligenza del bambino aumenta con l'assunzione aggiuntiva di iodio durante la gravidanza
La carenza di iodio durante la gravidanza può portare a alterazioni irreversibili delle capacità cognitive della prole. Gli scienziati dell'Università di Birmingham hanno ora valutato i benefici dell'assunzione supplementare di iodio nelle donne in gravidanza in un'analisi modello completa e giungono alla conclusione che qui è possibile ottenere un miglioramento significativo delle capacità cognitive. Nelle donne con lieve carenza di iodio, il QI della prole viene significativamente aumentato assumendo iodio durante la gravidanza, i ricercatori guidati dal Prof. Tracy Roberts dell'Università di Birmingham nella rivista "The Lancet Diabetes and Endocrinology".

Nell'analisi del loro modello, gli scienziati hanno anche valutato l'assunzione aggiuntiva di iodio dal punto di vista dei costi e determinato il valore monetario di un ulteriore punto QI. Secondo i dati disponibili, i ricercatori hanno riferito che il miglioramento medio del QI di 1,22 punti era associato all'assunzione di iodio durante la gravidanza. Dal punto di vista del reddito successivo da solo, un significativo vantaggio in termini di costi derivante dall'assunzione di iodio potrebbe già essere derivato dagli studi valutati, scrivono il prof. Roberts e colleghi.

La carenza di iodio è la causa di menomazioni cognitive
La carenza di iodio in gravidanza è, secondo il co-autore Prof. Kate Jolly, "la causa più comune di disabilità prevenibile in tutto il mondo". Anche una leggera carenza di iodio durante la gravidanza è associata a un QI inferiore nei bambini. I ricercatori segnalano che un totale di 1,88 miliardi di persone in tutto il mondo vivono in 32 paesi noti per essere paesi con carenza di iodio. Sebbene la necessità di iodio aumenti durante la gravidanza e l'allattamento, spesso non ci sono raccomandazioni per l'integrazione di iodio nelle donne in gravidanza nei paesi colpiti. Il motivo è spesso il presunto alto costo dell'assunzione aggiuntiva di iodio. Ma anche dal punto di vista finanziario tutto parla per l'assunzione di iodio.

Il QI è aumentato di più di un punto in media
Nel valutare i dati, gli scienziati hanno scoperto che in media erano stati guadagnati 1,22 punti QI assumendo iodio, che è stato associato a un reddito più alto in seguito nella vita. Al contrario, sono stati sostenuti costi sanitari significativamente inferiori al valore aggiunto economico derivante dall'aumento del reddito. Inoltre, i risparmi nel settore sanitario sarebbero dovuti al miglioramento della salute dei giovani. Per il Regno Unito, è pertanto consigliabile una raccomandazione statale per l'assunzione aggiuntiva di iodio durante la gravidanza. Questo vale anche per gli altri paesi in cui la popolazione tende a soffrire di carenza di iodio. In questo modo è possibile ottenere un miglioramento delle capacità cognitive medie dei giovani, che in seguito pagheranno non solo a livello di reddito. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Sintomi della prima settimana di gravidanza (Agosto 2020).