Notizia

I destinatari di Hartz IV sono più malati dei lavoratori


I destinatari di Hartz IV valutano il loro stato di salute peggio di quelli che hanno un impiego

Quattro su dieci destinatari di Hartz IV credono che la loro salute sia fortemente limitata. Questo è stato il risultato di un sondaggio dell'Istituto per il mercato del lavoro e la ricerca professionale (IAB). È quindi qualcosa da aumentare come destinatari disoccupati di Hartz IV. Gli operatori sanitari sono meglio se non beneficiano di SGB II. Solo uno su cinque dei dipendenti ha dichiarato di soffrire di gravi restrizioni sanitarie.

Hartz IV ti fa star male? Lo studio IAB ha scoperto che il 45 percento dei maschi e il 38 percento delle donne che ricevono Hartz IV hanno gravi problemi di salute, hanno una disabilità ufficialmente riconosciuta o hanno fatto domanda per il riconoscimento di una disabilità. Questo valeva solo per il 19 percento della forza lavoro. Secondo i ricercatori del mercato del lavoro, le restrizioni sanitarie non devono necessariamente ostacolare l'occupazione.

Nel sondaggio, le differenze negli indicatori soggettivi come la soddisfazione della salute erano più pronunciate rispetto a quelli oggettivi (ad esempio una disabilità). Complessivamente, i destinatari di Hartz IV hanno nominato il 42% degli uomini e il 33% delle donne disturbi fisici molto più frequentemente delle restrizioni psicologiche (l'8% degli uomini e il 13% delle donne).

Gli esperti IAB sottolineano che i risultati dei loro studi non mostrano alcuna direzione di impatto. È possibile che la disoccupazione sia malata, così come una malattia ti rende bisognoso. Inoltre, altri fattori potrebbero svolgere un ruolo, come il comportamento sulla salute, che era molto diverso tra i partecipanti al sondaggio. Ad esempio, i destinatari di Hartz IV hanno indicato di essere più attenti alla salute quando lavoravano con l'alcol e si esercitavano quotidianamente, ma d'altra parte hanno anche affermato più spesso che fumano o non praticano affatto sport. Pertanto, i comportamenti sanitari rappresentano solo una piccola parte del peggioramento della salute, interpretano i ricercatori del mercato del lavoro.

"Nella pratica dell'inserimento lavorativo, lo stato di salute mediamente peggiore dei beneficiari può rappresentare un ostacolo al collocamento", riferiscono gli esperti IAB. Per questo motivo, consigliano "la creazione della migliore rete possibile tra attori della promozione della salute e della promozione del lavoro".

Per lo studio, un totale di 12.000 parenti di Hartz IV sono stati intervistati nell'ambito del gruppo "Mercato del lavoro e sicurezza sociale". L'età dei partecipanti variava dai 20 ai 64 anni. (Ag)

Immagine: Lucie Gerhardt / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro (Agosto 2020).