Notizia

Studio dell'OMS: prodotto fitosanitario glifosato molto probabilmente causa cancro


Gli esperti considerano i pesticidi potenzialmente cancerogeni
I prodotti fitosanitari contenenti il ​​principio attivo glifosato sono tra i prodotti di controllo delle infestanti più comunemente usati in tutto il mondo. Tuttavia, l'agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ha classificato il farmaco come "probabilmente cancerogeno". Ora le organizzazioni ambientaliste chiedono conseguenze immediate per prevenire danni alla salute. Perché i critici temono da tempo che il contatto con il pesticida oltre al cancro es. può anche causare disturbi ormonali e malformazioni.

Ampiamente usato nel settore privato sotto il nome di prodotto "Roundup"
Il glifosato è uno dei prodotti per la protezione delle colture più utilizzati ed è stato venduto in Germania per quattro decenni. Soprattutto in agricoltura, l'agente viene utilizzato su larga scala, per cui non viene utilizzato solo per controllare le erbacce prima o dopo la semina nei campi. Invece, gli agricoltori usano sempre più il pesticida poco prima del raccolto, perché il glifosato asciuga la pianta, consentendo così una pianificazione più precisa del tempo del raccolto. Viene anche usato privatamente con il nome di prodotto "Roundup" e funge da rimedio per un gran numero di proprietari di case e giardinieri di riparto.

Ma per anni, gli studi hanno ripetutamente dato indicazioni di un effetto dannoso sulla salute, quindi critici come Greenpeace o i Verdi chiedono da tempo un divieto. Forse presto con successo, perché dopo aver valutato diversi studi, l'agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ha classificato il prodotto come "probabilmente cancerogeno". L'agenzia, che appartiene all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), aveva già riferito sulla sua valutazione nella rivista specializzata "Lancet Oncology" a marzo. Ora ha pubblicato un nuovo rapporto mercoledì, con gli esperti che ne forniscono il motivo. Di conseguenza, gli studi sull'uomo avevano prove limitate e negli esperimenti sugli animali c'erano prove sufficienti che il glifosato causasse il cancro.

L'Istituto federale per la valutazione dei rischi ha recentemente valutato il glifosato innocuo
"Dopo una revisione sistematica e una valutazione delle prove scientifiche, la monografia ha classificato il glifosato come probabile cancerogeno per l'uomo (gruppo 2A)", ha affermato lo IARC. L'autorità dell'OMS contraddice quindi la valutazione di altre istituzioni, ad es. l'Istituto federale per la valutazione dei rischi (BfR). Nella sua ultima valutazione, quest'ultima è giunta alla conclusione che "secondo l'attuale situazione dei dati, se il glifosato è usato come previsto, non è possibile derivare alcun rischio cancerogeno per l'uomo." Tuttavia, la classificazione dello IARC è attualmente in fase di esame, secondo l'ultima comunicazione BfR. Un passo che è urgentemente necessario dal punto di vista del critico, perché "è irresponsabile classificare il glifosato come innocuo", ha detto l'esperto di pesticidi di BUND, Tomas Brückmann, all'agenzia di stampa "dpa".

Organizzazioni ambientaliste come Greenpeace o Naturschutzbund Deutschland stanno ora richiedendo conseguenze immediate: "Tutte le applicazioni in cui è molto probabile che le persone entrino in contatto diretto con il glifosato devono essere immediatamente sospese", ha affermato Christiane Huxdorff, esperta agricola di Greenpeace Germania. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Antonello Cresti: Fa male vedere Vasco Rossi che sponsorizza lapp immuni (Agosto 2020).