Notizia

Ricerca: la cannabis promuove la guarigione delle ossa


Studi: la cannabis garantisce una guarigione più rapida delle ossa
È noto da tempo che la marijuana non può essere utilizzata solo come intossicante, ma anche per il trattamento dei sintomi della malattia. I pazienti con dolore usano la cannabis per alleviare la loro sofferenza. Un nuovo studio ha ora scoperto che un ingrediente attivo contenuto nella pianta assicura che le ossa rotte guariscano più velocemente.

La marijuana è stata a lungo usata come medicina
La marijuana è stata utilizzata per scopi medici in vari paesi del mondo per anni. La sua efficacia è stata scientificamente dimostrata, tra l'altro, per la nausea e il vomito o per la cachessia, una malattia in cui l'estrema perdita di peso porta a un sottopeso estremo. Secondo gli esperti di salute, la "cannabis medica" potrebbe anche essere utile per i malati di cancro e di dolore, le persone con HIV e le persone con sclerosi multipla (SM) o malattie intestinali, inclusa la malattia di Crohn. Recentemente sono stati segnalati molti pazienti con dolore che sperano nel cannabidiolo (CBD). Secondo un nuovo studio, questa sostanza può anche aiutare a guarire meglio le ossa rotte. Potrebbe essere importante per il trattamento dell'osteoporosi in futuro.

La cannabis può curare le ossa rotte
In uno studio, gli scienziati israeliani hanno scoperto quello che inizialmente sembra "fumare erba fa bene alle ossa". Come hanno scoperto i ricercatori dell'Università di Tel Aviv e dell'Università Ebraica, un ingrediente attivo nella canapa accelera la guarigione delle ossa rotte. Di conseguenza, il cannabidiolo contenuto nel cannabidiolo (CBD) ha notevolmente migliorato il processo di guarigione delle ossa rotte. Secondo le informazioni, le ossa non solo guariscono più velocemente, ma sono anche più forti e più robuste in seguito. Questo significa anche che hanno meno probabilità di rompersi di nuovo. Contrariamente all'euforizzante THC contenuto anche nella cannabis, il CBD ha un effetto rilassante e sedativo. Quanto segue si applica alla canapa: più THC contiene, meno CBD può essere trovato.

Le ossa sono anche più robuste dopo il trattamento
Gli scienziati hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista "Journal of Bone and Mineral Research". I ricercatori hanno acquisito le loro conoscenze attraverso esperimenti con ratti. Avevano iniettato agli animali solo CBD o una combinazione di CBD e THC. È stato dimostrato che solo il cannabidiolo e non il THC favoriscono la crescita ossea. Secondo un rapporto di "n-tv.de", il leader dello studio Yankel Gabet ha dichiarato: "Abbiamo scoperto che solo il CBD rafforza le ossa durante il processo di guarigione". Inoltre ha spiegato: "Dopo il trattamento, l'osso guarito è più forte e più resistente alla rottura in futuro. "

L'ingrediente di canapa potrebbe aiutare con l'osteoporosi
Tuttavia, gli scienziati non hanno ancora una spiegazione dettagliata di come esattamente il CBD stimoli la crescita ossea. Tuttavia, presumono che ci siano recettori nel corpo umano che reagiscono al cannabinoide. "Reagiamo alla cannabis perché il nostro corpo ha recettori che possono essere attivati ​​dai componenti della pianta di canapa", ha detto Gabet. L'esperto ha concluso: "Il potenziale medico dei preparati a base di cannabinoidi non può essere negato". I ricercatori erano già stati in grado di dimostrare in studi precedenti che queste sostanze aiutano a stimolare la formazione ossea e ridurre la perdita ossea. All'epoca, conclusero che i farmaci a base di cannabinoidi potevano essere utili nel trattamento dell'osteoporosi e di altri disturbi ossei. Un motivo in più per legalizzare ulteriormente la cannabis come medicina. (anno Domini)

: NicoLeHe / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Coltivare cannabis sfidando lo Stato - Nemo - Nessuno Escluso 04052018 (Agosto 2020).