Notizia

La donna di 18 anni con infezione da HIV è stata senza terapia per anni - e senza sintomi


La diciottenne è senza sintomi dodici anni dopo la fine del trattamento per l'HIV
Un diciottenne nato con l'HIV non mostra più alcun segno di malattia dodici anni dopo la fine del trattamento medico. La giovane donna francese non è considerata guarita, ma sta bene anche senza medicine.

Le ragazze sono nate con l'infezione da HIV
Anche se le Nazioni Unite hanno recentemente annunciato un'inversione di tendenza che ci sono il 40 percento in meno di decessi per HIV in tutto il mondo, nonostante tutte le ricerche, la fine dell'epidemia di AIDS non è ancora in vista. Per decenni, la ricerca è stata condotta su come trattare la malattia da immunodeficienza da un punto di vista medico. Solo pochi mesi fa, scienziati degli Stati Uniti e della Germania hanno riferito che uno studio era riuscito a ridurre la carica virale nelle persone infette con terapia anticorpale. Il caso di una giovane donna francese potrebbe ora portare nuove preziose intuizioni nella lotta contro l'AIDS: il diciottenne, nato con l'HIV, non ha avuto sintomi da anni.

Dodici anni dopo la fine del trattamento senza sintomi
Come riporta l'agenzia di stampa AFP, la giovane donna francese con infezione da HIV non mostra segni di malattia dodici anni dopo l'interruzione del trattamento medico. Secondo uno studio presentato dal Paris Pasteur Institute di Vancouver (Canada) lunedì, la diciottenne non è stata considerata guarita, ma stava bene senza medicine. Secondo le informazioni, è il primo caso noto in tutto il mondo di un bambino con infezione da HIV, in cui è stata trovata una cosiddetta remissione a lungo termine, cioè l'assenza di sintomi della malattia.

La ragazza è stata infettata nell'utero o alla nascita
Secondo lo studio, la famiglia del bambino ha deciso di interrompere il trattamento all'età di sei anni. Come riportato, un "carica virale non rilevabile" fu trovata un anno dopo, quando avrebbe dovuto essere nuovamente trattata. I medici hanno quindi deciso di non continuare il trattamento con il bambino e di monitorare il bambino. Secondo gli scienziati, il caso potrebbe dimostrare che il trattamento immediato dopo l'infezione da HIV è essenziale. Si dice che la ragazza sia stata infettata nell'utero o alla nascita.

Non interrompere il trattamento dei pazienti
Secondo lo studio, il caso fa sperare in prospettive di trattamento precoce. Tuttavia, i ricercatori hanno anche sollecitato cautela nell'interpretazione dei risultati. In base a ciò, i medici inizialmente non dovrebbero consigliare ai loro pazienti di interrompere il trattamento. Anni fa, il caso di un bambino con infezione da HIV apparentemente sano negli Stati Uniti ha suscitato scalpore. Il figlio di una madre con infezione da HIV era diventato noto come la "ragazza del Mississippi". Dopo diversi mesi senza cure, è stato curato fino a quando non è stato nuovamente infettato dal virus. All'epoca, gli esperti parlavano di grande delusione per il bambino, la famiglia, i medici e tutte le ricerche sull'AIDS. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: COSÈ IL VIRUS HIV? #H3ACADEMY (Agosto 2020).