Notizia

Sano-cardiaco: deve essere trattata anche una lieve pressione alta


L'ipertensione lieve aumenta il rischio di malattie cardiovascolari
L'ipertensione spesso va avanti per anni senza alcun sintomo evidente, ma il rischio di gravi complicazioni per la salute è in costante aumento. Non è raro che le persone colpite soffrano di infarto o ictus improvvisamente. Anche lievi aumenti della pressione sanguigna possono aumentare significativamente il rischio qui, motivo per cui le contromisure terapeutiche dovrebbero essere prese anche con lieve ipertensione.

Di norma, i medici raccomandano un cambiamento nella dieta e nei programmi di esercizio fisico per abbassare la pressione sanguigna se la pressione sanguigna è leggermente elevata. Il peso in eccesso esistente deve essere ridotto, alcool e tabacco dovrebbero essere evitati se possibile. Se attuato in modo coerente, l'ipertensione lieve può spesso essere corretta con tali misure. Tuttavia, se i valori normali non possono essere raggiunti in questo modo, i farmaci con farmaci antiipertensivi devono essere considerati anche se ci sono lievi aumenti della pressione sanguigna. Gli studi attuali mostrano che anche un'ipertensione lieve di primo grado con valori di pressione arteriosa sistolica fino a 159 mmHg e valori diastolici fino a 99 mmHg comporta un aumentato rischio di infarto e ictus. Secondo la German Hypertension League, i metodi alternativi per abbassare la pressione sanguigna dovrebbero essere provati prima, ma in caso di dubbio, la terapia farmacologica non dovrebbe essere ritardata per non correre rischi inutili.

Lo stile di vita cambia il trattamento di scelta
Anche con un lieve aumento della pressione sanguigna, è necessario agire, poiché l'ipertensione lieve aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e morte prematura, secondo il professor Martin Hausberg, presidente del consiglio della Lega ipertensione tedesca e direttore della clinica medica I per medicina interna generale, nefrologia, reumatologia e Pneumologia all'ospedale cittadino di Karlsruhe. Poco dopo la diagnosi, secondo l'esperto, i cambiamenti nello stile di vita dovrebbero prima essere tentati di abbassare la pressione sanguigna. "I cambiamenti nello stile di vita sono la prima scelta per pazienti altrimenti sani; solo loro possono far scomparire una lieve ipertensione", afferma il professor Hausberg. Parte di questi cambiamenti dovrebbe includere, ad esempio, la riduzione dell'eccesso di peso, un'attività fisica regolare e una dieta sana con poco sale e molta frutta e verdura. La nicotina dovrebbe essere evitata e l'alcol dovrebbe essere consumato solo con moderazione. Spesso, la pressione sanguigna scende così tanto nei primi tre mesi dopo un cambiamento corrispondente che il trattamento non è necessario, sottolinea il medico.

Non esitare con la terapia farmacologica
Se il cambiamento dello stile di vita non porta a valori normali della pressione sanguigna entro tre mesi, l'esperto afferma che la terapia farmacologica non dovrebbe più essere utilizzata. Secondo la German Hypertension League, "effetti collaterali come vertigini, allergie o disturbi gastrointestinali possono verificarsi in tutti gli abbassatori della pressione sanguigna attualmente disponibili", ma il loro uso può ridurre significativamente il rischio di infarto o ictus nei pazienti ipertesi. In considerazione del rapporto rischio-beneficio, la Lega ipertensione tedesca giunge alla conclusione che è necessario il trattamento farmacologico dell'ipertensione lieve. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Webinar GIS4Plus, Novità in tema di ipertensione polmonare, Dott. A. Marra, 13022019 (Agosto 2020).