Notizia

Senza ingredienti di origine animale: vino soprattutto per i vegani


Nessun animale incluso: produzione di vino vegano in Germania
La nutrizione vegana è la tendenza. Sempre più persone scelgono una dieta che non richiede prodotti di origine animale. Questo non è spesso così facile, perché molti alimenti contengono ingredienti animali nascosti. Parti di bolle di pesce, gelatina o altre proteine ​​animali possono anche essere trovate nel vino. Ma alcuni viticoltori tedeschi stanno ora passando alla produzione vegana.

Molti alimenti contengono ingredienti animali nascosti
Sempre più persone in Germania vivono senza carne per motivi di salute, morali ed etici. I cibi vegani hanno da tempo lasciato la loro nicchia nel negozio di alimenti naturali e sono diventati "mainstream". Tuttavia, ciò di cui molte persone non sono a conoscenza: pane, vino o banane: il cibo spesso non è vegetariano o vegano. Ad esempio, c'è spesso caglio nel formaggio, che viene prodotto dallo stomaco dei polpacci. E nel vino a volte puoi trovare parti di bolle di pesce, gelatina o altre proteine ​​animali. Tuttavia, alcune cantine tedesche stanno ora passando alla produzione vegana. Alcuni pionieri hanno ostacoli speciali da superare.

Enoteca vegana aperta nel mezzo di una regione vinicola tedesca
Anche Tobias Franz e Marion Lohsse sono dei pionieri. Hai scelto potenti avversari, come la salsiccia. "Certo, inizialmente avevamo preoccupazioni e pensavamo che potesse essere un po 'presto", ha detto Marion Lohsse all'agenzia di stampa della Dpa. "Ci sono persone qui che evitano il cibo senza carne come l'acqua santa del diavolo." La coppia, a metà degli anni '40, ha recentemente aperto un'enoteca vegana a Magonza. Secondo quanto riferito da dpa, i due servono solo i loro ospiti nei piatti della Renania-Palatinato che non contengono prodotti di origine animale, come le uova. Inoltre, offrono solo vini vegani. A questo punto, si dice che l'irritazione a Magonza, che si trova nel mezzo di una regione vinicola, sia grande. È improbabile che la maggior parte dei bevitori occasionali sia consapevole del fatto che il vino potrebbe entrare in contatto con prodotti animali durante la produzione. Tobias Franz ha detto: "Non lo sapevo da molto tempo."

Per anni, puoi trovare "vegan" sulle bottiglie di vino
Tuttavia, uno sguardo più attento alle etichette dei vini in un supermercato ragionevolmente ben fornito sarebbe sufficiente in questi giorni. Molti viticoltori scrivono da tempo "vegani" sulle etichette delle loro bottiglie. “L'argomento ha ripreso slancio per cinque anni. Abbiamo sempre più domande su come certificarti ”, ha spiegato Ralph Dejas, amministratore delegato dell'associazione ecologica di vini Ecovin. Ci sono differenze nella produzione. I produttori di vino hanno usato prodotti animali per aiutare a chiarire il vino non vegano.

Proteine ​​della vescica di pesce o gelatina per la produzione di vino
“Per secoli, le proteine ​​sono state montate nel vino. Ciò lega le sostanze torbide, che poi si depositano in modo che il vino limpido possa essere prelevato ", afferma Paulin Köpfer, direttore operativo della cantina Wilhelm Zähringer di Baden, che è completamente vegana dal 2012. Ma è solo uno dei tanti in Germania. Secondo le informazioni, anche le proteine ​​della vescica di pesce o della gelatina possono aiutare a chiarire. E anche se nulla di tutto ciò potrà essere trovato in seguito nella bottiglia, un vino così chiarificato non è più potabile per i vegani ma anche per molte altre persone. Eppure vogliono anche vino. "Abbiamo effettuato test approfonditi per passare alle proteine ​​vegetali. Questi preferibilmente provengono da piselli o grano ", ha spiegato Köpfer. Hubertus Weinmann, capo della cantina Neumer di Rheinhessen, che è anche passato completamente alla produzione vegana, ha riferito qualcosa di simile. Questo ha anche altri effetti collaterali positivi. "C'erano due ragioni. Da un lato, ovviamente, la protezione degli animali. D'altra parte, la gelatina emana un odore un po 'ammuffito durante la produzione, che non è poi così buono ", ha detto Weinmann.

Non può esserci questione di arrendersi
Sebbene le persone più moderne siano ben consapevoli del fatto che i vegani non disprezzano il cibo, alcuni viticoltori sono preoccupati dall'immagine un po 'ascetica che i vegani hanno ancora in certi ambienti. Ecco perché la cantina Zähringer, ad esempio, utilizza informazioni discrete sulle bottiglie. "L'idea era che il vino come cibo di lusso non dovrebbe essere associato principalmente al fare a meno", ha spiegato Fabian Zähringer. Nel wine bar Gutenberger di Magonza non si può fare a meno di farlo. La lista dei vini è piena fino all'orlo. Alcuni abitanti del posto volgevano il naso alla prospettiva dell'insalata di uova vegana, ma il proprietario della casa provava piacere nella folla vegana. I suoi ospiti di solito mangiano abbastanza consapevolmente, il che include un moderato consumo di alcol. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: A LEZIONE di NUTRIZIONE: la mia visita dalla Dott. Michela De Petris (Agosto 2020).