Notizia

Dolore addominale dopo aver mangiato il pane: la presunta celiachia può anche avere altre cause


Intolleranza alimentare: la presunta celiachia può anche avere altre cause
Nei paesi industrializzati occidentali, fino all'1% della popolazione soffre di intolleranza al glutine (malattia celiaca). La gamma di alimenti senza glutine è aumentata in modo significativo negli ultimi anni. Tuttavia, gli esperti sottolineano che una presunta malattia celiaca può avere anche altre cause.

I reclami possono anche essere causati dalla sensibilità del grano
Se le persone soffrono di sintomi come un forte dolore addominale, mal di testa, diarrea, stanchezza o nausea e vomito dopo aver mangiato panini, pasta o altra pasta, molti pensano immediatamente alla celiachia (intolleranza al glutine o allergia al glutine). Fino all'uno per cento della popolazione nei paesi industrializzati soffre di questa speciale intolleranza alimentare, in cui il corpo non può tollerare il glutine. Tuttavia, la causa di tali lamentele può anche essere la sensibilità al grano. Lo ha sottolineato la Società tedesca per la gastroenterologia, le malattie digestive e metaboliche (DGVS) in un messaggio dell'agenzia di stampa dpa.

La diagnosi viene eseguita utilizzando procedure di esclusione
Alcuni mesi fa, gli scienziati della Clinica universitaria di Erlangen hanno riferito che c'erano nuove conoscenze sulla causa dell'intolleranza ai prodotti a base di grano. Di conseguenza, altre sostanze presenti nel grano, i cosiddetti polifuttani, possono causare sintomi che sono stati precedentemente attribuiti al glutine. Gli esperti della DGVS hanno spiegato che i medici diagnosticano la sensibilità del grano utilizzando il processo di esclusione. Secondo le informazioni, anche le proteine ​​dei cereali causano problemi alle persone colpite. Questi sono inibitori della tripsina amilasi (ATI).

Non è necessaria una dieta rigorosa
A differenza della celiachia, i pazienti non devono seguire una dieta rigorosa, ma "senza glutine" aiuta anche con la sensibilità al grano, come recentemente riportato dai medici della DGVS. Di conseguenza, di solito è sufficiente mangiare circa il 90 percento in meno di alimenti contenenti ATI. Gli ATI sono repellenti naturali per insetti che sono stati specificamente incrociati con grano e altri cereali ad alte prestazioni per ottenere rese più elevate. Come afferma l'attuale rapporto, alcuni tipi di grano come il farro contengono significativamente meno ATI e sono quindi meglio tollerati. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: ADDIO GONFIORE e PANCIA GONFIA se ELIMINI questi 9 ALIMENTI dalla tua DIETA (Agosto 2020).