Notizia

Lattosio: gelato, panna o latte condensato sono particolarmente ricchi di lattosio


Alcune persone sono sensibili al lattosio. Si lamentano di dolori addominali, stomaco gonfio e nausea. Tuttavia, ci sono prodotti lattiero-caseari che contengono meno lattosio. Ciò significa che le persone colpite non devono fare a meno di tutti i prodotti lattiero-caseari. Lo zucchero del latte è già ridotto in alcuni prodotti lattiero-caseari.

Gli alimenti senza lattosio sono di tendenza. Produttori e rivenditori offrono una gamma crescente di latte e prodotti lattiero-caseari da cui è stato rimosso il lattosio. Questo è utile per molte persone. Ma come fa un prodotto a diventare privo di lattosio e il prodotto è ancora equivalente in termini di qualità? Gli esperti alimentari di TÜV SÜD spiegano la tecnologia alla base dei prodotti senza lattosio.

Secondo gli esperti, il gelato, la panna, il latte condensato e il cioccolato al latte sono particolarmente ricchi di lattosio. Il formaggio a pasta dura, d'altra parte, contiene quasi nessun lattosio dopo il lungo processo di maturazione. Parte dello zucchero del latte è già stato scomposto in alcuni prodotti lattiero-caseari acidificati come yogurt e cagliata.

Con la loro offerta, molti produttori si sono affermati nel gruppo di consumatori che vogliono fare a meno del lattosio. Gli alimenti possono essere dichiarati privi di lattosio se contengono meno di 0,1 g di lattosio in 100 g di alimenti. Il lattosio nel prodotto viene scomposto da una fase di lavorazione aggiuntiva durante la produzione. A tale scopo, il normale latte di vacca viene miscelato con l'enzima lattattico frazionato, ottenuto da lievito o muffa, in modo tradizionale nel caseificio. Il lattosio è già scomposto in glucosio e galattosio nel latte.

Poiché il glucosio e il galattosio hanno un sapore più dolce dello zucchero del latte, anche il latte senza lattosio ha un sapore leggermente dolce. L'enzima viene quindi disattivato mediante riscaldamento e il latte viene pastorizzato contemporaneamente. Altri processi isolano il lattosio dal latte usando speciali filtri a membrana. Il latte allora senza lattosio è la materia prima per prodotti senza lattosio come yogurt, ricotta o mozzarella. "I preziosi ingredienti del latte, come il calcio e le proteine ​​del latte, rimangono inalterati da questo processo tecnologico", assicura il Dr. Andreas Daxenberger, esperto di prodotti alimentari presso il TÜV SÜD.

È anche importante per i consumatori che non tutti i prodotti lattiero-caseari naturali contengano la stessa quantità di lattosio. 100 ml di latte alimentare contengono circa 5 g di lattosio. Nei prodotti lattiero-caseari acidificati come yogurt, latticello o cagliata, i batteri già in gran parte abbattono lo zucchero del latte durante il processo di maturazione. Sebbene contengano ancora da 3 a 6 g per 100 g di lattosio, sono spesso ben tollerati in piccole quantità. Nel formaggio a pasta dura, il contenuto di lattosio alla fine del processo di maturazione è già inferiore a 0,1 g / 100 g. Il burro contiene in media solo circa 0,7 g di lattosio / 100 g. Gelato, panna, latte condensato e cioccolato al latte, tuttavia, sono solitamente molto ricchi di lattosio. I limiti di tolleranza per il lattosio sono molto diversi, anche in caso di intolleranza da persona a persona.

Anche i consumatori sensibili spesso non sono consapevoli che il latte in polvere contenente lattosio e il siero di latte dolce in polvere si trovano occasionalmente nell'elenco degli ingredienti per salsicce, prodotti da forno o pesto. Una dichiarazione "priva di lattosio" può essere utile qui perché il consumatore non si aspetterebbe normalmente lattosio in questi prodotti.

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: TECNICA BASE PER GELATI CREMOSI SENZA GELATIERA (Agosto 2020).