Notizia

Il rilascio di cannabis potrebbe essere turbo per una nuova industria biologica


Rilascio di cannabis come turbo per una nuova industria biologica
Monaco di Baviera - Anche la gamma dei partiti politici per il rilascio di cannabis sta diventando più ampia in Germania. Dal punto di vista economico, un nuovo settore biologico sta crescendo come una delicata pianta: "La svolta per i prodotti naturali della canapa arriva solo quando la discussione ideologica sul fumo è finita ", ha dichiarato il membro di Monaco del Bundestag Dieter Janecek (Bündnis 90 / Die Grünen) durante una discussione di gruppo all'inizio della fiera sulla cannabis" CannabisXXL "venerdì (10 luglio) nella Zenith Kunsthalle di Monaco.

La canapa è diventata una questione economica per Janecek, portavoce della politica economica per il suo gruppo parlamentare. Persino i ricercatori economici indicano possibili entrate IVA e imposte sul reddito fino a 3,5 miliardi di euro. Inoltre, ci sarebbero risparmi nella lotta contro la criminalità. Ecco perché Janecek sostiene la creazione di un mercato legale e regolamentato dallo stato per la cannabis come alimento di lusso. "La Baviera un tempo era un paese di canapa", ricorda il membro verde del Bundestag.

È fiducioso che l'industria si svilupperà: "Anche il presidente americano Barack Obama ritiene che la legalizzazione sia interessante". Janecek dubita fortemente dell'efficacia e della significatività della precedente politica di divieto.

Criminalizzazione fallita
“È tempo di ricominciare da capo nella politica sulle droghe. Decenni di criminalizzazione degli stoner sono falliti ", sottolinea il Prof. Dr. Peter Paul Gantzer, membro SPD del parlamento statale e membro del comitato interno. Il 95 percento del procedimento sarebbe chiuso, ma costava due miliardi di euro. "Dovremmo rilasciare cannabis", richiede SPD MdL. In un primo momento, dovrebbe essere determinato un importo uniforme a livello nazionale, che puoi possedere legalmente. "La polizia bavarese ha cose migliori da fare che arrestare le persone per sette grammi di cannabis in tasca", ha dichiarato il commissario onorario della polizia bavarese. "La legalizzazione funziona in Olanda, perché non anche con noi?"

FDP: CSU deve rinunciare a una posizione rigida
Il presidente della FDP di Monaco, Andreas Keck, ha rotto una lancia per il poliziotto ordinario: “I sostenitori dell'approvazione non dovrebbero far arrabbiare la polizia. Il capo della polizia è la politica. ”L'Unione, in particolare la CSU in Baviera, deve rinunciare alla sua posizione rigida. Recentemente il periodo di servizio di volo è stato a favore della legalizzazione, ha riferito l'amministratore delegato della Baviera Martin Hagen. La struttura bavarese è in corso di legalizzazione da novembre 2014 e il Partito federale da maggio 2015. Molti amici di partito hanno affermato che esistono problemi più importanti della cannabis. "Giustamente, perché è tempo di legalizzazione", ha detto Hagen.

"La politica di repressione è fallita completamente", afferma Andreas Vivarelli, coordinatore del gruppo di lavoro sulla politica in materia di droga e tossicodipendenza del Partito pirata tedesco. A suo avviso, i costi della politica di repressione sono in un rapporto da 7 a 3 rispetto ai costi della prevenzione. ”A suo avviso, la Germania è un paese in via di sviluppo quando si tratta di assistenza ai pazienti. "Al momento abbiamo circa 400 pazienti riconosciuti che hanno un permesso speciale." L'assicuratore non paga regolarmente i costi. In Germania, tuttavia, ci sono 15 milioni di pazienti con dolore a cui viene negato questo farmaco, ha detto Vivarelli.

Nessuna criminalizzazione dei pazienti con dolore
"La cannabis deve diventare l'assicurazione sanitaria standard per i malati di dolore", ha dichiarato Ulrich Leiner, membro bavarese del parlamento statale di B90 / Die Grünen. È insopportabile il modo in cui i pazienti vengono criminalizzati. Oliver Janich del "Partito della ragione" (PdV) vede i maggiori oppositori della liberalizzazione non solo in politica, ma anche nella mafia della droga e nell'industria farmaceutica. Il suo atteggiamento: “Ogni adulto ha il diritto di mangiare ciò che vuole.

"La polizia ha scandalizzato i piccoli bisogni personali dei proprietari di piantagioni", ha criticato Swen Kuboth (The Pirates). "L'arbitrarietà della polizia in Baviera non riguarda solo il divieto", afferma il giornalista di Berlino Michael Knodt. È fiducioso: "Gli argomenti per la legalizzazione sono noti, vengono gradualmente ascoltati".

Georg Wurth del tedesco Hanfverband (DHV) è di buon umore per quanto riguarda l'uscita: "Sempre più paesi stanno legalizzando, solo le parti dell'Unione sono sole in Germania". Nonostante la dura lotta delle autorità investigative, il coraggio è particolarmente grande in Baviera ”, ha osservato l'attivista della cannabis. Il DHV si sta adoperando per una regolamentazione del mercato legale e favorevole al consumatore per la cannabis di lusso - dalla produzione alla vendita con chiari requisiti di protezione dei giovani fino all'autocoltura. Christoph Rossner, capo del gruppo locale DHV di Memmingen, fa campagna per una "politica onesta ed educativa in materia di droga" da oltre 25 anni, poiché questo è l'unico modo per proteggere i giovani dagli abusi. Critica che la cannabis è proibita in Germania, anche se non è una pianta velenosa. Al contrario, le piante letalmente velenose sono legali.

Stella marcia il 21 agosto 2015 al parlamento statale
Wenzel Cerveny, promotore del referendum bavarese "Sì alla cannabis", ha annunciato che le 25.000 firme raccolte verranno presentate il 21 agosto 2015 durante una marcia stellare al Maximilianeum nel parlamento statale. (Pm)

Immagine: NicoLeHe / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Marylight Canapa Sativa Legale - Souls Dream (Agosto 2020).