Notizia

Importante epidemia di taglio cesareo in Brasile


In Brasile, la maggior parte delle donne partorisce i loro bambini con taglio cesareo - e quindi corre rischi elevati

In Brasile, ha prevalso una discutibile tendenza al parto: più di una donna su due partorisce un taglio cesareo pianificato. Sebbene non vi sia alcuna necessità medica, le donne incinte spesso scelgono questa opzione per paura del dolore di un parto naturale. Per molti non è chiaro che prendano rischi per la salute. Dopo un urgente appello dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il paese ora vuole tenere sotto controllo l '"epidemia di taglio cesareo" con nuovi regolamenti e misure mirate.

Il numero di cesarei che non sono necessari dal punto di vista medico è in aumento in tutto il mondo
Molte donne hanno tanta paura delle contrazioni e del processo di nascita che decidono contro un parto naturale. Danno alla luce il loro bambino con taglio cesareo in una data prestabilita in sala operatoria. Mentre in Germania la maggior parte dei bambini è ancora nata naturalmente, in paesi come il Brasile con il 55,6 percento delle nascite o la Repubblica Dominicana con il 56,4 percento della percentuale di parto cesareo. Secondo l'OMS, il numero di tagli cesarei che non sono necessari dal punto di vista medico è in aumento in tutto il mondo.

Secondo i dati dell'OMS, due terzi delle nascite avvengono in Germania, ovviamente, in circa un terzo i bambini nascono per taglio cesareo (2013: 31,8 per cento). Tuttavia, l'OMS raccomanda un tasso di taglio cesareo non superiore al 10-15%. Perché la procedura chirurgica è associata a rischi per la madre e il bambino. Ciò può comportare un'elevata perdita di sangue e lesioni ad altri organi dell'addome della donna, come la vescica o l'intestino. Il bambino può anche indossare lievi abrasioni o tagli dalla procedura.

Altre argomentazioni parlano del parto naturale: per una nascita normale, aumenta la concentrazione di ormoni dello stress nel sangue del bambino, che sono importanti per adattare il sistema circolatorio al mondo esterno all'utero. Il liquido amniotico viene anche espulso dai polmoni del bambino attraverso il processo di pressatura durante la nascita naturale. Dopo il parto cesareo, i bambini a volte hanno bisogno della respirazione artificiale.

Secondo il Ministero della Salute brasiliano, l'intervento aumenta fino al 120 percento il rischio di malattie respiratorie nei bambini. Il rischio che la madre muoia alla nascita è tre volte maggiore. "A causa di tutti i rischi che derivano da ogni operazione, dovrebbe sempre rimanere l'eccezione", ha detto l'esperta brasiliana dell'OMS Suzanne Serruya all'agenzia di stampa dpa. “I tagli cesarei possono salvare delle vite. Ma è scientificamente indiscusso che la nascita dovrebbe essere normale. "

Molte linee guida dell'OMS per le nascite naturali non sono seguite in Brasile
Per fermare l '"epidemia di cesareo", di cui si parla nei media brasiliani, qualcosa deve cambiare radicalmente. "La consegna naturale è particolarmente dolorosa e rischiosa in Brasile", afferma Carmen Simone Diniz, un medico che ha coordinato lo studio del 2014 "Nascer no Brasil" ("Nato in Brasile"), in un'intervista all'agenzia di stampa. Secondo Diniz, molte linee guida dell'OMS sulle nascite in Brasile non sarebbero state adottate. Quindi le donne non dovrebbero essere in grado di decidere da sole in quale posizione vogliono dare alla luce il loro bambino. Inoltre, era consuetudine dare alle madri in attesa l'ossitocina ormonale che promuove il travaglio, che tuttavia aumenta il dolore. Questo rende il taglio cesareo una "redenzione".

Serruya critica anche che le donne in gravidanza spesso non vengono informate dei rischi di un taglio cesareo. Spesso hanno pregiudizi sulla consegna naturale. Il taglio cesareo è quindi un "problema del sistema sanitario pubblico" in Brasile, ma anche una "questione specifica per la cultura".

Il Brasile vuole migliorare l'ostetricia
Gli interessi finanziari di medici e cliniche possono anche essere una ragione per la mancanza di chiarimenti sulla gravidanza. Poiché un taglio cesareo è più redditizio di un parto naturale, Etelvino Trindade, presidente dell'Associazione brasiliana di ginecologia e ostetricia, ha detto all'agenzia di stampa. Con gli appuntamenti con taglio cesareo programmati, che di solito sono in anticipo, l'ospedalizzazione può essere pianificata meglio. "Puoi farlo solo con un taglio cesareo". A lungo termine, tuttavia, l'elevato numero di interventi comporta costi elevati per il sistema sanitario e lo stato.

Il Brasile ora vuole contrastare la discutibile tendenza alla nascita con nuovi regolamenti e misure mirate. Il Ministro della Salute brasiliano, Arthur Chioro, ha riferito di un progetto pilota con oltre due dozzine di ospedali in cui l'ostetricia dovrebbe essere migliorata nel complesso. Da giugno, le compagnie di assicurazione sanitaria devono anche informare i loro assicurati sulla proporzione di parto cesareo effettuato da medici e ospedali. La speranza è di togliere la paura di un parto naturale alle donne in gravidanza. (Ag)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: 1942018. Dott. Sabina Bietolini. Alimentazione primi 1000 giorni. (Agosto 2020).