Notizia

Terapia minerale con sali di Schüßler


Terapia minerale con i sali di Schüßler

La terapia minerale con i sali di Schüßler ha già più di 100 anni e il Dr. Dr. Schüßler sull'ultima ricerca medica. Con l'arrivo della medicina antibiotica, basata sui dispositivi e infine basata sull'evidenza, gli agenti funzionali hanno gradualmente preso il loro posto nella naturopatia, che occupano ancora oggi. La richiesta di opzioni terapeutiche naturali personalizzate è in costante aumento in considerazione della crescente resistenza agli antibiotici e agli effetti collaterali di altri farmaci convenzionali. Soprattutto per il trattamento e l'auto-trattamento di piccoli disturbi, come infezioni da raffreddore, crampi muscolari, problemi della pelle, ma anche per la profilassi, metodi di terapia chiari ea basso rischio come la biochimica secondo il Dr. Schuessler, benvenuto.

Dr. Schüßler: ricerca tra omeopatia e patologia cellulare

I "sali di Schüßler" prendono il nome dal dottore tedesco Dr. med. Wilhelm Heinrich Schüßler (1821-1898), che inizialmente era molto interessato all'omeopatia, ma ben presto concentrò il suo lavoro di ricerca sui sali minerali inorganici (cioè privi di carbonio) e sulla loro importanza nell'organismo umano, in particolare nel metabolismo delle cellule. Ha seguito il principio del noto patologo cellulare Virchow, secondo il quale la malattia del corpo può essere equiparata alla malattia della cellula e il presupposto che la malattia deriva solo dalla perdita di sali minerali inorganici.

Dodici composti minerali per curare tutti i problemi operativi

La ricerca di Schüßler ha dimostrato che un totale di dodici "materiali operativi" (sali minerali) sono necessari per un funzionamento sano delle cellule, la cui distribuzione disturbata e usabilità nel corpo portano a malattie. Al contrario, il principio guida di Schüßler era quello "Le sostanze inorganiche rappresentate nel sangue e nei [...] tessuti sono sufficienti per curare tutte le malattie che sono curabili." ("Terapia minerale secondo il Dr. Schüßler", Unione omeopatica tedesca, edizione 2004). La selezione comprende tre composti di calcio, potassio e sodio, nonché un composto di ferro, magnesio e silicio, che Schüßler ha trasformato in agenti funzionali biochimici.

La cellula riceve l'impulso di riempire il deposito minerale

Al fine di evitare effetti collaterali indesiderati, i minerali sono potenziati, ad es. somministrato come diluizioni omeopatiche. I blocchi di utilizzazione devono essere rimossi dando alle cellule le informazioni per un maggiore assorbimento e dando così inizio alla (auto) guarigione dell'organismo. Quindi non vengono aggiunti i sali minerali stessi, ma l'impulso per un migliore utilizzo. A causa del potenziamento e del chiaro numero di farmaci (in contrasto con l'enorme arsenale) dell'omeopatia, Schüßler inizialmente descrisse la sua procedura come "terapia omeopatica abbreviata", ma in seguito la delimò più bruscamente come "terapia biochimica".

L'imbarazzo della scelta: quale significa e in quale forma?

Nell'autotrattamento, la scelta degli agenti funzionali viene solitamente effettuata in base ai registri pubblicati nei libri, in cui i minerali appropriati sono assegnati a determinati sintomi. Nella naturopatia, i naturopati determinano i sali in base alla loro funzione fisiologica nell'organismo, ma anche con l'aiuto della diagnostica del viso, della kinesiologia, dei test tensoriali e di altri metodi di misurazione bioenergetica.

I mezzi funzionali sviluppati da Schüßler sono stati finora ampliati per includere dodici sali minerali aggiuntivi. Nel frattempo, oltre al modulo tablet, sono anche disponibili singolarmente come gocce, globuli e per uso esterno come creme, gel e unguenti, dove dovrebbero svolgere attività mediche e cosmetiche. Alcune farmacie mescolano i sali richiesti individualmente in polvere, il che può rendere notevolmente più facile l'assunzione. Per curare la stimolazione del metabolismo, ad es. Come parte di una cura primaverile, esiste anche una preparazione complessa che contiene i dodici sali "originali" di Schüßler. (Dipl.Päd. Jeanette Viñals Stein, naturopata)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Le Terapie Naturali - Oligoelementi e Sali di Schüssler - Matteo Martini (Agosto 2020).