Notizia

Dipendenza: il grande rischio di dipendenza durante il gioco d'azzardo


Come il gioco d'azzardo diventa una dipendenza
La dipendenza dal gioco d'azzardo spesso inizia nelle slot machine del pub, mentre per gli altri, una visita al casinò porta alla dipendenza dal gioco. Non è raro che le persone colpite rubino tutto il loro patrimonio, debbano sostenere debiti e frodare i loro parenti. L'agenzia di stampa "dpa" ha parlato con la dipendenza e terapista sociale Ulf Weidig della dipendenza dal gioco d'azzardo e delle sue conseguenze fatali.

Il gioco d'azzardo può creare dipendenza in breve tempo
Quando Robert Fuchs (nome cambiato) stava cercando una distrazione all'età di 20 anni, suonò per la prima volta al bancomat del pub. Era poco e non era interessato a vincere in quel momento, disse all'agenzia di stampa. Il gioco d'azzardo gli ha dato altre idee, è stato distratto dal dolore della separazione. "Mi sono sentito impegnato lì. Non so più se ho vinto soldi ", afferma Fuchs. A quel tempo ha completato un apprendistato come impiegato industriale.

Per lui, la decisione di cercare distrazione nel gioco d'azzardo è stata fatale, ammette. "Sono diventato dipendente da esso quasi immediatamente." Il 40enne ha ora completato tre terapie. Diverse relazioni hanno rotto il gioco d'azzardo. "Nel corso degli anni, ho sprecato circa 200.000 euro", afferma Fuchs. Non riusciva a smettere di giocare. "Non mi sono fermato fino a quando i soldi sono finiti o il negozio chiuso." Nonostante un buon salario di circa 2.500 euro al mese, aveva costantemente bisogno di soldi. Quindi ha persino rubato il suo partner e il suo datore di lavoro. "Fuori, ero una persona degna di fiducia."

I tossicodipendenti di gioco non riguardano principalmente il denaro
Ma perché qualcuno gioca così tanto denaro? I tossicodipendenti del gioco d'azzardo non si occupano del denaro, ma piuttosto dell'esperienza, riferisce Weidig. “Vogliono provare la sensazione di felicità e l'illusione del controllo quando vincono. Stanno cercando il rilascio di dopamina che porta. " Il tossicodipendente e terapista sociale lavora nel centro per i disturbi della dipendenza presso l'Alexianian Bürgerhaushütte di Duisburg. "I tossicodipendenti del gioco d'azzardo credono che dopo i loro primi successi, devono solo giocare abbastanza spesso per fare un grande successo e ripagare tutti i debiti". In questo modo, le persone colpite aumentano la loro autostima e sopprimono i sentimenti negativi.

Weidig riferisce che i tossicodipendenti hanno spesso un'acuta mancanza di tempo e denaro. "Spesso nonostante un buon reddito e orari di lavoro regolari." Consiglia ai parenti di parlare direttamente con loro se, nonostante un buon salario, vogliono sempre prendere in prestito denaro, non sono quasi a casa o non rispettano gli accordi. "Non bisogna dimenticare che i tossicodipendenti sono sempre attori affascinanti che sanno mentire bene". Gli sbalzi d'umore erano anche uno dei segni tipici. "Puoi sicuramente paragonarlo ai tossicodipendenti: se i giocatori non possono giocare, diventano irrequieti".

La dipendenza dal gioco d'azzardo è spesso minimizzata dalle persone colpite
Molti tossicodipendenti di giochi d'azzardo banalizzano o sopprimono i loro problemi. "Il comportamento alla dipendenza domina generalmente la ragione, che è una caratteristica essenziale di tutte le dipendenze", spiega Weidig. Spesso è solo una crisi personale come la separazione o la perdita di lavoro che porta i tossicodipendenti a riconoscere la necessità di agire. È quindi importante che amici, familiari o partner prestino attenzione ai cambiamenti negativi e prendano posizione su di essi. "Le persone a loro vicine dovrebbero mostrare chiaramente le conseguenze per i tossicodipendenti", sa anche Fuchs. "In termini concreti, ciò significa, ad esempio: bloccare l'accesso a fondi condivisi, minacciando di uscire - e, in caso di dubbio, metterlo in pratica". I parenti non dovrebbero abbandonare il tossicodipendente. Ma il giocatore deve sentire che il suo comportamento ha conseguenze. “Se le minacce sono senza conseguenze, un tossicodipendente continua a giocare. Quindi non c'è motivo per cui si fermi. "

Non è raro che i parenti si indebitino a causa della dipendenza dal gioco perché devono contrarre prestiti. Sperano che il tossicodipendente di gioco smetta di giocare quando i prestiti vengono pagati. "Con i soldi, i parenti generalmente non supportano la persona amata, ma la parte che crea dipendenza dal gioco d'azzardo dell'essere umano", afferma il libro "Patological Gambling" del German Center for Addiction Issues (DHS).

La terapia può aiutare con la dipendenza da gioco d'azzardo
La terapia con conversazioni psicoterapiche e lavoro di gruppo può aiutare le persone colpite, sottolinea Weidig. "Quando si parla con altre persone colpite e senza gioco, la conoscenza del proprio problema spesso matura meglio", afferma il tossicodipendente e terapista sociale. Circa il 60 percento dei tossicodipendenti che usano questo tipo di terapia avrebbe buone probabilità di superare la propria dipendenza a lungo termine. Tuttavia, non esiste una cura, poiché la dipendenza da gioco d'azzardo è una malattia cronica. "Un obiettivo terapeutico realistico è l'astinenza soddisfatta e stabile", afferma Weidig.

Il DHS richiede un'implementazione coerente dei divieti di gioco per proteggere i tossicodipendenti. “Studi in patria e all'estero mostrano che vietare ai giocatori di proteggere efficacemente i giocatori patologici. Apprezzano la possibilità di autobloccarsi come un passo promettente sulla via del recupero. Sfortunatamente, i casinò sono stati finora riluttanti a rispettare il loro obbligo di bloccare quelli a rischio di dipendenza da gioco (divieto di terze parti) ", riportano gli esperti in un messaggio.

Circa 500.000 tossicodipendenti in Germania
Fuchs è ora gratuito. Fino ad allora, tuttavia, ha avuto diverse ricadute. Esclude un ritorno al lavoro quotidiano come impiegato industriale. "Il denaro è pericoloso per me, non posso gestirlo per gli altri." Ecco perché Fuchs si sta ora riqualificando nell'area sociale. Non è male per lui che al momento non ha risorse. "Tutti i debiti sono pagati, non manca nulla." Tuttavia, anche la sua dipendenza dal gioco d'azzardo farà parte della sua vita. È in terapia da quattro anni ed è astinente, ma non sarà mai guarito.

Circa 500.000 persone in Germania sono colpite dalla dipendenza dal gioco d'azzardo, come ha dimostrato uno studio sul gioco d'azzardo patologico e l'epidemiologia (PAGINA) nel 2011. La dipendenza è considerata un disturbo mentale. Secondo lo studio, altri 3,5 milioni di persone hanno almeno problemi di gioco. Secondo la ricerca, le slot machine pongono il maggior rischio di dipendenza. C'è anche un rischio con roulette, blackjack, poker e scommesse sportive. (Ag)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Intervista ad un giocatore dazzardo in recupero (Agosto 2020).