Notizia

Peste: l'epidemia medievale ha nuovamente ucciso persone


Il ragazzo di 16 anni è morto di peste negli Stati Uniti
La peste ha causato milioni di vittime nel Medioevo, ma oggi la malattia infettiva è ampiamente considerata come sradicata. Un'idea sbagliata, come dimostra l'attuale morte di un sedicenne negli Stati Uniti. Sebbene la peste sia diventata rara, nel 2013 783 infezioni, tra cui 126 morti, erano ancora registrate presso l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). La malattia può ancora verificarsi nelle moderne nazioni industrializzate come gli Stati Uniti.

Secondo quanto riportato dai media statunitensi, l'attuale morte per peste del ragazzo di Denver, in Colorado, è avvenuta l'8 giugno. Ma all'inizio non era chiaro di cosa fosse morto il sedicenne. Fu solo nel corso di ulteriori indagini che il batterio Yersinia pestis fu identificato come causa. L'anno scorso, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno riferito di un uomo in Colorado apparentemente infetto dal suo cane. L'infezione è stata poi trovata in altre tre persone intorno a lui, ha detto il CDC. Sebbene tutti e quattro i pazienti siano sopravvissuti all'infezione, le malattie hanno chiarito che si dovrebbe ancora prestare attenzione ai patogeni apparentemente estinti.

Fai attenzione ai segni di una malattia della peste
L'attuale caso del sedicenne Taylor Gaes di Denver è stato il motivo per cui le autorità sanitarie hanno adottato misure precauzionali complete per prevenire un'ulteriore diffusione. A tutti gli amici e conoscenti viene chiesto di riferire alle autorità se hanno avuto contatti con il ragazzo o la sua famiglia nelle ultime settimane, riferisce il canale di notizie statunitense "CBS". Inoltre, il dipartimento sanitario della contea di Larimer ha chiesto alla popolazione locale di prestare maggiore attenzione ai possibili sintomi della peste e di cercare cure mediche se necessario. L'OMS cita sintomi simil-influenzali come febbre, brividi, mal di testa, dolori muscolari, debolezza generale, nausea e vomito che compaiono dopo un periodo di incubazione da tre a sette giorni.

Sette infezioni da peste negli Stati Uniti ogni anno
L'ultima morte per un'infezione da peste è avvenuta nel New Mexico nel 2013, secondo la CBS. L'ultima morte della peste in Colorado è avvenuta nel 2004. A livello nazionale, il CDC riporta una media di sette infezioni da parassiti all'anno, con l'11% delle persone infette che non sopravvivono alla malattia. Esistono essenzialmente tre diverse forme di peste: peste bubbonica, peste polmonare e sepsi peste, tutte causate dal batterio Yersinia pestis. La trasmissione viene di solito effettuata da pulci che passano dai roditori infetti all'uomo. Fino ad oggi, la forma più comune di peste è la peste bubbonica, che porta a gonfiore doloroso dei linfonodi, che può anche essere visto esternamente. Secondo l'OMS, il Madagascar, la Repubblica democratica del Congo e il Perù sono stati i più colpiti dagli scoppi negli ultimi anni. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: LA MORTE NERA la grande peste del Trecento (Agosto 2020).