Notizia

Grassi trans: dove si nascondono gli acidi grassi pericolosi


Gli alimenti ad alto contenuto di grassi non fanno male solo alla figura. Se mangi troppo cibo malsano, hai dimostrato di danneggiare il tuo cuore, i vasi sanguigni, le articolazioni e il cervello. La causa sono i grassi trans nocivi. Per questo motivo, gli Stati Uniti ora vogliono dare il buon esempio e vietare i pericolosi acidi grassi. Perché l'obesità è particolarmente diffusa negli Stati. I grassi trans dovrebbero essere rimossi dal cibo nei prossimi tre anni. Non esiste una tale iniziativa legislativa in Germania. Non ci sono nemmeno limiti. Ad esempio, i consumatori stessi devono prestare attenzione a quali alimenti non danneggiano il corpo.

Patatine fritte, patatine fritte o biscotti
Gli esperti hanno avvertito per anni che i grassi trans rappresentano un pericolo per la salute di tutti i giorni. Gli acidi grassi insaturi hanno un effetto negativo sul livello di colesterolo e quindi promuovono lo sviluppo dell'arteriosclerosi e aumentano il rischio di malattia coronarica, infarto e ictus. Gli studi hanno anche dimostrato che i grassi trans sono congiuntamente responsabili di ipertensione, obesità, obesità e diabete. Secondo la ricerca, possono anche danneggiare i bambini non ancora nati. I grassi trans sono grassi induriti artificialmente che vengono prodotti, tra l'altro, durante l'indurimento industriale degli oli. Poiché il corpo non è in grado di elaborare i grassi trans, sono considerati ancora più dannosi degli acidi grassi saturi. Gli alimenti che contengono una quantità particolarmente grande di questi grassi includono prodotti da forno, in particolare quelli con pasta sfoglia, piatti pronti, cibi fritti come patatine fritte, patatine e biscotti. Per anni, gli esperti di salute hanno chiesto un approccio più coerente a tali grassi negli alimenti. Ad esempio, all'inizio dell'anno l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha sottolineato che milioni di persone sono morte in modo malsano in tutto il mondo e che questo numero potrebbe essere significativamente ridotto da misure quali il divieto di pubblicità su tabacco e alcol e la sostituzione dei grassi trans. Le autorità hanno ora preso provvedimenti negli Stati Uniti, dove i grassi trans devono essere scomparsi dal cibo entro tre anni.

Le autorità negli Stati Uniti sono diventate attive anni fa
La Food and Drug Administration americana ha giustificato il divieto affermando che gli acidi grassi insaturi non sono sicuri da mangiare. Secondo un rapporto dell'agenzia di stampa AFP, l'agenzia dovrebbe vietare le malattie coronariche e prevenire migliaia di attacchi di cuore ogni anno. Sebbene il consumo sia già diminuito in modo significativo, l'attuale livello costituisce ancora una minaccia per la salute pubblica e dal 2006 i produttori di alimenti negli Stati Uniti hanno dovuto indicare la percentuale di grassi trans nel rispettivo prodotto sulla confezione. Nel 2013, la FDA ha dichiarato che gli acidi grassi insaturi prodotti durante l'indurimento dell'olio vegetale non potevano essere considerati ingredienti "fondamentalmente più sicuri" per gli alimenti.

I grassi trans devono scomparire entro tre anni
I produttori devono ora rimuovere i grassi trans dai loro prodotti entro tre anni. Il loro uso negli alimenti è consentito solo in casi eccezionali con l'approvazione della FDA. Il capo della FDA Stephan Ostroff ha dichiarato: "L'azione della FDA contro questa importante fonte di grassi trans artificiali mostra l'impegno dell'agenzia per la salute del cuore di tutti gli americani." In Germania, i grassi trans devono essere dichiarati solo su alimenti soggetti alla regolamentazione dietetica, come Cibo per neonato. Ma ci sono anche riferimenti ai grassi su molti altri prodotti. Come riportato da "Zeit Online", il nutrizionista Antje Gahl della German Nutrition Society (DGE) ha affermato che i produttori possono identificare volontariamente i grassi trans in Germania. "Come consumatore, devo prestare attenzione al fatto che" grassi induriti "o" parzialmente induriti "compaiano tra gli ingredienti", afferma l'esperto. "In tal caso, so che contiene grassi trans, ma non in quale quantità." Tuttavia, i consumatori difficilmente possono scoprire se ci sono grassi trans negli alimenti non confezionati.

Nessuna misura pianificata in Germania
"Al massimo l'1 percento delle calorie consumate ogni giorno dovrebbe provenire da grassi trans", ha spiegato Walter Vetter dell'Istituto di chimica alimentare dell'Università di Hohenheim. "Copriamo già fino all'80% al giorno con prodotti lattiero-caseari, motivo per cui è consigliabile evitare cibi che contengono grassi trans." Questo è un valore guida e non un limite massimo ufficiale. Come scrive "Zeit", l'Istituto federale per la valutazione dei rischi non sta attualmente pianificando di agire di più contro i grassi trans, poiché la maggior parte delle persone in Germania non raggiunge nemmeno il limite di consumo. Altri paesi dell'UE sono più avanti. "La Danimarca è considerata una pioniera", ha spiegato il nutrizionista Stefan Lorkowski. "Dal 2003, il paese ha imposto un limite superiore legale del due percento per gli acidi grassi trans prodotti in modo industriale nel contenuto di grassi degli alimenti". Anche Austria, Ungheria, Islanda, Norvegia e Svizzera fissano limiti massimi. Tuttavia, gli ingredienti che possono sostituire i grassi trans sono spesso difficili. "In alternativa, friggere i piatti con oli vegetali anziché grassi induriti non è necessariamente più salutare", afferma Walter Vetter. Spesso le alternative contengono altre sostanze tossiche che causano danni in altri modi. Negli Stati Uniti, molti esperti apprezzano il divieto. "La campagna salverà migliaia di vite ogni anno", ha dichiarato Michael Jacobson del Center for Science in the Public Interest. Le aziende che desiderano continuare a utilizzare grassi trans nei propri prodotti dovranno richiedere l'autorizzazione della FDA in futuro e conformarsi alle rigide norme di sicurezza. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Digestione e assorbimento dei grassi alimentari (Agosto 2020).