Notizia

Due bambini su tre hanno disturbi gastrointestinali


L'indigestione è comune tra i bambini
Molti bambini soffrono di disturbi gastrointestinali, secondo i risultati di un sondaggio tra i genitori condotto dalla società elettorale per conto dell'Associazione federale delle associazioni dei farmacisti tedeschi (ABDA). Secondo l'ABDA, circa i due terzi dei bambini di età inferiore ai 12 anni hanno occasionalmente problemi gastrointestinali, con nausea, diarrea e mal di stomaco che sono i problemi digestivi più comuni.

Secondo gli ultimi risultati dell'indagine, solo un terzo dei bambini (36 percento) non è interessato da disturbi gastrointestinali. La maggior parte degli adolescenti, tuttavia, ha ripetuti problemi. Nell'indagine sui genitori condotta dall'istituto di sondaggio di forsa, quasi la metà dei genitori (44 per cento) ha dichiarato che il loro bambino occasionalmente soffriva di nausea e vomito (inclusa la malattia da viaggio). Un quarto dei bambini ha ripetuto la diarrea e circa il 20% occasionalmente soffre di mal di stomaco. Nell'ultimo anno l'istituto elettorale ha intervistato 460 genitori di bambini di età inferiore ai 12 anni. Sono state possibili risposte multiple ai reclami.

Molti genitori inizialmente fanno affidamento sui rimedi casalinghi
Nel caso di lamentele gastrointestinali dei bambini, secondo il presidente dell'ABDA Friedemann Schmidt, la maggior parte dei genitori "aspetta e vede se i sintomi migliorano da soli o cerca di aiutare il proprio bambino con i rimedi casalinghi". I bambini hanno anche farmaci da banco ben tollerati disponibili. "I farmacisti si assumono quindi molte responsabilità quando consigliano i loro genitori", continua Friedemann. Secondo il presidente dell'ABDA, ad esempio, ogni decimo bambino con mal di stomaco riceve farmaci da banco - senza una precedente visita medica. Per gli altri disturbi digestivi, l'automedicazione è leggermente più elevata. (Diarrea: 13 percento, costipazione: 11 percento).

L'automedicazione non è sempre appropriata
Tuttavia, secondo l'esperto, l'automedicazione non è sempre appropriata. Qui dipende anche dall'età dei bambini se i disturbi gastrointestinali possono essere trattati con l'automedicazione o se è appropriata una visita dal medico. Quindi la diarrea nei bambini fino a due anni deve essere sempre trattata da un medico, poiché ciò può facilmente portare a disidratazione interna (disidratazione). L'acuta mancanza di liquidi nei bambini può essere riconosciuta, ad esempio, dall'apatia o dalle guance e dagli occhi infossati. Pertanto, "è importante fornire ai bambini una soluzione elettrolitica in caso di diarrea", ha affermato l'ABDA. I rimedi casalinghi come "Cola con bastoncini di pretzel" non sono adatti qui perché contengono troppo zucchero, ma mancano sali importanti come il potassio. I limiti di età devono essere osservati anche durante l'automedicazione di altri disturbi gastrointestinali. Ad esempio, in un bambino di età inferiore ai sette anni che soffre di bruciore di stomaco o mal di stomaco, l'automedicazione senza una precedente visita medica non è raccomandata. Il limite di età per l'automedicazione per la costipazione è di sei anni, riferisce l'Associazione federale delle associazioni di farmacisti tedeschi. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Il Mio Medico - Disturbi intestinali: come riconoscerli? (Agosto 2020).