Notizia

Mito della sete: dobbiamo bere tanta acqua


Non c'è dubbio che il corpo umano abbia bisogno di liquidi sufficienti per rimanere in salute. Ciò che è controverso, tuttavia, è quanto dovresti davvero bere al giorno: è un litro o deve essere tre e puoi bere la giusta quantità in una volta? Gli esperti spiegano i miti sulla sete.

La perdita di liquidi porta a disturbi fisici e mentali
Esperti e laici hanno discusso a lungo sulla questione di quanta acqua sia veramente sana al giorno. È noto che la perdita di liquidi può portare a disturbi fisici e mentali. Ad esempio, le persone colpite possono avere difficoltà di concentrazione, secchezza delle fauci, stanchezza, perdita di appetito o costipazione. Ma quando la quantità di liquido è davvero troppo bassa? Puoi bere troppo? Posso bere la quantità raccomandata in una volta?

Compensa due litri e mezzo di perdita di liquidi al giorno
"Il limite inferiore assoluto è di un litro al giorno", ha spiegato Silke Restemeyer della German Nutrition Society (DGE) nella rivista per tablet dell '"Apotheken Umschau elixier". Secondo altri esperti, gli esseri umani espellono circa 2,5 litri di acqua al giorno attraverso la sudorazione e i processi metabolici. Per compensare la perdita, un adulto dovrebbe bere circa un litro e mezzo al giorno. La quantità rimanente di liquido viene assorbita dal cibo. In calore e quindi aumento della traspirazione, può ancora essere di tre litri o più.

Non bere tutto in una volta
Bere la quantità raccomandata rapidamente al mattino in modo da non doversi preoccupare sarebbe sbagliato. Soprattutto a temperature calde, durante lo sport o il lavoro fisico, il motto è non bere tutto in una volta. Altrimenti esiste il rischio che il contenuto di sodio nel sangue possa temporaneamente diminuire bruscamente. Inoltre, la memoria a breve termine può essere compromessa dall'astinenza liquida per diverse ore. Silke Restemeyer consiglia pertanto di tenere sempre a portata di mano una bottiglia d'acqua per compiti che richiedono un'alta concentrazione. Va anche tenuto presente che è anche possibile bere troppo. Secondo i medici, i pazienti affetti da patologie cardiache, renali ed epatiche, in particolare, devono stare attenti perché gli organi indeboliti sono sommersi da troppa acqua. Le persone colpite dovrebbero sicuramente chiarire con il proprio medico quanto dovrebbero consumare al giorno.

Le bevande calde si rinfrescano meglio
Soprattutto ora d'estate, molti si rinfrescano con bevande fredde. Questi sembrano essere il modo più rapido per placare la sete, ma in realtà lasciano solo diminuire la sensazione di sete. Non solo l'effetto di raffreddamento è più forte con le bevande calde, ma si evitano anche problemi di stomaco che possono insorgere con bevande fredde. Le bevande a base di caffeina, alcoliche e zucchero dovrebbero essere evitate. Acqua minerale e potabile, tè alle erbe e frutta non zuccherati e spritz di succo di frutta sono ideali per dissetarsi.

Presta attenzione alla tua sete
È anche interessante per gli atleti che gli studi hanno dimostrato che le pulsazioni e la pressione sanguigna si normalizzano più rapidamente a brevi intervalli di consumo. È anche scientificamente provato che il corpo umano può elaborare un massimo di un litro di liquido all'ora. L'assunzione deve quindi essere effettuata in piccole porzioni e ingoiate. In caso di dubbio, la tua sete è la migliore linea guida e può proteggerti in modo affidabile da una mancanza di liquidi, ha spiegato Restemeyer, esperto di DGE. Tuttavia, se questo diventa troppo grave, è meglio consultare un medico, perché potrebbe anche essere un sintomo del diabete. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Dott. Mozzi: Quanta acqua bere al giorno? (Agosto 2020).