Notizia

Benefici per la salute del digiuno del Ramadan


Benefici per la salute e svantaggi del digiuno del Ramadan Il digiuno durante il Ramadan è generalmente considerato salutare e può avere un effetto positivo sul corpo, ha spiegato l'Associazione dei centri culturali islamici (VKIZ). Tuttavia, coloro che stanno digiunando dovrebbero prestare particolare attenzione ai segnali dei loro corpi, poiché, a seconda della loro costituzione fisica, possono verificarsi problemi circolatori e un calo della pressione sanguigna, la German Nutrition Society (DGE) avverte.

Anche dal punto di vista medico, secondo il funzionario del dialogo VKIZ Erol Pürlü, sono stati dimostrati numerosi effetti positivi del digiuno. La Quaresima ha un effetto disintossicante sul corpo e può anche promuovere la resistenza, la pazienza e l'autocontrollo, ha affermato Pürlü. Contrariamente alla comprensione generale del digiuno, i musulmani non rinunciano completamente al cibo durante il Ramadan, ma usano le ore serali dopo il tramonto e il tempo prima dell'alba per fornire al corpo sostanze nutritive essenziali. Tuttavia, si consiglia cautela e le persone che sono già indebolite dovrebbero porre fine al digiuno ai primi segni di danno fisico e, se necessario, rimediare in un secondo momento, secondo il funzionario del dialogo VKIZ.

Le persone deboli dovrebbero smettere di digiunare Quando il digiuno consapevole "non dovrebbe mancare nulla al corpo", ha sottolineato Pürlü, l'agente di dialogo. Di norma, tuttavia, l'organismo si abitua molto rapidamente al nuovo ritmo di assunzione di cibo. Durante il Ramadan (nono mese del calendario lunare islamico), i musulmani devoti non devono mangiare e bere nulla dall'alba al tramonto. Nel 2011, il Ramadan cade nel periodo dal 1 ° agosto al 29 agosto del calendario gregoriano, che viene utilizzato oggi in tutto il mondo. Ogni giorno i devoti musulmani fanno senza cibo e bevande per circa 15 ore al giorno. Qui, i sintomi della stanchezza sono una delle menomazioni più comuni delle persone a digiuno dal pomeriggio in poi, riferisce l'agente di dialogo Pürlü. Sebbene la regola del digiuno del Ramadan si applichi in linea di principio a tutti i musulmani credenti dalla pubertà, le persone che sono già indebolite dovrebbero fare una pausa nei mesi estivi se possibile e recuperare il digiuno in seguito, ha spiegato Pürlü. Anche i bambini prima della pubertà verrebbero incoraggiati a digiunare il maggior numero possibile di giorni, ma non appena "il digiuno dovrebbe influenzare la propria salute o quella del bambino, il digiuno dovrebbe essere sospeso e recuperato in seguito", ha sottolineato l'agente di dialogo. Esenzioni comparabili si applicano anche ai malati, ai viaggiatori, alle donne incinte e alle madri che allattano, nonché agli anziani con cattive condizioni di salute.

Minacciati effetti collaterali della Quaresima Anche se il digiuno durante il Ramadan, a differenza della comprensione generale del termine "digiuno", non significa privazione permanente del cibo, la Società tedesca per la nutrizione avverte di possibili danni alla salute a causa del consumo significativamente ridotto di cibo e liquidi. A seconda della costituzione fisica, possono verificarsi effetti collaterali come "calo della pressione sanguigna, sonnolenza, stanchezza, mal di testa e vertigini", ha sottolineato l'esperta di DGE, Isabelle Keller. Inoltre, specialmente durante il digiuno nei mesi estivi, c'è il rischio di un calo dei livelli di zucchero nel sangue (basso livello di zucchero nel sangue) e di una mancanza di liquidi. Una mancanza generale di vitamine e minerali non è da temere, ha aggiunto l'esperto. Tuttavia, se ti prendi cura dei "nutrienti del corpo nel contesto di una dieta equilibrata con un'adeguata selezione di alimenti" la sera e la mattina al buio, puoi ridurre significativamente il rischio di problemi di salute dovuti al digiuno, continua Keller.

Il digiuno esagerato causa danni alla salute Il digiuno generale, che è spesso praticato come un tipo di dieta e generalmente non include l'assunzione di cibo per un certo periodo di tempo, è generalmente molto più critico secondo l'opinione degli esperti rispetto al cambiamento nell'assunzione di cibo in Ramadan. Ad esempio, un digiuno eccessivo aumenta il rischio di gotta, ha avvertito l'associazione professionale di reumatologi tedeschi in un comunicato stampa all'inizio di giugno. I cosiddetti diuretici (diuretici) di accompagnamento spesso usati, che hanno lo scopo di accelerare il risciacquo dell'acqua dal corpo umano per consentire una più rapida perdita di peso, devono essere valutati in modo particolarmente critico in termini di rischio di gotta, secondo l'associazione professionale dei reumatologi tedeschi. Pertanto, gli esperti sconsigliano fortemente il digiuno incontrollato con l'uso di diuretici e raccomandano invece di ridurre lentamente il peso in eccesso (al massimo da due a tre chili al mese). (Fp)

Immagine: Torsten Born / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: I Benefici Del Ramadan HD (Agosto 2020).