Notizia

Lettura mentale: gli scienziati riconoscono il linguaggio dalle onde cerebrali umane


I ricercatori tedeschi riconoscono il linguaggio dalle onde cerebrali
I ricercatori tedeschi sono stati in grado di ricostruire suoni, parole e intere frasi direttamente dalle onde cerebrali. In futuro, le persone con sindrome bloccata potrebbero consentire la "comunicazione linguistica", affermano gli scienziati. Ricercatori statunitensi sono giunti a conclusioni simili anni fa.

Ricostruite intere frasi dalle onde cerebrali
I ricercatori del Karlsruhe Institute of Technology (KIT) sono stati in grado di ricostruire suoni, parole e intere frasi direttamente dalle onde cerebrali. Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa dpa, sono stati valutati i dati sulle onde cerebrali di sette pazienti con epilessia negli Stati Uniti: mentre stavano parlando, una rete di elettrodi giaceva direttamente sulla corteccia cerebrale del cervello che era già stata esposta per il loro trattamento per l'epilessia. Secondo le informazioni, tali registrazioni specifiche non sono attualmente possibili con elettrodi posizionati sulla testa dall'esterno e quindi misurano l'attività elettrica del cervello.

"Guarda il cervello parlare"
La professoressa di informatica Tanja Schultz ha dichiarato: "Per la prima volta, possiamo osservare il cervello parlare". Ora gli scienziati possono praticamente vedere come il cervello pianifica il processo del linguaggio e quindi attivare i muscoli degli organi di articolazione usando i neuroni nella corteccia cerebrale prima che la lingua effettiva diventi udibile. Le attività sono state rese visibili con l'aiuto dei colori: "Maggiore è l'attività, più caldo è il colore", ha spiegato Schultz. I ricercatori pubblicano i loro risultati sulla rivista specializzata "Frontiers in Neuroscience".

Capire senza sentire
In precedenza, ai pazienti era stato chiesto di pronunciare alcuni testi, come un discorso dell'ex presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy o semplici filastrocche. All'inizio, gli scienziati non sapevano quali suoni venivano pronunciati e quando. Con l'aiuto delle onde cerebrali misurate, hanno creato database con prototipi di circa 50 suoni diversi. Quindi, sulla base di algoritmi, è stato possibile capire cosa si diceva basandosi esclusivamente sulle onde cerebrali. A tale scopo, i suoni vengono visualizzati nel contesto di parole e frasi intere. "Questo ci dà bellissimi risultati che sono ancora lontani dalla qualità del riconoscimento del parlato acustico in termini di qualità, ma sono significativamente migliori rispetto a se indovinassi", afferma Schultz.

Speranza per i pazienti con sindrome bloccata
Il piccolo database di soli sette pazienti, di cui è disponibile un massimo di cinque minuti di intervento, è stato finora un punto cruciale della ricerca quadriennale. Le analisi dovrebbero pertanto essere ampliate. Oltre a una migliore comprensione dei processi linguistici, si dice che il cosiddetto brain-to-text potrebbe anche essere "un elemento fondamentale per consentire ai pazienti bloccati di comunicare in futuro". Le persone con sindrome bloccata sono coscienti ma fisicamente quasi completamente paralizzate e quindi incapaci di farsi capire al mondo esterno, sia verbalmente che attraverso il movimento.

Questo rende possibile anche la lettura della mente?
Un team di ricerca statunitense guidato da Brian Pasley di Helen Wills Anni fa, il Neuroscience Institute dell'Università della California a Berkeley ottenne risultati simili ai suoi colleghi di Karlsruhe. Nel 2012, hanno riferito sul portale "PloS Biology" di essere in grado di riconoscere il linguaggio sentito usando le onde cerebrali. Hai anche acquisito le tue conoscenze in quel momento con l'aiuto di elettrodi posizionati nel cervello dei pazienti con epilessia. Gli scienziati hanno spiegato che anche se non tutte le parole fossero identificate con precisione, il riconoscimento vocale era chiaramente al di sopra di una probabilità prevista per caso. All'epoca, avevano indicato che era concepibile che un processo analogo potesse anche essere usato per ascoltare i pensieri. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: 6 Meditazione e onde cerebrali (Agosto 2020).