Notizia

Sbattendo contro l'eccesso di cibo e l'obesità


Sottile masticato: con "Fletchern" contro eccesso di cibo e sovrappeso

La parola "dieta" deriva dal greco ("diaita") e significa "stile di vita". Dal punto di vista della naturopatia, la perdita di peso sana e sostenibile inizia con la regolazione della digestione e del metabolismo, per cui oltre al cambiamento nel cibo, anche il cambiamento nel comportamento alimentare è molto importante. Tale cambiamento può essere concentrato nella masticazione e nella salivazione del cibo. Questo comportamento, che divenne molto popolare nei primi anni '20 come "Fletcherismo", può ancora essere trovato oggi, ad es. sotto il termine "Schmauen" (parola artificiale da "gusto" e "masticare") come parte dei concetti di terapia nella pratica naturopatica.

Fletchers come l'origine della dieta da masticare

Il fletching (anche: "Fletschern") va secondo la tradizione del dottore naturale Dr. A. Rosendorff al ricco americano Horace Fletcher, che si dice non fosse soddisfatto del suo stato di salute e di prestazione all'inizio del XX secolo come un uomo in sovrappeso di quarant'anni. Oltre a lamentele come stanchezza e stanchezza, disturbi del sonno e mancanza di appetito, il rifiuto di contrarre da una compagnia di assicurazioni sulla vita è stato decisivo per l'attenzione di Fletcher sulla sua salute. Dopo che varie cure in Europa non ebbero successo, iniziò a masticare e mordere con cura ogni boccone dei suoi pasti, seguendo il consiglio di un "vigoroso vecchio". Fletcher ha anche assaggiato e conservato alimenti liquidi, come l'acqua, consentiti solo tra i pasti, prima di deglutire.

20 kg di perdita di peso dopo quattro mesi di masticazione

Fletcher era meno preoccupato di eseguire un certo numero di movimenti di masticazione che di masticare e gustare il cibo con piena concentrazione, in modo che passasse attraverso lo stomaco solo in uno stato completamente liquido. Secondo il suo istinto, Fletcher inizialmente serviva pane, burro, patate, riso, verdure, carne e pesce, anche se si dice che il desiderio di sostanze irritanti come alcol, caffè, tè e carne sia diminuito con il miglioramento dello stato di salute.

Entro quattro mesi, il peso era sceso da 94 a 71 kg (con un'altezza di 167 cm). Si dice che Horace Fletcher si sia sentito sorprendentemente potente e vigoroso, sebbene in quel momento consumasse solo un terzo della quantità di cibo che le "autorità mediche" raccomandavano a un uomo della sua età e delle sue dimensioni. Ma in che modo la masticazione e la degustazione estese causano più energia con un'assunzione di cibo significativamente inferiore?

Masticazione lunga e gusto intenso per un utilizzo ottimale dei nutrienti

La digestione inizia in bocca. La masticazione viene dapprima utilizzata per la commutazione meccanica e poi chimica del cibo, per cui un enzima contenuto nella saliva assume la prima scissione dei carboidrati. Un processo di masticazione più lungo facilita l'ulteriore scissione nelle successive fasi di digestione.

Inoltre, anche prima di deglutire, le impressioni sensoriali, vale a dire l'odore e l'aspetto del cibo, ma soprattutto gli stimoli che vengono trasmessi attraverso le papille gustative durante la masticazione, agiscono sul nervo vago (sistema nervoso parasimpatico). Con questo, l'organismo passa da "attività" a "riposo e digestione", i movimenti dello stomaco e la produzione di succo gastrico ora iniziano il loro funzionamento. Il gusto intenso del "fletching" serve a preparare la digestione nello stomaco, dove il chime è ora ben miscelato e può essere suddiviso in modo ottimale. Inoltre, il cibo non rimane nello stomaco più a lungo del necessario, in modo da evitare l'allargamento gastrico (ptosi) e la fermentazione. L'obbligo di bere solo tra i pasti impedisce anche al succo gastrico di perdere la sua piena concentrazione a causa della diluizione e quindi di perdere forza nella digestione.

La saturazione è il segnale del corpo che ha ricevuto abbastanza cibo

Infine, la forma lenta e quasi meditativa di assunzione di cibo, che richiede un ambiente calmo e un tempo sufficiente, affina la percezione dei propri processi corporei, in modo che la sensazione di sazietà come segnale di sufficiente apporto di nutrienti possa essere riconosciuta in tempo utile e quindi non si verifichi nemmeno un eccesso di cibo. Per fare ciò, tuttavia, è necessario superare credenze e codici di condotta educati che rendono il cibo una priorità assoluta. O come Rosendorff cita come "motto" nel suo libro: "Le mandrie sanno quando andare a casa e poi lasciare l'erba; il non saggio, tuttavia, non sospetta mai le dimensioni del suo stomaco. ”(dopo Edda, Rosendorff 1964) (Pedagoga laureata Jeanette Viñals Stein, naturopata)

Letteratura:
Dr. med. Rosendorff: Nuovi risultati nel trattamento naturopatico, Turm-Verlag 1964

Interessante anche: Naturopatia: Sindrome da perdite intestinali
Candele per le orecchie: un sollievo per raffreddori e stress
Cosa fa un naturopata?

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Salute, 3 bambini su 10 sono obesi o in sovrappeso (Agosto 2020).