Notizia

Allergia ai pollini: le clip nasali aiutano contro la febbre da fieno


Un piccolo filtro sul naso riduce i sintomi di oltre il 50 percento
Quando la temperatura aumenta, milioni di persone soffrono di allergia ai pollini come ogni anno. Le lamentele tipiche come naso che cola, starnuti e occhi arrossati possono spesso essere alleviate da comprovati rimedi casalinghi per la febbre da fieno o farmaci. Tuttavia, gli antistaminici a volte possono portare a effetti collaterali spiacevoli come forte affaticamento, mal di testa o vertigini. Un "filtro nasale" di nuova concezione potrebbe offrire una nuova alternativa, perché si dice che minimizzi significativamente i reclami.

La clip per naso funziona come un filtro e respinge il polline
Una clip per il naso come rimedio per la febbre da fieno? Ciò che suona inizialmente strano potrebbe essere un aiuto efficace per le persone con allergie ai dissuasori in futuro. Come riporta l'Università danese dell'Aahaus, uno studio recente ha dimostrato che i sintomi possono essere ridotti di oltre il 50% in questo modo. I risultati sono stati recentemente presentati al congresso annuale dell '"Accademia europea di allergia e immunologia clinica" (EAACI) a Barcellona.

Per l'esame, il team di scienziati guidato da Torben Sigsgaard e Peter Sinkjaer Kenney dell'Università di Aahaus ha esaminato un totale di 65 soggetti allergici che indossavano una speciale clip per naso per due giorni ciascuno. Fondamentalmente, funziona come un filtro, in quanto una treccia quasi trasparente impedisce al polline di entrare nel naso, ma non è particolarmente difficile respirare.

I soggetti con un filtro funzionale subiscono una significativa riduzione dei reclami
In precedenza, i ricercatori avevano diviso i partecipanti in due gruppi, uno con una staffa funzionale e l'altro con una parentesi inefficace. Nei due giorni successivi, Torben Sigsgaard e il suo team hanno ora osservato fino a che punto i classici sintomi della febbre da fieno come naso che cola costantemente, starnuti costanti o arrossati, bruciore agli occhi si sono verificati nei soggetti del test e hanno anche documentato il loro umore. Gli scienziati hanno raggiunto un risultato significativo perché coloro che indossavano un tutore funzionante stavano significativamente meglio rispetto a quelli con un placebo senza filtro.

Particolarmente efficace come misura preventiva
"Il filtro nasale ha ridotto di oltre la metà i sintomi più comuni di febbre da fieno come starnuti, naso che cola e lacrimazione", ha affermato il professor Torben Sigsgaard nel rapporto dell'Università di Aarhaus. La clip si è dimostrata particolarmente efficace come misura preventiva: “Se i partecipanti hanno iniziato a usare il filtro prima dell'inizio dei sintomi, gli effetti erano ancora più chiari. Consideriamo questo come un'indicazione di un effetto preventivo del filtro nasale ”, spiega Sigsgaard. Chiunque avesse usato il piccolo strumento come misura preventiva era quindi libero da sintomi come starnuti e lacrimazione per tutto il giorno. Dopotutto, c'è stata una riduzione dell'84% dei nasi che colavano rispetto al gruppo placebo. Il miglioramento dei reclami derivanti dall'uso delle parentesi quadre è quindi maggiore di quelli ottenuti in studi simili in materia di trattamenti medici, afferma il messaggio.

"Inoltre, i partecipanti con i filtri nasali funzionali non si sono sentiti male in generale, anche se il contenuto di polline nell'aria era significativamente più alto il secondo giorno rispetto al primo", spiega Peter Sinkjaer Kenney. Ciò indica "che i benefici del filtro antipolline stanno migliorando con l'aumentare del polline nell'aria". Inoltre, è stato dimostrato che il tutore era apparentemente in grado di ridurre la fatica di oltre il 50% rispetto al gruppo placebo.

"Questo è interessante perché la sonnolenza è uno degli effetti collaterali più noti di alcuni antistaminici comunemente usati e l'allergia stessa può anche causare affaticamento", ha detto Sigsgaard. Di conseguenza, "effetto di risveglio" potrebbe significare il maggior valore aggiunto del filtro nasale per molti malati, ma non è ancora chiaro quando sarà disponibile per l'acquisto. In precedenza, un altro studio con più di 1000 soggetti allergici dovrebbe fornire nuove informazioni sulla facilità d'uso della clip. Secondo i ricercatori, questi sarebbero presto stati pubblicati sulla rivista "Journal of Allergy and Clinical Immunology". (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Come trattare unallergia? (Agosto 2020).