Notizia

Il tessuto ovarico precedentemente rimosso aiuta le donne ad avere figli


Incinta nonostante la chemioterapia: l'ovaio rimosso dall'infanzia aiuta il bambino
In molti casi, quando i malati di cancro ricevono la chemioterapia, il trattamento rende sterili le donne. Come mostra un caso dal Belgio, prendere il tessuto ovarico prima della pubertà potrebbe essere una via d'uscita da questo problema.

La chemioterapia spesso ti rende sterile
La chemioterapia nei pazienti oncologici spesso rende le donne sterili. L'agenzia di stampa dpa riferisce di una possibile via d'uscita da questo problema: molti anni dopo, una donna in Belgio aiutò a rimuovere il tessuto ovarico per dare alla luce un bambino. I medici riportano questo caso unico sulla rivista "Human Reproduction". Sebbene la procedura in cui le donne prendono il tessuto ovarico come precauzione dopo la chemioterapia sia stata reintrodotta e sia quindi resa nuovamente fertile, non è nuova. Tuttavia, la rimozione precoce del tessuto è insolita.

All'età di 13 anni, ovaia destra destra rimossa e congelata
Come riportato nel rapporto, il paziente era malato di anemia falciforme da bambino, una malattia ereditaria dei globuli rossi che si può sentire nel primo anno di vita. I medici in Belgio avevano rimosso e congelato la loro ovaia destra prima del primo periodo mestruale all'età di 13 anni perché la chemioterapia era necessaria in connessione con un trapianto di midollo osseo. Era noto che questo trattamento può anche danneggiare in modo permanente le ovaie. Dall'età di 15 anni, la giovane paziente aveva ricevuto una terapia ormonale sostitutiva costante per iniziare il suo ciclo.

Anni dopo, il tessuto ovarico è stato ripristinato
La donna in buona salute si è quindi rivolta all'ospedale Erasmus della Libera Università di Bruxelles all'età di 25 anni con il desiderio di avere un bambino. Di conseguenza, la specialista di medicina della riproduzione Isabelle Demeestere e il suo team hanno smesso di prendere l'ormone e hanno sostituito parte dell'ovaio a lungo rimosso della donna. Come riportato, hanno piantato quattro frammenti direttamente sull'ovaio rimanente e undici altri in altre parti del corpo. La produzione di uova finalmente è ricominciata e dopo cinque mesi sono iniziate le mestruazioni.

La donna ha naturalmente dato alla luce ragazzi concepiti
Due anni dopo, a novembre dell'anno scorso, la donna ha dato alla luce un ragazzo nato naturalmente. "Questa è una svolta importante in questo settore perché i bambini sono i pazienti che trarranno maggiori benefici dalla procedura in futuro", ha dichiarato Demeestere. Tuttavia, non è ancora chiaro fino a che punto il tessuto ovarico delle ragazze più giovani - e non come in questo caso già all'inizio della pubertà - possa essere usato con successo.

Successi anche in Germania
Progressi simili sono stati fatti in questo settore in Germania negli ultimi anni. I ricercatori dell'Ospedale Universitario di Erlangen hanno riferito per molto tempo di aver trapiantato con successo tessuto ovarico. Alcuni pazienti hanno anche dato alla luce bambini dopo. Tuttavia, ci sono ancora pochi casi, anche in tutto il mondo, in cui ciò è stato raggiunto. Contrariamente al caso attuale del Belgio, il tessuto ovarico in questo paese non era ancora stato rimosso dall'infanzia. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Cosa NON dire a una coppia senza figli. The Pozzolis Family (Agosto 2020).