Notizia

Mangiare la propria placenta non dovrebbe portare benefici per la salute


Mangiare la placenta non ha benefici per la salute verificabili
Alcune madri consumano la placenta dopo la nascita del loro bambino e si aspettano benefici per la salute da essa. Gli scienziati della Feinberg School of Medicine della Northwestern University di Chicago hanno ora esaminato un'analisi completa di questa cosiddetta placentofagia, con il risultato che non ci sono prove scientifiche per i presunti benefici per la salute.

Si dice che il consumo della placenta, crudo o cotto, abbia una varietà di effetti positivi. Ad esempio, si dice che la placentofagia abbia un effetto preventivo sulla depressione post-parto, allevia il dolore dopo la gravidanza, compensa una carenza di ferro esistente e porta numerosi altri benefici per la salute con gli ormoni e i nutrienti che contiene. Oggi, le capsule con tentativi di piante essiccate e in polvere vengono utilizzate anche per il trattamento di problemi del sonno, infiammazione e cicatrici, nonché contro l'invecchiamento cutaneo e per controllare l'equilibrio ormonale nei disturbi mestruali e nei sintomi della menopausa, riferisce il Dr. Crystal Clark della Northwestern University e colleghi. Nella loro recensione, gli scienziati hanno valutato dieci studi sull'argomento della placentofagia e hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista specializzata "Archivi spesso della salute mentale delle donne".

Il consumo della placenta può essere osservato anche nel regno animale
Quasi ogni madre conosce storie su come mangiare la placenta, anche se solo pochi la usano effettivamente in questo paese. Per la maggior parte, il pensiero di mangiare dopo la nascita provoca un notevole disagio, ma in natura questo comportamento non è raro nei mammiferi. I sostenitori lo vedono come un'indicazione dei possibili vantaggi della placentofagia, ma finora non è stato sufficientemente studiato scientificamente. Ciò è confermato anche dai ricercatori della Northwestern University nella loro attuale recensione. Hanno valutato dieci studi disponibili e li hanno controllati per prove di benefici per la salute. Il risultato è che fa riflettere. Non hanno trovato prove scientifiche degli assunti effetti positivi della placentofagia.

Rischio da inquinanti e agenti patogeni nella placenta
I ricercatori avvertono anche esplicitamente di possibili rischi derivanti dal consumo della placenta, poiché non è affatto sterile e ha anche la funzione di proteggere il feto da sostanze nocive. Ciò li filtrerebbe dal sangue e li immagazzinerebbe nella placenta. Qui sono già state rilevate concentrazioni aumentate di inquinanti come cadmio, selenio, piombo e mercurio. Virus e batteri si trovano ancora nella placenta dopo la nascita, i cui effetti rimangono poco chiari quando consumati. I ricercatori ritengono che qui non si possano escludere possibili rischi da placentofagia. Sono necessari ulteriori studi per determinare i vantaggi e gli svantaggi della placentofagia e consentire una valutazione chiara. Le donne incinte dovrebbero essere informate dei possibili rischi da parte di medici o ginecologi e dovrebbero essere consapevoli del fatto che il loro bambino potrebbe anche essere a rischio durante l'allattamento. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Tutto quello che non puoi non sapere su terapie cellulari, staminali, diabete, autoimmunità e Covid (Agosto 2020).