Notizia

L'UE avverte dell'aumento del rischio di cancro dovuto all'acrilamide negli alimenti


L'agenzia dell'UE avverte dell'aumento del rischio di cancro dovuto all'acrilamide negli alimenti
L'acrilamide negli alimenti aumenta il rischio di cancro per i consumatori di tutte le età, secondo l'ultima comunicazione dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA). Dopo una valutazione completa delle conoscenze disponibili, l'EFSA ha pubblicato un parere scientifico sull'acrilamide negli alimenti in cui gli esperti mettono espressamente in guardia contro l'aumento del rischio di cancro. Sebbene le prove di studi sull'uomo sugli effetti cancerogeni nell'uomo siano "ancora limitate e non conclusive", i risultati di studi sugli animali "mostrerebbero che l'acrilamide e il suo metabolita glicidamide sono genotossici e cancerogeni, vale a dire. danneggiano il DNA e causano il cancro ", ha affermato l'EFSA.

Gli scienziati dell'EFSA confermano precedenti valutazioni secondo cui l'acrilamide aumenta potenzialmente il rischio di cancro in tutte le fasce d'età. Poiché l'acrilamide si trova in una varietà di alimenti quotidiani, questo problema di salute colpisce tutti i consumatori, secondo l'EFSA. I bambini sono la fascia di età più esposta in base al loro peso corporeo. I prodotti a base di patate fritte o fritte (ad es. Patatine fritte), caffè, biscotti, crackers e pane croccante e pane tostato sono citati come gruppi alimentari che danno un contributo significativo all'esposizione all'acrilamide.

L'acrilamide viene creata durante la preparazione

I materiali di partenza per l'acrilamide sono naturalmente presenti negli alimenti ricchi di amido. Durante la preparazione ad alte temperature (tostatura, cottura al forno e torrefazione nonché lavorazione industriale a oltre 120 ° C e bassa umidità), l'acrilamide è formata da zuccheri e aminoacidi (in particolare acido aspartico). Il processo chimico essenzialmente responsabile di ciò è la cosiddetta reazione di Maillard, che contribuisce anche alla doratura del cibo. "Dopo il consumo, l'acrilamide viene assorbita dal tratto gastrointestinale, distribuita a tutti gli organi e fortemente metabolizzata", riferisce l'EFSA. La glicidamide è uno dei principali metaboliti di questo processo e la causa più probabile di mutazioni genetiche e tumori.

Non sono previsti danni ai nervi
Oltre al rischio di cancro, gli esperti dell'EFSA hanno anche studiato i possibili effetti dannosi dell'acrilamide "sul sistema nervoso, sullo sviluppo pre e postnatale e sulla riproduzione maschile", ma in base all'attuale esposizione alimentare, questi sono stati classificati come innocui. Sebbene questo non sia stato al centro della valutazione del rischio dell'EFSA, il parere fa anche affermazioni su “in che misura la scelta degli ingredienti, il tipo di conservazione e la temperatura alla quale vengono cotti gli alimenti influenzano il contenuto di acrilamide di diversi tipi di alimenti e quindi il livello esposizione legata al cibo ", ha affermato la comunicazione dell'EFSA. Perché la scelta e il tipo di preparazione domestica del cibo possono influenzare in modo significativo la quantità di acrilamide consumata.

Misure per ridurre l'esposizione all'acrilamide
Secondo l'annuncio dell'EFSA, il parere scientifico intende fornire ai responsabili delle decisioni a livello UE e nazionale informazioni che dovrebbero valutare eventuali misure per ridurre ulteriormente l'esposizione dei consumatori all'acrilamide negli alimenti. Le possibili misure potrebbero includere, ad esempio, raccomandazioni sulle abitudini alimentari e sulla preparazione domestica dei pasti o dei controlli nel contesto della produzione alimentare commerciale. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: i MIGLIORI cibi anti-cancro cosa mangiare per combattere i tumori (Agosto 2020).