Notizia

La valeriana e il L-triptofano alleviano i disturbi del sonno


Valeriana e L-triptofano: due approcci "cerebrali" ai disturbi del sonno

Al giorno d'oggi i problemi del sonno sono un problema crescente e grave che può interessare qualsiasi fascia d'età. I sonniferi chimici possono renderti dipendente e causare postumi di sbornia durante il giorno. Di seguito vengono presentati due approcci naturopatici, che perseguono lo stesso obiettivo attraverso diversi ingredienti attivi: favorire un sonno notturno naturalmente riposante attraverso un metabolismo cerebrale equilibrato.

I disturbi del sonno possono portare a gravi disturbi psicologici

I disturbi del sonno possono avere cause note, ma i sintomi spesso non sono comprensibili per le persone colpite. Mentre i giovani hanno maggiori probabilità di lamentarsi di addormentarsi, gli anziani si svegliano nel mezzo della notte e trovano quindi difficile o impossibile dormire. Che tu abbia problemi ad addormentarti o ad addormentarti, se i problemi persistono, potresti riscontrare prestazioni ridotte, irritabilità e nervosismo e persino grave esaurimento, ansia e depressione.

Sostanza vegetale con effetto regolatore

In naturopatia, i terapisti dell'insonnia spesso lavorano con ingredienti attivi a base di erbe che includono Hanno un impatto sul metabolismo cerebrale. L'effetto clinico della valeriana (Valeriana officinalis) è stato dimostrato in numerosi studi con adulti e scolari, potrebbe chiaramente distinguersi dal placebo e affermarsi contro l'effetto (laterale) dei sonniferi chimici. Il comitato di ricerca per la medicina naturale, sul cui sito web sono documentati i risultati dello studio, riferisce, tra le altre cose, di una scoperta relativa al principio d'azione del radice di valeriana che promuove il sonno. Apparentemente la pianta contiene un lignan idrofilo, che si lega al cosiddetto recettore adenosin-1 nel cervello, che è noto per essere l'elemento più importante nel controllo del ritmo del sonno-veglia. L'unico svantaggio rispetto ai sonniferi sintetici è il tempo di consegna di alcuni giorni fino a quando l'effetto della valeriana si sviluppa completamente.

Aminoacido come componente per la formazione di serotonina

L'effetto dell'L-triptofano è meno ben definito. L'amminoacido è coinvolto nella formazione della serotonina cerebrale, nota in particolare come ormone antistress, ormone sessuale, ormone del benessere, ormone alimentare e ormone del sonno. Inoltre, la serotonina è coinvolta nel lavoro di altri ormoni. Poiché la serotonina viene consumata più velocemente di quanto accumulata da uno stile di vita frenetico e moderno, ci sono sintomi di carenza che possono manifestarsi anche nei disturbi del sonno.

L-triptofano è contenuto in alimenti a base vegetale ed è offerto in varie forme. In forma isolata, il principio attivo è prescritto in compresse o può essere assunto quotidianamente sotto forma di alimenti vitali crudi, secchi e macinati. Poiché l'L-triptofano compete con altre proteine ​​del cibo, dovrebbe essere assunto al mattino e seguito da un periodo di inattività di mezz'ora. (Dipl.Päd. Jeanette Viñals Stein, naturopata)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Ansia, le soluzioni naturali (Agosto 2020).