Notizia

Impiego massiccio di antibiotici: milioni di morti per germi multi-resistenti possibili


Se l'uso diffuso e spensierato di antibiotici continua in tutto il mondo, può avere problemi di salute fatali. Tali farmaci falliranno quindi come un "proiettile d'argento" contro un'ampia varietà di malattie. Secondo uno studio, il numero di decessi dovuti alla resistenza agli antibiotici potrebbe aumentare a dieci milioni.

Il bilancio delle vittime aumenterà a dieci milioni
Il numero di decessi per germi multi-resistenti aumenterà drasticamente in futuro senza un brusco cambiamento nell'uso di antibiotici nell'uomo e negli animali. Secondo un rapporto dell'agenzia di stampa dts, questo è il risultato di uno studio del Charité di Berlino a nome del gruppo parlamentare verde, su cui riferisce il "Berliner Zeitung". Nella sola Germania, il Ministero Federale della Salute presume un totale di 400.000 a 600.000 pazienti all'anno che ricevono infezioni da trattamenti medici. Circa un decimo di questi germi ospedalieri sono ora considerati multi-resistenti, il che significa che non reagiscono più ai comuni antibiotici. In Germania muoiono ogni anno fino a 15.000 persone per tali infezioni. Nello studio, gli autori avvertono che il numero di decessi in tutto il mondo da circa 700.000 all'anno senza contromisure aumenterà a dieci milioni entro il 2050. Per l'Europa è previsto un aumento da 23.000 a 400.000 morti. Ciò significherebbe che più persone morirebbero per i germi multi-resistenti che per il cancro, per esempio.

In Germania, nell'allevamento degli animali vengono utilizzati più antibiotici che nell'uomo
Lo studio afferma: "L'aumento mondiale dei germi resistenti agli antibiotici è uno dei maggiori pericoli per la salute umana". Secondo un'analisi, circa un terzo di tutte le persone assicurate in Germania riceve un antibiotico ogni anno. Secondo gli autori, il 30 percento di tutti gli antibiotici non è necessario nella medicina umana. Lo studio descrive l'uso di antibiotici negli animali in Germania come altamente problematico. Si dice che la Repubblica Federale sia uno degli otto paesi in Europa in cui vengono utilizzati più antibiotici nell'allevamento degli animali che nel settore umano. Anche i germi multi-resistenti che si formano negli animali negli allevamenti da ingrasso finiscono negli alimenti. È stato segnalato solo di recente che la carne di pollo è spesso contaminata da germi multi-resistenti. Il portavoce dei Verdi per la politica agricola nel Bundestag, Friedrich Ostendorff, ha affermato a tale proposito che il risultato riflette un "grave problema". La preparazione della carne di pollo deve pertanto avvenire sotto gli "aspetti di massima sicurezza".

Divieto di determinati antibiotici nelle aree animali
Lo studio richiede che l'uso di antibiotici nell'uomo e negli animali sia sempre considerato insieme e ridotto in modo massiccio in entrambe le aree. A tal fine, ad esempio, viene proposto il divieto di alcuni antibiotici nel settore animale che sono assolutamente necessari per le infezioni nell'uomo. Se tali farmaci non funzionano più a causa della resistenza, anche le piccole infiammazioni possono diventare un grande pericolo in futuro a causa della mancanza di opzioni di trattamento. I germi multi-resistenti rappresentano un grande rischio soprattutto per le persone con un sistema immunitario indebolito e per gli anziani: tali agenti patogeni sono particolarmente diffusi in Germania negli ospedali e nelle case di cura. L'infezione può scatenare vari sintomi in pazienti come infiammazione, diarrea, nausea e vomito o avvelenamento del sangue.

È richiesto più personale nelle cliniche
Anche se si sta attualmente studiando un nuovo farmaco contro i pericolosi germi ospedalieri, la scienza è tutt'altro che pronta per affrontare il problema. Il governo federale nero e rosso ha recentemente annunciato che i germi resistenti dovrebbero essere combattuti in modo più efficiente. Il nuovo studio di Berlino richiede anche più personale nelle cliniche. Un divieto di sconti da parte delle compagnie farmaceutiche e una regolamentazione statale dei prezzi sono proposti anche per il settore animale. Questo ha lo scopo di fermare il calo del prezzo degli antibiotici e rendere più difficile l'uso di massa. Secondo un messaggio dell'agenzia di stampa dpa, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) vuole lanciare un programma d'azione globale e il cancelliere Angela Merkel ha anche inserito l'argomento all'ordine del giorno della riunione del G7. Tuttavia, i Verdi nel Bundestag non vanno abbastanza lontano per le proposte del governo federale. Lo stato è ancora troppo poco attivo contro l'abuso di antibiotici nell'agricoltura industriale. Il leader del gruppo verde Anton Hofreiter ha chiesto: "Riservare immediatamente gli antibiotici essenziali per la sopravvivenza delle persone nella stalla" (Annuncio)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Esplorando Il Corpo Umano - Guerra Ai Microbi Estratto (Agosto 2020).