Notizia

Terapia nosodica in naturopatia


Poco si sa sulla terapia con nosodi, anche se il livello di consapevolezza dei rimedi omeopatici è diventato molto alto ed è sulla bocca di tutti. Oltre all'omeopatia classica, che la maggior parte delle persone conosce e usa, ci sono ad es. B. anche terapia spagirica e nosodica. L'uso di nosodi è particolarmente efficace nel caso di malattie croniche.

In naturopatia, la terapia con nosodi può essere usata per trattare molte malattie, ma può anche essere usata come profilassi. Le forme di dosaggio sono identiche a quelle dell'omeopatia classica, ma i contenuti e il principio di azione sono diversi.

Terapia nosodica:
Terapia nosodica
Differenziazione omeopatia e allopatia
Sviluppo della terapia con nosodi
Ingredienti di nosodi
Il principio di azione dei nosodi
Quale rimedio è giusto per me?
Effetti collaterali della terapia con nosodi
Fonti e ulteriore letteratura

Differenziazione omeopatia e allopatia

L'omeopatia classica guarisce secondo il principio di somiglianza, il cosiddetto principio Simile, che è principalmente dovuto al Dr. Samuel Hahnemann (1755-1843) era noto e studiato. Il motto "similia similibus curentur" si applica qui, il che significa che qualcosa come "qualcosa di simile è guarito da qualcosa di simile".

La terapia nosodica, d'altra parte, segue il principio di uguaglianza, nosos significa malattia in greco e i mezzi contengono le informazioni della malattia reale. Ciò è contrastato dal principio di azione dell'allopatia medica convenzionale, che corrisponde al principio degli opposti (contraria contraris). La febbre è trattata con antipiretico.

Sviluppo della terapia con nosodi

In linea di principio, la terapia con nosodi può essere vista come una miscela di vaccinazione e omeopatia e ha anche le sue radici.

Nel caso del Dr. La vaccinazione di Jenner, introdotta nel 1796, causò risposte immunitarie attraverso il trattamento con agenti patogeni attenuati della malattia. Il corpo sviluppa un'immunità alla rispettiva malattia, ma non si innesca perché i patogeni sono molto deboli.

Intorno al 1820 Dr. W. Lux ha convertito il principio della vaccinazione in una forma omeopatica, con le secrezioni di animali malati preparate omeopaticamente per la vaccinazione e la guarigione. Il concetto reale del nosodo non fu coniato da C. Hering fino a 10 anni dopo.

Ingredienti di nosodi

In omeopatia, ci sono molto più di 2.000 sostanze che sono fatte da sostanze vegetali, animali o minerali. Questo è diverso con la terapia con nosodi, in cui i fondi vengono preparati da tessuti malati o secrezioni corporee. Quindi le informazioni genetiche della malattia vengono elaborate come materiale di partenza.

Si può fare una distinzione tra cinque tipi di nosodi, vale a dire i nosodi virali, i nosodi batterici, i preparati combinati, gli agenti trasformati da organi o tessuti patologicamente modificati e i cosiddetti autonosodi. Gli autonosodi sono preparati individualmente prodotti dai fluidi corporei del paziente.

Come nella classica omeopatia, i fluidi originali sono potenziati come tintura madre con alcool o zucchero del latte (diluiti e agitati) al fine di escludere il rischio di infezione o gli effetti collaterali tossici dei rimedi omeopatici. Nonostante la minore presenza del materiale di partenza, gli effetti degli agenti sono maggiori, più sono potenziati - dinamizzati -.

Il principio di azione dei nosodi

Come in ogni omeopatia, non ci sono risultati scientifici che dimostrano l'efficacia dei rimedi, i critici spesso parlano dell'effetto placebo. Ciò è contrastato dalla modalità d'azione osservata e dal successo di guarigione non solo negli esseri umani, ma anche negli animali, dove probabilmente non è possibile parlare di un effetto placebo.

A seconda della diluizione, i nosodi sono disponibili nelle potenze D (1:10), C (1: 100) o LM / Q (1: 50.000). Ci sono anche potenze MK sul mercato, per cui 1MK corrisponde a un C1000. Maggiore è la potenza, più forte funziona, sebbene sia contenuta una percentuale minore del materiale di partenza. I vari agenti sono disponibili in globuli, compresse, gocce o fiale. Ma non tutto è sempre in tutte le forme e potenzialità.

Nell'omeopatia classica vengono spesso utilizzate le potenze basse fino a D12, mentre nella terapia con nosodi il trattamento viene effettuato con potenze crescenti per raggiungere il nucleo della malattia, in particolare in caso di condizioni croniche. Il trattamento con un LM 120 non è raro. Le dosi sono generalmente più elevate rispetto alla classica omeopatia.

Oltre a trattare una malattia esistente, un nosodo può anche essere usato come profilassi per proteggere dalle malattie.

Quale rimedio è giusto per me?

Quale nosodo è quello giusto non viene deciso in base ai sintomi, come nell'omeopatia, ma alla diagnosi specifica della malattia. In naturopatia, il test del muscolo kinesiologico viene spesso utilizzato per determinare il rimedio, la potenza e la dose corretti.

Poiché la terapia con nosodi si prolunga spesso per un periodo di tempo più lungo e le potenze vengono modificate, il medico curante o il naturopata devono ridefinire periodicamente il nosodo o la potenza richiesti.

Il numero di rimedi è quasi esteso quanto la varietà di quadri clinici. La terapia con nosodi può essere utilizzata nei vari quadri clinici. Gli esempi più classici sono psorinum, medorrhinum, sifilinum, ma anche malattie difficili da trattare nella medicina convenzionale, come le malattie del morso di zecca (borreliosi, TBE, ecc.) E simili. Ä. Può essere trattato con la terapia nosodica.

Effetti collaterali della terapia con nosodi

La terapia con nosodi è completamente priva di effetti collaterali. Come nell'omeopatia classica, c'è un cosiddetto aggravamento iniziale. I sintomi sono inizialmente esacerbati dopo la prima assunzione, questo spesso si verifica anche quando la potenza è aumentata.

Tuttavia, questo peggioramento iniziale si attenua rapidamente e non dovrebbe indurre il paziente a interrompere il trattamento. Al contrario, un peggioramento iniziale mostra che il rimedio funziona e che è stato scelto il rimedio corretto e il corpo reagisce ad esso.

L'uso durante la gravidanza è anche possibile senza problemi, ma il medico curante o il naturopata dovrebbero ovviamente tenere conto dell'embrione nel test kinesiologico.

Nonostante l'assenza di effetti collaterali, il trattamento con un nosodo deve sempre essere eseguito da un medico specialista o un medico alternativo. (aa, 26 ottobre 2010)

Fonti e ulteriore letteratura

Fonti e ulteriore letteratura:

Punture di zecche, immagini cliniche e opzioni di trattamento, Elfie Fust, ISBN: 3-927016351a2cc0b08c03ilpraxis Oggi, libro di testo e atlante, Elvira Bierbach, Elsevier Urban & Fischer, ISBN: 978-3-437-55243-4

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Jerzy Zięba UKRYTE TERAPIE, Część 1 z 4 Wuppertal (Agosto 2020).