Notizia

Quadruplets by Annegret R.: Due bambini prematuri devono essere ventilati


Due bambini respirano indipendentemente, gli altri due devono essere ventilati
I quattro bambini prematuri del 65enne Annegret R. stanno bene in base alle circostanze. I bambini stanno già prendendo il latte materno. "Due dei bambini respirano spontaneamente, gli altri due hanno ancora bisogno del supporto di una macchina", ha spiegato Christoph Bührer, direttore della Clinica Charité per la neonatologia. Anche la madre di quattro figli, che ora ha 17 figli, si sta riprendendo bene dalla nascita.

I quadruplet sono "pazienti ad alto rischio"
I quadruplet, che sono nati il ​​19 maggio per taglio cesareo, non sono ancora al di sopra della montagna, sottolineano i medici. Neeta, Dries, Bence e Fjonn sono nati con solo 655 a 960 grammi e una dimensione di soli 30 a 35 centimetri circa 15 settimane prima della data prevista di nascita.

"I bambini hanno bisogno di molta attenzione e trattamenti intensivi", riferisce Buehrer. Un bambino ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico a causa di buchi nell'intestino tenue. "In realtà il più adatto a quattro zampe". Era sopravvissuta bene all'intervento, stava "molto bene". Allo stesso tempo, i medici Charité hanno sottolineato che i bambini sono ancora tra i "pazienti ad alto rischio". Il rischio di danni permanenti o ritardi nello sviluppo è elevato.

I bambini stanno già ricevendo il latte materno, che viene fornito goccia a goccia e dal tubo gastrico. Il latte proviene in parte da Annegret R. e in parte da donatori. “Sorprendentemente, questo ha funzionato senza ormoni nella madre. Ora sta pompando ", spiega Wolfgang Henrich, direttore della Charité Clinic for Obstetrics per l'agenzia di stampa." I quadruplet nascono in media dalle otto alle dieci settimane in anticipo. Sono passate quasi 15 settimane qui. Sono tutti molto fragili, ma molto carini ", riferisce Buehrer. Rimarranno in clinica fino alla data di nascita effettiva.

La madre quadrupla guarisce bene dalla nascita
Secondo i medici, Annegret R. si sta riprendendo bene dalla gravidanza e dal parto. “Si è presentata a noi dopo il primo trimestre di gravidanza. Tutto era completamente puntuale e poco appariscente ", afferma Henrich. La grande ecografia della 22a settimana di gravidanza è stata priva di anomalie. "Ma sappiamo che il rischio per la salute in gravidanze multiple è significativamente più alto, aumenta il rischio di ipertensione, diabete gestazionale o trombosi".

Annegret R. era venuta in clinica il giorno prima della nascita perché aveva la pressione alta e non si sentiva bene. Il travaglio prematuro inizia più tardi. "C'era ancora abbastanza tempo per noi per preparare accuratamente la consegna", riferisce Henrich. Quattro squadre chirurgiche di diversi erano a portata di mano. I bambini sono stati iniettati con un mezzo per far maturare i polmoni mentre erano ancora nell'utero. "Quindi abbiamo portato i quattro nel mondo ogni minuto alle 11:00 di martedì", dice il dottore. La sala operatoria e le camere quadruple erano state precedentemente riscaldate a 37 gradi. Nel complesso, la nascita è andata senza grandi difficoltà.

Mentre i bambini vengono ancora curati in neonatologia, Annegret R. è stata trasferita al reparto maternità dopo due giorni nel reparto di terapia intensiva. "Si è ripresa in modo eccellente ed è con i suoi figli più volte al giorno", afferma Henrich. Probabilmente può lasciare la clinica alla fine della settimana. "Mi sento meglio ogni giorno", ha detto la madre di quattro figli a RTL. "Naturalmente mi sarebbe piaciuto che restassero lì più a lungo", ha detto della bambina prematura. I bambini sembravano molto piccoli e fragili. "È ovviamente insolito toccare arti così delicati e un corpo così delicato."

I medici non criticano la gravidanza quadrupla tardiva
I dottori Charité non hanno criticato il modo in cui i quadruplet sono stati concepiti. "Per noi, l'attenzione è rivolta al benessere dei bambini", sottolinea Bührer. Anche Heinrich non commenta negativamente. "Ma dobbiamo avere una discussione sociale con l'obiettivo assoluto di rendere più facile per le donne avere figli in una fase precedente della vita."

Annegret R. aveva piantato embrioni in Ucraina, prodotti in laboratorio con donazioni di ovuli e spermatozoi. L'ormai 17 volte madre e già 7 volte la nonna hanno deciso l'inseminazione artificiale perché la figlia minore Leila (9 anni) voleva un altro fratello. (Ag)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: neonato alessandro r. (Agosto 2020).