Notizia

Smettere di fumare: la paura di smettere è comunque infondata


La paura dei sintomi di astinenza impedisce a molti di smettere di fumare
Molti fumatori vorrebbero smettere, ma la paura dei sintomi di astinenza spesso impedisce loro di provare. "La maggior parte di loro non può immaginare di sentirsi meglio dopo, anche se si sono davvero ammalati di fumo", riferisce Rudolf Schoberberger dell'Istituto di medicina sociale di MedUni Vienna in vista della Giornata mondiale del non fumatori della prossima domenica (31 maggio). Ma la paura di smettere è infondata.

Secondo il MedUni Vienna, molti fumatori sentono il desiderio di superare la propria dipendenza. Le indagini attuali indicano che quasi un quarto di tutti i fumatori vogliono ridurre il consumo di tabacco e un terzo vuole smettere del tutto. Il 37 percento aveva già provato a smettere. Tuttavia, la paura che i sintomi di astinenza siano insopportabili è una grande barriera. "Maggiore è la dipendenza da nicotina, maggiore è questa paura", spiega Schoberberger. Tuttavia, questa paura rimane infondata, secondo i risultati di un recente studio pubblicato sulla rivista specializzata "Public Health".

Dopo lo svezzamento, gli ex fumatori si sentono molto meglio
Molti fumatori fortemente dipendenti dalla nicotina vorrebbero smettere, ma falliscono a causa della paura che il desiderio di fumare rimanga insopportabile in seguito. Lo studio con i partecipanti alla terapia del fumo ospedaliero di tre settimane, supportata scientificamente da MedUni Vienna, giunge ora alla chiara conclusione che questa paura dei sintomi di astinenza quando si smette di fumare è infondata. La valutazione del tasso di successo della terapia del fumo ospedaliero da parte dei medici sociali di MedUni Vienna ha dimostrato che "coloro che hanno smesso di fumare in modo sostenibile stanno facendo molto meglio a lungo termine", riferisce Schoberberger. Ad esempio, su 270 partecipanti intervistati, oltre il 42% un anno dopo la terapia del fumo ospedaliero ha dichiarato che "sono in buona salute e anche in generale e continuano a non fumare". Poco meno di un terzo dei partecipanti ha ripreso a fumare e il Il resto non si era presentato per gli appuntamenti di controllo.

Respirazione migliore, sonno migliore, meno problemi cardiovascolari
La cessazione del fumo ha avuto numerosi effetti positivi sul benessere degli ex fumatori, secondo i ricercatori. "C'è stato un aumento significativo della soddisfazione per il sonno, ma anche per la respirazione e la mobilità", riferisce Schoberberger. Anche l'uso di droghe in questo gruppo è diminuito in modo significativo. Inoltre, il 23,2 percento degli attuali non fumatori aveva indicato di soffrire spesso di problemi cardiovascolari prima della terapia e dopo appena sei mesi questo valore era sceso al 5,8 percento. Inoltre, il 31,4 percento dei partecipanti ha valutato le loro condizioni generali come spesso compromesse prima di iniziare la terapia, rispetto al solo 7,5 percento successivo. Nel complesso, "l'astinenza dal tabacco ha portato a un significativo miglioramento della salute e una maggiore soddisfazione della vita", ha affermato Schoberberger. Allo stesso tempo, "il desiderio di fumare nella maggior parte delle persone svezzate non è più un problema dopo sei mesi". La paura di smettere è quindi infondata.

Vale anche la pena smettere di fumare in età avanzata
Uno studio del German Cancer Research Center (DKFZ) di Heidelberg ha recentemente esaminato i benefici per la salute di smettere di fumare, che è stato pubblicato sulla rivista specializzata "British Medical Journal". Ciò è giunto alla conclusione che lo svezzamento in età avanzata ha ancora effetti positivi significativi. Ad esempio, una riduzione significativa del rischio di infarto o ictus potrebbe essere riscontrata entro pochi anni nelle persone che hanno fumato l'ultima sigaretta all'età di 60 anni. Nei primi cinque anni dopo l'ultima sigaretta, c'era un rischio molto più basso. Secondo il direttore dello studio, il professor Hermann Brenner, non è mai troppo tardi per smettere di fumare, perché anche le persone della fascia più alta ne trarrebbero grandi benefici in termini di salute. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: PERCHÉ NON RIESCI A SMETTERE DI FUMARE? #TELOSPIEGO! (Agosto 2020).