Notizia

Termini tecnici: molti pazienti non possono capire il proprio medico


Molti pazienti ritengono di essere stati trattati dal medico
Molti pazienti lamentano di non sentirsi ben curati dal proprio medico. La mancanza di tempo e il gergo tecnico dei medici sono spesso la causa. Alla Giornata medica tedesca di Francoforte, molti professionisti medici concordano: la comunicazione tra medico e paziente deve migliorare. Una sfida per tutti i soggetti coinvolti dato il poco tempo a disposizione per una consultazione con il medico.

Molti medici non affrontano i problemi del paziente a causa della mancanza di tempo
La receptionist chiama il nome del paziente e lo conduce nella sala di trattamento dopo aver atteso 50 minuti nella sala di attesa. Il paziente si siede sulla sedia a lui assegnata e attende altri 10 minuti affinché il medico entri nella stanza. Quando il medico di medicina generale gli ha chiesto cosa gli mancasse, il paziente ha risposto che si sentiva debole e sfinito da settimane. Invece di andare a fondo del problema, il dottore scrisse all'uomo malato per tre giorni e gli consigliò di "fare qualcosa di buono". Alla domanda su quale potesse essere la causa della sensazione di malattia, il medico uscì a metà dalla porta della sala di trattamento e rispose che lo stress era spesso la causa. Per motivi di sicurezza, avrebbe avuto un grosso emocromo. E se n'è andato - con il prossimo paziente. L'assistente del medico preleva un breve campione di sangue e dice addio all'uomo con le parole: "Ci metteremo in contatto se dovesse succedere qualcosa".

Le visite dal dottore in questo modo non dovrebbero realmente accadere. Il paziente è perplesso come prima e non si sente in buone mani con il suo medico. Anche se al paziente non manca nulla di grave almeno a prima vista, il medico di base sospettava una causa psicologica - lo stress - come motivo del disagio del paziente. Ma a malapena lo ha affrontato nella conversazione.

La cattiva comunicazione tra medico e paziente non va neanche più veloce
I dottori stanno vedendo il problema. A causa della mancanza di tempo, molte conversazioni importanti per il paziente vengono abbreviate. Alla Giornata medica tedesca, che si conclude oggi, i medici discutono, tra le altre cose, come potrebbero migliorare la loro comunicazione con il paziente nonostante il poco tempo.

"Ci sono deficit nella comunicazione medica", spiega il prof. Ulrich Schwantes in un'intervista con l'agenzia di stampa "dpa". Secondo gli studi, i medici avrebbero interrotto i loro pazienti dopo una media di undici a 24 secondi. Se il paziente avesse finito di parlare, il paziente avrebbe bisogno in media da 60 a 100 secondi per dire tutto ciò che gli sembrava importante riguardo ai propri sintomi. Di conseguenza, solo uno su tre in questo paese si sente ben informato dal proprio medico in merito a opportunità, rischi e alternative al trattamento, come recentemente confermato da un sondaggio Forsa per conto del Techniker Krankenkasse (TK). Solo il 36 percento degli intervistati nel 2001 ha dichiarato di essere soddisfatto della consultazione del medico l'ultima volta che ha ricevuto un trattamento medico serio.

"Se sei costretto a diventare più veloce, non puoi abbreviare il trattamento, ma puoi parlare con il paziente per un tempo più breve", ha detto all'agenzia di stampa Andreas Botzlar, Vice Presidente del Medical Union Marburger Bund (MB).

Anche la comunicazione tra medici è spesso problematica
"C'è molto in gioco", afferma l'agente capo Rudolf Henke. "La cosa fondamentale è che noi medici non dovremmo essere sostituiti come esseri umani da medicine sempre più tecnologicamente specializzate". Nella sua esperienza, la cattiva comunicazione non va neanche più veloce.

Tuttavia, la comunicazione tra medici è spesso "un vero problema", riferisce Andreas Hellmann dell'Associazione medica statale della Baviera in un'intervista con l'agenzia. "Il trattamento dei pazienti basato sulla divisione del lavoro porta a interruzioni nella comunicazione con conseguenze imprevedibili per la cura del paziente".

Il presidente dell'Associazione medica tedesca, Ulrich Montgomery, vede un ulteriore problema nel fatto che alcuni medici stranieri hanno una scarsa conoscenza del tedesco. Poiché il numero di medici che vengono in Germania dall'estero aumenta costantemente, anche il problema della lingua potrebbe peggiorare. "Cinese tecnico e mancanza di conoscenza del tedesco. Questa è la miscela tossica che molti pazienti ottengono ogni giorno dalla professione medica in Germania ”, afferma Eugen Brysch della Fondazione tedesca per la protezione dei pazienti, che critica l'agenzia di stampa. "Seminari di pazienti vengono ora offerti a livello nazionale in modo che le persone colpite possano capire il loro medico. Questo è il mondo sbagliato. "

Secondo Schwantes, la comunicazione deve finalmente "diventare una componente centrale nell'istruzione, nella formazione e nella formazione continua". Inoltre, si tratta anche di "un certo atteggiamento: rispetto, accettazione, empatia".

L'iniziativa "www.washabich.de" dell'Università di Dresda, presentata alla Giornata medica tedesca, offre una soluzione per i pazienti che hanno problemi con la terminologia medica utilizzata dai medici. Dal 2011, gli studenti traducono il latino medico in tedesco normale, comprensibile per i laici, dal 2011. (Ag)

/ span>

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Nervo vago e patologie correlate - con il Dott. Giorgio Crucitti (Novembre 2020).