Notizia

Rumori nelle orecchie: domande e risposte sull'acufene


Circa. Tre milioni di persone soffrono di "ronzio nelle orecchie" cronico. Il Dr. spiega cosa aiuta a contrastare i rumori lancinanti e come prevenirli. Michael Bohndorf, specialista ORL di Düsseldorf, nella seguente discussione di esperti:

Come si sviluppa l'acufene?
Dr. Bohndorf: La scienza non è ancora del tutto sicura delle relazioni complesse. Disturbi nell'orecchio o nel sistema uditivo, ad esempio causati da rumore o infiammazione, possono scatenare rumori fantasma. Di conseguenza, le cellule uditive spesso reagiscono in modo iperattivo. Non è raro che momenti psicologici o sovraeccitazione da stress abbiano un ruolo nello sviluppo. L'acufene è spesso associato a improvvisa perdita dell'udito.

Come si manifesta l'acufene?
Dr. Bohndorf: Secondo il nome ("squillo" latino), l'acufene si manifesta attraverso rumori inquietanti. Alcuni pazienti li descrivono come ronzii o ronzii nelle orecchie, altri soffrono più di fischi o sibili. Questa non è una malattia, ma un serio segnale di avvertimento dal corpo. È importante determinare le cause in modo che non vengano aggiunti ulteriori disturbi come disturbi del sonno o depressione.

Puoi prevenire l'acufene?
Dr. Bohndorf: protezione dal rumore e riduzione dello stress: queste sono due utili misure preventive. Qui si applicano anche le classiche regole di salute: muoviti il ​​più possibile, mangia una dieta equilibrata, evita la musica ad alto volume ed evita l'alcool e la nicotina.

Cosa posso fare per il rumore nelle mie orecchie?
Dr. Bohndorf: Certo, la causa deve essere prima chiarita. Ad esempio, ci sono ragioni organiche, come la perdita dell'udito o il restringimento delle navi? O lo stress, il rumore o forse i conflitti psicologici sono il fattore scatenante? In questi ultimi tre casi, più calma e serenità spesso aiutano. Gli esercizi di rilassamento o la visita di gruppi di auto-aiuto sono utili.

Ci sono "trucchi" per "spegnere" i rumori fantasma acuti?
Dr. Bohndorf: non cercare di fissarti sui suoni, per così dire distogli la tua attenzione dall'acufene. Perché: più le persone colpite si concentrano sui reclami, maggiore diventa il problema.

Quando devo consultare un medico ORL?
Dr. Bohndorf: se i rumori all'orecchio compaiono improvvisamente con una forte intensità o le distanze diventano sempre più brevi, lo specialista ENT dovrebbe essere consultato entro 24 ore. Poiché inizia la terapia dell'acufene, maggiori sono le possibilità di successo. In caso di problemi uditivi, consultare immediatamente lo specialista ORL. In molti casi, anche il trattamento psicoterapico può aiutare.

Quante persone sono interessate?
Dr. Bohndorf: secondo uno studio della Tinnitus League tedesca, l'acufene si verifica in dieci milioni di adulti ogni anno. La medicina presuppone che ogni quarta persona nella vita sia colpita dal ronzio lancinante nelle orecchie. Fortunatamente, principalmente solo temporaneamente. La situazione è diversa con l'acufene cronico, il che rende la vita difficile a circa tre milioni di persone in Germania. Per inciso, quanto più dura, tanto meno si riducono completamente le possibilità. Pertanto, l'acufene deve essere sempre trattato in anticipo prima che diventi un fastidio permanente.
Quando soffro di acufene cronico?

Dr. Bohndorf: se i sintomi continuano senza sosta per circa tre mesi, la medicina parla di acufene cronico. In questo caso, i rumori dell'orecchio scompaiono completamente solo in circa un quarto delle persone colpite. È di conseguenza importante integrare l'acufene nella vita nel miglior modo possibile.

Esistono farmaci per l'acufene?
Dr. Bohndorf: No, nessun farmaco corrispondente è stato approvato finora. Le infusioni con il principio attivo lidocaina possono essere utilizzate solo per un breve periodo a causa dei possibili effetti collaterali notevoli.

Quali nuove opzioni terapeutiche ci sono?
Dr. Bohndorf: Esistono programmi di terapia comportamentale con i quali le persone colpite possono contrastare lo stress dell'acufene a casa. I molti nuovi dispositivi e metodi pubblicizzati su Internet sono fondamentalmente critici in termini di efficacia. La neuroterapia musicale è considerata un approccio terapeutico più nuovo e promettente per l'acufene acuto. Secondo uno studio clinico, questa combinazione di orecchio e allenamento di rilassamento ha portato a una riduzione dello stress da acufene nell'85% dei pazienti coinvolti. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Disturbo cervicale, acufeni e sintomi alle orecchie: quali sono i collegamenti e cosa fare (Settembre 2020).