Dimentica l'Ebola: la malaria uccide centinaia di migliaia all'anno

Dimentica l'Ebola: la malaria uccide centinaia di migliaia all'anno

Malaria: centinaia di migliaia di morti ogni anno

L'epidemia di Ebola, che sta imperversando nell'Africa occidentale, ha spinto in qualche modo i pericoli della malaria in secondo piano. Ma centinaia di migliaia di persone muoiono ancora ogni anno a causa della malattia infettiva causata dalle zanzare. Molti di loro in Africa.

Un bambino di età inferiore ai cinque anni muore di malaria ogni minuto
In Africa, un bambino di età inferiore ai cinque anni muore di malaria ogni minuto. Ciò provoca circa 1.400 morti al giorno, che, secondo le organizzazioni umanitarie, potrebbero essere facilmente evitate. "Puoi proteggerti dalla malaria in modo facile ed economico, e puoi anche curarla", ha affermato l'esperta Valentina Buj dell'organizzazione per gli aiuti dei bambini Unicef, secondo un messaggio dell'agenzia di stampa DPA. Tuttavia, quasi 600.000 persone muoiono ancora ogni anno per le conseguenze della puntura di zanzara Anopheles. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), circa il 90 percento di esso si trova nell'Africa sub-sahariana.

Milioni di persone non possono permettersi le medicine
Nel paese più popoloso dell'Africa, la Nigeria, milioni di persone non hanno soldi per zanzariere, medicine o un dottore. "Quando siamo tornati a casa da scuola, mia sorella Mayowa ha avuto improvvisamente mal di testa e febbre in rapido aumento", ha detto Tomiwa Oladipo di Dutse Alhaji, un sobborgo della capitale Abuja, secondo la Dpa. "I miei genitori non potevano permettersi la medicina raccomandata, quindi hanno dato loro erbe locali", ha detto il 29enne. "Poi è morta." La ragazza aveva solo dieci anni.

La malaria è stata in qualche modo dimenticata a causa dell'Ebola
Concentrandosi sulla peste dell'Ebola che infuria in Africa occidentale, la peste molto più grave della malaria è stata in qualche modo dimenticata. In occasione della Giornata mondiale della malaria, il 25 aprile, l'OMS si prefigge obiettivi ambiziosi: il numero di casi e decessi per malaria diminuirà del 90% entro il 2030. Ciò richiederebbe circa $ 5,1 miliardi all'anno per combattere la malaria. Nel 2013, tuttavia, erano solo $ 2,7 miliardi. Con una nuova campagna, Unicef ​​si sta ora concentrando sull'espansione della profilassi della malaria medica nelle donne in gravidanza. "I farmaci necessari costano meno di mezzo dollaro a madre", ha affermato Buj.

La Nigeria detiene un triste record mondiale
L'agente patogeno della malaria viene trasmesso tramite morsi dalla zanzara Anopheles femminile. La malattia, che è associata a febbre alta, è una delle malattie infettive più mortali. Oltre all'alta temperatura, si verificano anche sintomi come brividi e disturbi del tratto gastrointestinale come dolore addominale, diarrea, nausea e vomito. La malaria può essere curata, ma molti pazienti muoiono a causa della mancanza di cure mediche. Al momento non esiste una vaccinazione preventiva. La Nigeria detiene un triste record mondiale: secondo le stime, il paese con circa 178 milioni di abitanti ha circa 100 milioni di casi di malaria all'anno e oltre 300.000 persone muoiono per questo. Circa due terzi della popolazione vivono in condizioni di povertà, il sistema sanitario è sottofinanziato e sopraffatto.

Oltre tre miliardi di persone vivono in aree a rischio
Anche se le organizzazioni umanitarie e il governo cercano di offrire a ogni famiglia una zanzariera trattata con insetticida, questo deve essere affiancato da campagne educative. "Non uso la zanzariera", ha detto Aisha Mohammed, un commerciante di 32 anni di un sobborgo di Abuja. Ne ha preso uno dal governo durante la gravidanza. "Ma io reagisco ai prodotti chimici e fa così caldo sotto", ha detto la madre di due scuse. Secondo l'OMS, circa 280 milioni di persone in Africa non hanno una zanzariera adeguata nelle loro case. Secondo l'organizzazione, 3,3 miliardi di persone in tutto il mondo vivono in aree a rischio di malaria. Poiché la profilassi e le cure mediche sono molto migliori nell'Asia e nell'America Latina più ricche, la maggior parte delle malattie della malaria è in Africa. Tuttavia, gli esperti vedono anche la ragione per essere felici. Il numero di infezioni e decessi è diminuito in modo significativo dalla svolta del millennio grazie a una migliore prevenzione e cura. L'Unicef ​​ritiene che dal 2001 ci siano stati circa 670 milioni in meno di casi di malaria e 4,3 milioni di vite sono state salvate. Circa 3,9 milioni di loro erano bambini africani. (anno Domini)

/ span>

Immagine: Maurus Völkl / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Vaccini sì no? Luci e ombre sulla obbligatorietà organizzato da Liberi di