Notizia

Il cervello è aperto alla conoscenza in età avanzata


Non smetti mai di imparare: studiare in età avanzata

"Ciò che Hänschen non impara mai, Hans non impara mai" è un modo di dire. Tuttavia, i risultati della ricerca sul cervello confutano questo truismo. Perché nella vecchiaia il cervello è ancora aperto a cose nuove. Imparare uno strumento musicale o una lingua straniera o iniziare un corso di studi - sempre più anziani usano il tempo dopo il pensionamento per continuare la loro istruzione e far andare avanti le loro cellule grigie.

L'apprendimento in età avanzata mantiene giovane il cervello “Il cervello è di plastica, quindi può essere cambiato attraverso l'apprendimento. Questa capacità è mantenuta per tutta la durata della vita ", spiega Ben Godde, professore di neuroscienze presso il Jacobs Center on Lifelong Learning di Brema, in un'intervista con l'agenzia di stampa" dpa ". L'apprendimento di nuove cose fa andare avanti la materia grigia". Perché il cervello è pigro. Se lo chiedi di nuovo, regola le sue risorse e aumenta le sue prestazioni. "

Quanto è buona la capacità di apprendimento in età avanzata dipende essenzialmente da quanto hai imparato negli anni precedenti, Miriam Haller, amministratore delegato del dipartimento per studenti ospiti e studi senior presso l'Università di Colonia, riferisce all'agenzia di stampa. Circa 1.600 anziani prendono parte al programma, un terzo dei quali completa i corsi tradizionali inclusi gli esami. Due terzi sono registrati come studenti ospiti all'università. Secondo Haller, alcuni degli studenti più grandi avrebbero bisogno di un po 'più di tempo per studiare in un posto o nell'altro. Ma ciò sarebbe compensato dalla sua esperienza di vita riguardo alla riflessione e al trasferimento. "Alcuni partecipano a troppi eventi o incontrano problemi di tempo quando si tratta di conciliare i loro studi con le altre attività." Ma ciò non era una conseguenza dell'età. Anche i diciannovenne hanno dovuto lottare con tali difficoltà Haller.

Le persone anziane imparano ciò che le interessa "Spesso si dice che le persone anziane sono meno motivate all'apprendimento", riferisce Godde. "Ma la motivazione non diminuisce, diventa più specifica. Le persone anziane imparano ciò che interessa di più". Ciò è dimostrato anche dal numero di studenti nelle scuole di musica pubblica di età superiore ai 60 anni, che è più che raddoppiato negli ultimi dieci anni. Circa 15.800 anziani stanno attualmente imparando uno strumento musicale. Nel complesso, tuttavia, la loro percentuale dell'1,5 per cento di tutti gli studenti delle scuole di musica pubbliche è bassa. Le persone anziane sono spesso studenti molto motivati ​​e bravi quando imparano uno strumento musicale. "Gli alunni adulti non sono interessati a diventare pianisti di concerti, ad esempio vogliono finalmente essere in grado di suonare da soli un pezzo molto specifico", ha detto all'agenzia di stampa Claudia Wanner, portavoce dell'Associazione delle scuole di musica tedesche. Gli insegnanti decidono: "Il piano, ad esempio, ha il vantaggio di poter sempre sedere mentre si fa musica".

Gli sport possono essere adattati alla costituzione degli anziani Gli anziani possono anche imparare molte cose nuove dallo sport. L'allenatrice di karate Stefanie Nagl insegna a un gruppo di donne di Ratisbona tra la metà degli anni '70 e la metà degli anni '80. Nella loro cerchia di conoscenze, gli studenti di karate più anziani sono esotici, ma traggono immensamente beneficio dalle lezioni. Il gruppo si era originariamente riunito nell'ambito di uno studio universitario che ha esaminato i benefici dell'esercizio fisico in età avanzata. Ai partecipanti sono piaciuti così tanto gli esercizi che sono rimasti con loro. Secondo Nagl, l'allenamento deve essere adattato agli anziani qua e là "Il calcio del piede non va più al mento". Ma questo non danneggia l'effetto dell'allenamento. Le sue donne sono molto ambiziose e si sforzano di migliorare costantemente la loro tecnica.

Lo studio ha anche concluso tre anni fa che "il karate ti mantiene fisicamente in forma in alta età adulta e allo stesso tempo è un jogging cerebrale ottimale", afferma una dichiarazione dell'Università di Ratisbona. (Ag)

> Immagine: I-vista / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Neuroscienze, Mindfulness e una marea di dintorni con il Prof. Franco Fabbro (Novembre 2020).