Cosa succede durante un attacco di cuore?

Cosa succede durante un attacco di cuore?

Cosa succede realmente con un infarto? Un'intervista con il professor Dr. Volker Klauss, specialista in medicina interna e cardiologia a Monaco
Come si annuncia un attacco di cuore? Tra le altre cose, ha bisogno di ossigeno sufficiente per far battere il cuore. Le arterie coronarie, le arterie coronarie, sono responsabili di questo. In alcuni casi, queste navi, inizialmente lisce ed elastiche, diventano strette e rigide. La ragione di ciò sono i depositi di grasso o calce, le cosiddette placche. Un adeguato apporto di sangue al muscolo cardiaco non è più garantito. In questo caso, i medici parlano di CAD, una malattia coronarica. I pazienti possono - specialmente con lo sforzo o l'eccitazione - avvertire progressivamente dolori cardiaci con radiazioni o senso di oppressione al petto e mancanza di respiro. Se una nave è completamente bloccata, un infarto minaccia.

Cosa succede durante un attacco di cuore? Se si verifica un'occlusione acuta di un'arteria coronarica, il paziente subisce un infarto se la nave non viene aperta immediatamente. Quindi il muscolo cardiaco muore e in determinate circostanze il cuore non può più svolgere adeguatamente la sua funzione, cioè pompare il sangue attraverso il corpo.

Le donne hanno sintomi diversi rispetto agli uomini? I segni classici di identificazione, come il dolore devastante al petto con radiazioni alle braccia, all'addome superiore, alla schiena, al collo o alla mascella, sono avvertiti dalle donne in modo significativamente meno frequente rispetto agli uomini. Tendono ad avere sintomi non specifici come mancanza di respiro, nausea o vomito. Di conseguenza, tendono a venire in clinica più tardi e hanno meno probabilità rispetto agli uomini di ricevere un trattamento in linea con le linee guida.

Ci sono infarti non rilevati? Ci sono anche infarti che producono solo sintomi lievi e vengono diagnosticati solo in seguito, ad esempio da un elettrocardiogramma durante un controllo medico preventivo. I medici parlano quindi di un infarto silenzioso. V.a. Le persone con diabete mellito sono interessate. Spesso un infarto silenzioso è accompagnato da insufficienza cardiaca, che ha un impatto permanente sulla vita quotidiana del paziente. C'è anche un alto rischio di un altro attacco di cuore.

Qual è la conseguenza di questo? Sono disponibili vari metodi per la terapia. Oltre a cambiare le abitudini di vita e la terapia farmacologica, la nave da infarto chiusa può essere aperta impiantando uno stent. La tecnologia diagnostica è disponibile per aiutare i medici a decidere la migliore terapia possibile per ulteriori vasocostruzioni - misurare la riserva di flusso frazionario (FFR). Ciò consente un'analisi fisiologica dettagliata del restringimento dei vasi. I medici possono utilizzarlo per misurare la gravità del disturbo circolatorio e utilizzare il valore FFR per determinare se è necessario un trattamento e se il paziente ha bisogno di uno o più stent.

Come faccio a sapere se la mia controparte soffre di un infarto? Ad esempio, se l'altra persona soffre di più di cinque minuti di dolore nell'area del torace, che può anche irradiarsi nelle braccia, nella parte superiore dell'addome o nelle scapole. Ciò può anche indicare una forte tensione o una sensazione di bruciore al petto, nausea e vomito o sudore del sudore sulla pelle pallida.

Allora cosa devo fare? Se le persone riconoscono questi segni in se stessi o nella persona opposta, devono chiamare immediatamente il medico di emergenza. Va già menzionato qui che esiste il sospetto di un attacco di cuore.

Esiste un controllo? Controlli regolari sono importanti per identificare precocemente il rischio di un infarto. Ciò è particolarmente vero per le persone con fattori di rischio per questa condizione. Nel caso di esami preventivi, la questione dei sintomi della malattia e dei fattori di rischio è particolarmente importante. Quindi c'è un esame fisico dettagliato, un elettrocardiogramma, un'ecografia cardiaca e uno stress test. Se si sospetta che le arterie coronarie siano ristrette, verrà eseguito un catetere cardiaco.

C'è una connessione tra ictus e infarto? Un ictus è anche chiamato un infarto cerebrale. Se prendi questa parola, la demarcazione o la differenza diventa chiara. Mentre parti del muscolo cardiaco non ricevono più sangue a causa di un infarto, la stessa cosa accade con un ictus nel cervello.

C'è un'età particolarmente vulnerabile? Mentre il tasso di morte per malattie cardiovascolari negli uomini sta diminuendo, è meno pronunciato nelle donne e aumenta anche tra i 40 e i 60 anni.

Quali sono i fattori di rischio per la malattia coronarica e un infarto? I fattori di rischio includono fumo, mancanza di esercizio fisico e obesità, ipertensione, diabete mellito, aumento del colesterolo e malattie coronariche nei fratelli e nei genitori.

Come posso prevenire un infarto? Se presti attenzione a uno stile di vita sano, puoi prevenire un infarto. Una nutrizione sana ed equilibrata contribuisce a questo. Si consiglia una dieta povera di grassi con molta frutta e verdura. Un esercizio sufficiente ed evitare di essere in sovrappeso contribuisce anche a un sano sistema cardiovascolare. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Come riconoscere un infarto e cosa fare