Notizia

Attenzione alle zecche: presto saranno di nuovo attive


Le zecche saranno di nuovo attive presto

La primavera è alle porte e non solo attrae chi cerca il sole all'aperto. In considerazione dell'aumento delle temperature, anche le zecche sono nuovamente attive. Soprattutto nelle aree a rischio della Germania meridionale, le persone che si trovano in natura e potrebbero entrare in contatto con i piccoli aracnidi dovrebbero essere vaccinate contro la TBE. Secondo il Robert Koch Institute (RKI), 265 persone in Germania hanno contratto l'infiammazione da zecche l'anno scorso. Rispetto al 2013, tuttavia, il numero di meningoencefalite dell'inizio dell'estate è diminuito. A quel tempo 420 persone erano colpite in questo paese.

Le zecche diventano di nuovo attive da sei gradi: i numeri hanno oscillato di anno in anno, la portavoce della RKI Susanne Glasmacher ha detto all'agenzia di stampa "dpa". Tra le altre cose, dipende dal tempo, da quante persone erano in natura. Quando le temperature salgono a sei gradi durante il giorno, le zecche diventano nuovamente attive. Tuttavia, è difficile fare dichiarazioni sugli stock di quest'anno, poiché questi dipendono fortemente dalle condizioni meteorologiche. Una siccità in corso porta alla decimazione dei piccoli succhiasangue. Anche il numero di topi, l'animale ospite principale per la progenie delle zecche, svolge un ruolo decisivo.

Non tutte le zecche portano l'agente patogeno per TBE. Secondo la RKI, il Baden-Württemberg, la Baviera, l'Assia meridionale e la Turingia sud-orientale sono le principali aree a rischio. Anche il distretto di Vogtland in Sassonia fu designato come area pericolosa. Per regioni come Berlino e Brandeburgo, tuttavia, i produttori di vetro danno il via libera. Non si prevedeva che queste aree sarebbero state trasferite in regioni ad alto rischio.

Le zecche possono trasmettere la TBE Nel 2014 la maggior parte dei casi di TBE sono stati segnalati in Baviera (123) e Baden-Württemberg (95). In Assia, 18 persone e 15 persone in Sassonia hanno contratto la TBE. Negli altri stati federali sono stati segnalati un massimo di tre casi, per cui lo Stato federale dichiarante corrisponde al luogo di residenza della persona interessata e non al luogo di infezione. A livello nazionale, nel 2012 sono stati registrati 195 casi di TBE, 424 nel 2011 e 260 nel 2010.

I patogeni TBE sono trasmessi dal morso di zecca. Mentre l'animale succhia il sangue, secerne il virus con la sua saliva. Chiunque viva, lavori o vada in vacanza nelle aree a rischio e possa entrare in contatto con le zecche dovrebbe essere vaccinato contro la TBE secondo la raccomandazione degli esperti. Mentre i bambini nelle regioni colpite di solito hanno buoni tassi di vaccinazione, gli adulti hanno meno probabilità di essere vaccinati, sebbene l'infezione sia molto più pericolosa in età adulta.

La TBE può portare a danni permanenti alla salute come la paralisi a causa della compromissione del midollo spinale se il decorso della malattia è grave. In rari casi, la malattia è fatale.

Nessuna vaccinazione contro la malattia di Lyme Oltre alla TBE, le zecche possono anche trasmettere la malattia di Lyme. Tuttavia, non esiste né vaccinazione contro i patogeni né aree a rischio speciale. L'infezione è di solito mostrata da un cerchio rosso nel punto del morso di zecca. Soprattutto nei bambini, un'infezione da Borrelia può anche presentare sintomi atipici che inizialmente non sono riconoscibili dall'esterno. I genitori dovrebbero cercare a fondo i propri figli alla ricerca di zecche dopo aver giocato in natura.

Se la malattia di Lyme non viene curata, inizialmente possono comparire dolori muscolari e articolari e febbre. Le conseguenze a lungo termine includono infiammazione delle articolazioni, dei muscoli cardiaci o dei nervi. (Ag)

> Immagine: Thorben Wengert / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Le zecche. Rischi per la salute e cosa fare per prevenirli (Settembre 2020).