Sempre più studenti soffrono di esaurimento

Sempre più studenti soffrono di esaurimento

La pressione da eseguire porta a sovraccarico e esaurimento
12.03.2015

Stress cronico, richieste eccessive, paure per l'esistenza o conflitti permanenti sul lavoro: sempre più persone soffrono di una cosiddetta "sindrome da esaurimento", che è caratterizzata da un enorme esaurimento emotivo e dalla sensazione di essere "bruciato" internamente. Ma essere bruciati non riguarda solo gli adulti, ma anche i bambini soffrono di pressioni per eseguire e lavorare costantemente. Di conseguenza, gli esperti suggeriscono ripetutamente che i cambiamenti negli scolari devono essere presi sul serio.

Fai pressione sulla scuola elementare fino alle 15:00, poi torna a casa e torna alla scrivania per fare i compiti o passare ore a studiare per una lezione. Per molti studenti questo è uno scenario normale e quotidiano, con un solo obiettivo in mente: i voti migliori, tutto sotto "molto buono" non è accettato. Di conseguenza, non c'è quasi tempo o energia per altre attività come uscire con gli amici, divertirsi giocando a calcio o semplicemente "non fare nulla". Ciò che inizialmente sembra disciplina e diligenza spesso si rivela un problema a un esame più attento, perché i giovani studenti si spingono sempre più ai limiti della loro capacità di recupero - o anche oltre. Questo non è senza conseguenze, invece c'è esaurimento permanente, debolezza e sintomi fisici come Mal di testa, vertigini o difficoltà a dormire.

Dal 2 al 3% degli scolari colpiti "Cinque anni fa ho visto bambini sempre più depressi ed esausti che non rientravano nella normale categoria della depressione", riferisce il prof. Michael Schulte-Markwort della Clinica universitaria di Amburgo-Eppendorf in occasione della Giornata degli insegnanti di Germania 2015 a Lipsia , per l'agenzia di stampa "dpa". Era da tempo perplesso su quale potesse essere la ragione dell'umore depresso degli studenti fino a quando non si è reso conto che i bambini stavano già soffrendo di una sindrome da burn-out Schulte-Markwort ha da tempo cessato di essere un'eccezione, e invece una media di due studenti affetti gli riferirebbe ogni settimana, quindi anche se finora non ci sono stati studi validi su questo argomento, si può presumere che attualmente il 2-3% Lo psichiatra infantile e adolescente con esperienza ha continuato a sostenere che l'alunno è stato colpito da un esaurimento.

Abitur come obiettivo ambizioso aumenta presto la pressione Dal punto di vista di Udo Beckmann, presidente federale dell'Associazione per l'educazione e l'educazione e organizzatore della Giornata degli insegnanti, si può vedere una crescente stanchezza tra gli alunni: "Molti insegnanti hanno notato cambiamenti negli alunni", spiega verso il "dpa". "I colleghi vedono che i bambini sono spesso sopraffatti in una fase iniziale." Dato che un diploma di scuola superiore di successo è l'obiettivo desiderato, le ragazze e i ragazzi sarebbero spesso sotto pressione e tensione nella scuola elementare.

"I genitori di elicotteri" non sono sempre da biasimare per aver schiacciato i bambini, ma chi è "da biasimare" per il fatto che gli scolari sono sempre più alle prese con stanchezza e superlavoro? Contrariamente alla credenza popolare, i cosiddetti "genitori elicotteri", che costantemente circondano i loro figli e sono spesso accusati di sopraffarli con innumerevoli attività extracurricolari, continua il Prof. Michael Schulte-Markwort. "Piuttosto, questi sono gli orientamenti per le prestazioni che abbiamo ancorato nella nostra società, insieme alla sensazione dei bambini che se non si diplomano al liceo, allora la loro vita è finita", spiega l'esperto, che ha recentemente pubblicato le sue esperienze nel libro "Burnout- Bambini ".

Prendi sempre sul serio i cambiamenti comportamentali nei bambini Nonostante la mancanza di studi e indagini statistiche finora, l'Associazione federale per la psichiatria infantile e dell'adolescenza (BKJPP) conferma l'osservazione che il burn-out può colpire anche i bambini. "Nelle nostre pratiche, i bambini sono molto spesso introdotti a causa dello stress e dello stress della scuola", ha detto il presidente del BKJPP Gundolf Berg al "dpa". In tal modo, gli alunni sperimentano spesso diversi sintomi allo stesso tempo, come disturbi del sonno, difficoltà di concentrazione o disturbi Secondo Schulte-Markwort, è particolarmente importante che genitori e insegnanti guardino attentamente i bambini e prendano sul serio i cambiamenti improvvisi nel comportamento: "Se i genitori sentono che qualcosa non va per un lungo periodo di tempo, dovrebbero rivolgersi a uno specialista". Un passo importante e promettente, perché finora tutti nella sua pratica avrebbero potuto essere aiutati.

Risolvere il problema solo ripensando la società In generale, dal punto di vista del terapeuta, il problema potrebbe essere risolto solo ripensando la società: "Dobbiamo chiederci: deve davvero essere sempre di più? La barra deve essere sempre più alta?" Questo ripensamento includeva anche la ristrutturazione della scuola con classi più piccole, ad esempio, e una migliore formazione degli insegnanti. "Se la scuola deve avere successo, se devono essere progettate biografie educative di successo, gli insegnanti hanno bisogno di un sostegno significativamente maggiore di quello che viene dato oggi", ha dichiarato Wilmar Diepgrond, presidente dell'Associazione dei media educativi, nel suo discorso di apertura alla Giornata degli insegnanti tedesca. (No)

> Immagine: Dieter Schütz / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Lo psichiatra e la cura dellansia - dott. Gabriele Di Salvo