Antibiotici colpevoli: germi resistenti nella carne

Antibiotici colpevoli: germi resistenti nella carne

Patogeni multi-resistenti presenti nella maggior parte dei campioni di carne

I patogeni multi-resistenti (abbreviato MRGN) rappresentano un rischio sempre crescente, poiché migliaia di persone in questo paese muoiono ogni anno a causa di infezioni da MRGN. Finora, i germi sono apparsi principalmente negli ospedali, ma si trovano anche sempre più negli animali da fattoria e nel cibo. In misura terrificante, perché, come studio in corso commissionato dall'organizzazione per i diritti degli animali PETA Deutschland e. V. sono stati trovati contaminati da germi MRSA ed ESBL nel 65% dei campioni esaminati.

Gli MRGN sono sempre più resistenti ai vari antibiotici: i "patogeni multi-resistenti" (abbreviato MRGN) sono batteri bastoncelli gram-negativi che sono sempre più resistenti ai vari antibiotici. Uno dei patogeni più noti qui è lo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA), che si presenta frequentemente nelle cliniche e viene quindi spesso definito "germe ospedaliero". Nella maggior parte dei casi, MRSA colonizza solo gli umani senza farli ammalare. Tuttavia, se i batteri entrano nel corpo attraverso ferite o attraverso le mucose, può scoppiare un'infezione, che può essere difficile a causa dell'insensibilità dei batteri a molti antibiotici. I possibili sintomi includono infiammazione della pelle o ulcere o ascesso e infezione della ferita, ma anche, ad esempio, un'infezione polmonare o del tratto urinario e avvelenamento del sangue.

La trasmissione di agenti patogeni avviene principalmente in ospedale La trasmissione di MRSA avviene in questo paese, specialmente negli ospedali o nelle strutture di cura, perché l'agente patogeno si verifica dove gli antibiotici sono spesso usati e ci sono anche molte persone indebolite nelle cliniche dove è più facile trovarsi posso aggiustare. Ma come i risultati di un attuale studio per conto dell'organizzazione per i diritti degli animali PETA Deutschland e. ora mostra "i germi resistenti possono anche essere trovati dove non sono necessariamente sospettati". Secondo lo studio, "in particolare la carne nei supermercati locali" è "in molti casi contaminata da agenti patogeni MRSA", in cui i batteri intestinali "ESBL" più rari, ma comunque "potenzialmente pericolosi" (Extended Spectrum Beta-Lactamases) potrebbero essere rilevati in molti casi ".

65% dei campioni contaminati da germi Secondo quanto riferito da Peta, 57 campioni di carne provenienti dalle cinque catene di distribuzione Aldi Süd, Lidl, Edeka, Real e Rewe sono stati testati per i germi resistenti agli antibiotici in un laboratorio. Il risultato terrificante: sono stati rilevati germi in un totale del 65% dei campioni esaminati, il 31% dei prodotti è stato contaminato con MRSA e il 45% dei pezzi conteneva il pericoloso ESBL. Come riporta ulteriormente Peta, entrambi i patogeni sono stati trovati in alcuni pezzi e il risultato per i 30 campioni di carne di pollo e tacchino analizzati è stato particolarmente grave. Nell'86% dei casi si è verificata un'infestazione da germi e il laboratorio ha raggiunto anche poco più del 66% per i 12 campioni di carne macinata.

Tonnellate di antibiotici usati nelle fabbriche di animali Un risultato non troppo sorprendente per Peta, invece, secondo le loro stesse dichiarazioni, è stata a lungo attirata l'attenzione sul pericolo di aumentare la resistenza agli antibiotici: “Laddove vengono usati antibiotici, la resistenza aumenta. Nelle fabbriche di animali, i farmaci vengono somministrati in tonnellate, perché gli animali allevati per prestazioni non sopravvivrebbero al breve periodo di tempo nelle condizioni abitative insalubri e non quasi amiche degli animali ", ha detto il Dr. Edmund Haferbeck, capo del dipartimento legale e scientifico della PETA Deutschland e. Dato che i singoli animali malati di solito non vengono trattati specificamente in queste condizioni di allevamento, gli antibiotici verrebbero sempre somministrati all'intero allevamento, il che porterebbe in definitiva a una pericolosa resistenza agli antibiotici. "A causa dei batteri resistenti agli antibiotici, i farmaci essenziali falliscono e nella sola Germania, oltre 30.000 persone muoiono ogni anno a causa di infezioni non trattabili", afferma il Dr. Edmund Haferbeck continua.

I sigilli di qualità non offrono ai consumatori una protezione affidabile contro lo stress. Secondo Peta, il cosiddetto sigillo di qualità non può proteggere dai germi, poiché, come dimostrato dall'analisi, a quasi tutti i prodotti esaminati è stato assegnato il "sigillo QS", che offre ai consumatori qualità, Sicurezza e "dovrebbe suggerire un livello maggiore di requisiti e controlli". Di conseguenza, alla luce dei numerosi scandali sulla carne degli ultimi anni, non si può mai parlare di "carne sicura" e il "sigillo QS" nella maggior parte dei casi "soddisfa i bassi standard legali", continua l'organizzazione dei diritti degli animali. Di conseguenza, i patogeni MRSA sono stati trovati in tre prodotti biologici su quattro. Secondo l'analisi, uno dei due prodotti "PRO PLANET" esaminati è stato testato positivamente per i germi, che è un sigillo che il Gruppo REWE conferisce in collaborazione con l'organizzazione per la conservazione WWF.

I germi possono essere uccisi con il calore I germi possono sempre essere uccisi con il calore. Se il cibo viene riscaldato da oltre 60 a 70 gradi, come avviene di solito durante la cottura, grigliare o arrostire, i patogeni non sopravvivranno. Le basse temperature, come durante il congelamento, non uccidono virus e batteri. La diffusione dei germi può anche essere prevenuta con alcune misure precauzionali. Ad esempio, la carne cruda non dovrebbe mai essere tagliata con lo stesso coltello della carne cotta o delle verdure. Anche il tagliere dovrebbe essere diverso. (No)

Immagine: Cornelia Menichelli / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Resistenza antibiotica Superquark 21082019