Padre nonostante l'orgasmo secco

Padre nonostante l'orgasmo secco

Manager "PUR": padre nonostante l'intervento alla prostata

Sono passati cinque anni da quando i medici hanno aperto la scioccante diagnosi di carcinoma della prostata all'ex star della pallamano e all'attuale manager "PUR" Uli Roth. Una "sensazione incredibile" è stato il primo orgasmo dopo l'intervento chirurgico sopravvissuto, ha detto Roth. Ora riferisce esclusivamente a "Bild" circa il tempo prima e dopo l'operazione, i suoi sentimenti e ciò che lo ha commosso.

Non aveva paura dell'operazione perché suo fratello gemello aveva ricevuto la stessa diagnosi poco prima e poiché aveva lo stesso medico di suo fratello, avrebbe saputo cosa aspettarsi. "Spero che lo faccia così come mio fratello gemello." Ha anche avuto la fortuna di essere operato "per preservare il potenziale", come riporta Focus. Secondo il portale online prostata.de, ha subito una prostatectomia radicale senza trovare metastasi. Le due complicanze più comuni, l'incontinenza e l'impotenza, non si sono verificate.

Appena otto giorni dopo la procedura, avrebbe sentito il desiderio sessuale e di nuovo avuto un orgasmo: "Il mio primo sesso è stato con me stesso dopo l'operazione", con il catetere sul pene, dice a "Bild". La certezza che tutto andava bene sarebbe stata "incredibilmente confortante", ha aggiunto Roth.

Lo sperma congelato dà gioia al padre Oggi è un padre in grande aspettativa. Deve che questo sia il caso di suo fratello Michael, con il quale ha pubblicato un libro sulla sua malattia e che gli ha consigliato poco prima dell'operazione di congelare il suo sperma. Perché uno dei sintomi del cancro alla prostata è quello dell'orgasmo secco. Ciò avrebbe reso impossibile concepire un bambino. Roth, tuttavia, ha congelato il suo sperma "all'ultimo secondo" e quindi non vede l'ora di gioire paterne oggi. Per lui è un "miracolo", proprio come il fatto che abbia poi conosciuto la sua "pazza" Andrea. Questo dice di Roth: "Conosco poche persone affermative come lui".

Tuttavia, anche l'esame dell'urologo ha svolto un ruolo importante; la diagnosi precoce del cancro gli avrebbe salvato la vita, secondo Focus.

Il libro ha lo scopo di alleviare gli interessati dal controllo medico precauzionale: i due affermano sul loro sito Web sul loro sito Web che non è mai stata loro intenzione concentrarsi sul loro destino, ma piuttosto una piattaforma, una consapevolezza pubblica sul tema del cancro alla prostata e le sue conseguenze riuscire. Speriamo che voi, rinomati medici, i media e i gruppi di auto-aiuto creino qualcosa in cui le persone colpite possano trovare un primo punto di contatto e un aiuto qualificato. "

Piuttosto, è la sua preoccupazione "informare le persone sull'argomento del cancro alla prostata e alleviarle della paura di un controllo medico preventivo o della vita dopo l'operazione". (Jp)

Immagine: Thommy Weiss / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Cosè lamore?