La diagnosi di ADHD colpisce principalmente i più piccoli

La diagnosi di ADHD colpisce principalmente i più piccoli

Molti alunni di prima elementare con diagnosi di ADHD: l'istruzione precoce aumenta il rischio

A molti bambini viene diagnosticato il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) nei primi anni dopo l'inizio della scuola - colloquialmente noto anche come "sindrome filippina di agitazione". L'età a scuola sembra avere un ruolo da non sottovalutare, riferisce il "Welt", riferendosi ai risultati di uno studio precedentemente inedito dell'AOK. I disturbi dell'attenzione e dell'iperattività sono ora uno dei disturbi dello sviluppo più frequentemente diagnosticati nei bambini in Germania.

Secondo il "Welt", lo studio AOK si basa su circa 3,5 milioni di bambini e adolescenti di età compresa tra tre e 17 anni che sono assicurati con l'AOK a livello nazionale. L'analisi dei dati ha mostrato che la frequenza delle diagnosi di ADHD è raddoppiata entro sette anni. In molti casi, ai primi alunni viene diagnosticata l'ADHD, per cui i bambini in età scolare sono più a rischio rispetto a quelli che sono stati a scuola per un periodo più lungo di sei anni. Poiché gli studenti più giovani hanno generalmente un livello di sviluppo inferiore rispetto ai compagni di classe più anziani, l'aumento delle diagnosi di ADHD può essere semplicemente dovuto alla loro età inferiore e non sono giustificate dal punto di vista medico. "In molti casi, il livello di sviluppo adeguato all'età non viene preso sufficientemente in considerazione", cita il "Welt", l'autore dello studio AOK e il vice direttore generale dell'AOK Scientific Institute (WIdO), Helmut Schröder.

Raddoppio delle diagnosi di ADHD in sei anni Secondo i risultati dello studio AOK, il 2,3 per cento dei bambini ha ricevuto una diagnosi di ADHD nel 2006, rispetto al 4,6 per cento dei bambini nel 2012, riporta il "Welt" . Ciò significa che la frequenza delle diagnosi è raddoppiata in un periodo di tempo relativamente breve, ma oggi i bambini non sembrano essere più comportamentali rispetto a sei anni fa. Sono stati presi in considerazione solo i risultati tangibili rilasciati dal medico in almeno due quarti, riferisce il giornale. Le diagnosi sospette non sono state incluse. La diffusa diffusione delle diagnosi tra i ragazzi è sorprendente. Secondo il "Welt", poco meno di uno su dieci ragazzi di età compresa tra i nove e gli undici anni ricevono una diagnosi di ADHD, mentre solo circa la metà di essi sono colpiti dalle ragazze.

L'istruzione precoce come rischio per la diagnosi di ADHD? In molti casi, il comportamento dei bambini viene discusso per la prima volta nei primi anni dopo l'inizio della scuola. I primi alunni si stanno semplicemente abituando alla scuola e stanno lottando con le prime difficoltà, seguite dalla consultazione con gli insegnanti di classe, in cui vengono discussi il comportamento irrequieto e la mancanza di concentrazione dei bambini, secondo il "Welt". Non di rado, la parola chiave ADHD viene citata per la prima volta. Ai bambini in età scolare, che hanno compiuto sei anni poco prima della data limite, viene sempre più diagnosticata l'ADHD, secondo il giornale, citando i risultati dello studio AOK. Complessivamente, la frequenza della diagnosi tra i bambini più piccoli della classe del primo anno 2012/2013 è stata del 6,3%, mentre solo il 5,4% dei compagni di classe più anziani dello stesso anno scolastico ha ricevuto una diagnosi di ADHD. Pertanto, i bambini più piccoli dell'anno hanno significativamente più probabilità di essere diagnosticati con ADHD rispetto ai compagni di classe più anziani, che possono essere associati alla prescrizione precoce di farmaci psicotropi e possono avere un impatto duraturo sullo sviluppo appropriato per l'età dei bambini.

Bambini sospettati di avere l'ADHD prematuro Secondo i risultati dello studio AOK, esiste il rischio che in particolare i giovani di prima elementare possano rischiare di interpretare erroneamente la giocosità adeguata all'età e la tipica pazzia come sintomi che portano a un trattamento prematuro dell'ADHD, secondo la notizia "Welt" . Ma "se i bambini si alzano continuamente a scuola, vanno in giro e non rispondono agli avvertimenti degli insegnanti, possono esserci vari motivi", ha scritto l'autore dello studio Helmut Schröder. O è perché il bambino è ancora particolarmente giovane e segue solo il suo solito istinto di gioco adatto all'età o il bambino ha effettivamente l'ADHD. Gli insegnanti sottolineano spesso la possibile ADHD a scuola e questa ipotesi viene quindi trasmessa al pediatra da madri e padri preoccupati. "Il bambino affetto può essere prematuramente sospettato di ADHD", cita le critiche "Welt" dell'autore dello studio.

Aumento del trattamento con farmaci psichiatrici In generale, lo studio AOK ha scoperto che la probabilità che i bambini in età scolare siano trattati con farmaci psichiatrici è relativamente alta. L'uso di farmaci aumenta con l'inizio della scuola, scrive il "Welt. Se i bambini con diagnosi di ADHD in età prescolare sono principalmente trattati con terapia occupazionale e formazione del linguaggio, la percentuale di pazienti che assumono farmaci per promuovere la concentrazione aumenta al 34% in età scolare. Uno su tre bambini delle scuole elementari con diagnosi di ADHD ricevono farmaci psicotropi, sebbene gli esperti - non da ultimo a causa degli effetti collaterali - chiedano espressamente una moderazione con ingredienti attivi come il metilfenidato (nome commerciale, ad esempio Ritalin). Inoltre, il drastico aumento delle diagnosi di ADHD ha innescato una discussione critica sul presunto quadro clinico dell'ADHD. I bambini critici, che hanno difficoltà con le lezioni scolastiche tradizionali, sono spesso classificati con problemi comportamentali e diagnosticati con ADHD, secondo le critiche.

Diagnosi difficile dell'ADHD Fondamentalmente, la diagnosi dell'ADHD è relativamente difficile perché non esistono test biologici o valori soglia generalmente validi per determinare il disturbo complesso, riporta il "Welt". Tuttavia, i criteri per la diagnosi dell'ADHD sono stati sviluppati dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e da varie associazioni professionali. Ad esempio, i sintomi devono manifestarsi da almeno sei mesi e devono comparire per la prima volta prima del sesto compleanno. I sintomi devono anche avere un impatto significativo sulla vita quotidiana delle persone colpite ed è necessaria una chiara distinzione da altri disturbi mentali. Inoltre, si deve escludere che i reclami sono il risultato dell'assunzione di farmaci o malattie organiche, riferisce il "mondo". Nel complesso, il rischio di diagnosi errate è relativamente elevato, motivo per cui insegnanti, genitori e medici dovrebbero fare ricerche approfondite sulle cause, riporta il giornale, citando l'autore dello studio AOK, Helmut Schröder. Ad esempio, la maggior parte delle diagnosi di ADHD sono state osservate da alcuni esperti a seguito dello zeitgeist, per cui un'elevata pressione su date e aspettative ha innescato i sintomi che potrebbero portare alla diagnosi di ADHD. (Fp)

Immagine: Anne Garti / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Webinar - Realtà virtuale e ADHD