Ricerca: maggiore rischio di diabete da dolcificanti

Ricerca: maggiore rischio di diabete da dolcificanti

Aumento del rischio di diabete da dolcificanti?
18.09.2014

Gli edulcoranti sono usati non solo dalle persone che vogliono combattere il sovrappeso, ma anche da molti diabetici. Ma, secondo un nuovo studio, le sostanze artificiali potrebbero anche innescare l'intolleranza al glucosio, una pre-forma di diabete.

Gli edulcoranti apparentemente dannosi per alcuni batteri intestinali Gli edulcoranti stanno diventando sempre più popolari in molti paesi: le persone magre vogliono rimanere magre, le persone in sovrappeso e obese vogliono perdere chili, i diabetici vogliono mantenere la loro malattia sotto controllo. Tuttavia, come dimostra ora un nuovo studio, i dolcificanti come sostituti dello zucchero non riducono il rischio di diabete, ma potrebbero effettivamente aumentarlo. Lo studio pubblicato mercoledì sulla rivista "Nature" afferma che le sostanze artificiali sono apparentemente dannose per alcuni batteri intestinali. Porterebbero anche a intolleranza al glucosio. Il corpo non è più in grado di utilizzare correttamente i carboidrati come lo zucchero.

Rivalutare l'utilizzo di tali additivi I ricercatori del Weizmann Institute of Science in Israele hanno condotto esperimenti con topi e un piccolo gruppo di partecipanti al test per il loro studio. Secondo il team di scienziati guidato da Eran Elinav, le indagini hanno dimostrato che le sostanze saccarina, sucralosio e aspartame potrebbero modificare la composizione dei batteri nell'intestino e la loro funzione. Poiché i ricercatori continuano a riferire, ciò può interferire con la regolazione dei livelli di zucchero nel sangue, che successivamente aumentano. Pertanto, consigliano di rivalutare l'uso di tali additivi negli alimenti. Al momento, gli edulcoranti artificiali senza calorie sono "tra gli additivi più comunemente usati in tutto il mondo", affermano gli scienziati.

Studi su topi e umani Per ottenere i loro risultati, i ricercatori hanno aggiunto l'acqua potabile dei topi con i tre dolcificanti citati. I topi che hanno ricevuto acqua pura o acqua contenente zucchero sono stati usati come gruppo di controllo. È stato scoperto che gli animali che consumavano dolcificanti aumentavano i livelli di zucchero nel sangue nel corso di undici settimane, ma non nel gruppo di controllo. Quando gli scienziati hanno ucciso i batteri intestinali per indagare sulla loro influenza, il consumo di edulcoranti non ha più influenzato il livello di zucchero nel sangue. In un test con sette persone che hanno consumato cibi zuccherati per una settimana, la maggior parte di loro ha aumentato i livelli di zucchero nel sangue dopo 5-7 giorni e la flora intestinale è cambiata.

Le raccomandazioni sulla salute non cambiano in base allo studio Nita Forouhi dell'Università di Cambridge ha commentato l'articolo "Natura" e ha affermato che il nuovo studio mostra che i dolcificanti potrebbero non essere il "innocuo proiettile magico contro l'obesità e il diabete". Sia lei che altri scienziati hanno sottolineato che lo studio non consente alcuna conclusione reale a causa del piccolo numero di soggetti e della breve durata dello studio. Pertanto, le precedenti raccomandazioni sulla salute non dovrebbero essere modificate in base al solo nuovo studio. Il sospetto che i dolcificanti possano aumentare il rischio di diabete non è nuovo di zecca. Ad esempio, uno studio francese pubblicato l'anno scorso dall'istituto di ricerca medica INSERM ha dimostrato che sia i consumatori di bevande analcoliche zuccherate che dolcificate avevano un rischio più elevato di diabete rispetto alle donne che preferivano i succhi di frutta senza zucchero. (anno Domini)

Immagine: Hartmut91016351a2cc0b08c03p>

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Stevia, dolcificante a 0 calorie. Fa bene o male?