Notizia

Lo sciamano ingoia le sbarre di ferro e finisce in sala operatoria


Lo sciamano ingoia le sbarre di ferro e finisce in sala operatoria
07.09.2014

Cibo pesante: quattro barre di ferro deglutite erano pesanti nello stomaco di uno sciamano. All'inizio l'uomo aveva affrontato bene i corpi estranei deglutiti, ma poi il dolore iniziò a diventare sempre più intenso.

Quattro sbarre di ferro nel corpo per due mesi I medici del Nepal affermano che uno sciamano "aveva operato quattro sbarre di ferro dal corpo che il praticante alternativo autoproclamato aveva ingoiato in trance due mesi prima", secondo uno sciamano. L'uomo di 47 anni è stato portato in ospedale con mal di stomaco, febbre e vomito dalla sua famiglia, ha riferito un medico ad AFP sabato. Nella clinica furono poi rimosse quattro barre di ferro lunghe dai dodici ai 15 centimetri. I corpi estranei avevano ferito diversi organi dell'uomo e causato sanguinamento interno.

Già 300 di queste verghe deglutite Secondo le sue stesse informazioni, lo sciamano ha inghiottito più di 300 di queste verghe di metallo nella sua vita. Ma due mesi fa, questa pratica era il suo destino: "Ossessionato" con un'apparizione del dio indù Shiva, ha ingoiato le quattro sbarre. Secondo i suoi medici, il paziente è di nuovo fuori pericolo. Apparentemente, aveva inizialmente affrontato il difficile digerire il cibo relativamente bene. Tuttavia, quando il suo dolore alla fine aumentò, i suoi parenti lo portarono all'ospedale nella regione montuosa di Jumla per quattro ore.

Il pennarello scrive ancora nello stomaco dopo 25 anni In Nepal, gli sciamani e le pratiche esoteriche non sono infrequenti. I naturopati sono spesso consultati, specialmente nei villaggi remoti dello stato himalayano. Ma gli esercizi sciamanici sono anche popolari in Occidente. Un caso proveniente dalla Gran Bretagna mostra, tra le altre cose, quanto a lungo - così leggero - oggetti estranei possano rimanere inosservati nel corpo umano. Lì, nel 1986, una donna inghiottì un pennarello che fu tolto dal suo corpo solo dai medici del Royal Devon e dall'Exeter Hospital Foundation Trust 25 anni dopo, nel 2011. All'epoca, gli esperti di medicina rimasero stupiti nel trovare nella rivista "British Medical Journal Case Reports" che la penna era ancora nello stomaco dopo un quarto di secolo. (anno Domini)

Immagine: Dieter Schütz / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: NieluKitarisaleikkaus (Settembre 2020).