Notizia

Critica della chicane sulla retribuzione per malattia


Il rappresentante del paziente critica i fondi dell'assicurazione sanitaria per la pressione sui beneficiari delle prestazioni di malattia
17.08.2014

Karl-Josef Laumann, paziente rappresentante del governo federale nero e rosso, ha rimproverato le compagnie di assicurazione sanitaria obbligatorie per aver messo i pazienti a lungo termine che non sono in grado di lavorare sotto pressione e costringendoli così a ritirarsi dalle prestazioni di malattia.


Pazienti a lungo termine che non sono in grado di lavorare sono messi sotto pressione Secondo vari resoconti della stampa, il rappresentante dei pazienti del governo federale nero e rosso, Karl-Josef Laumann (CDU), ha rimproverato le compagnie di assicurazione sanitaria statali di mettere i pazienti a lungo termine che non sono in grado di lavorare sotto pressione e quindi di espellerli dalle prestazioni di malattia. "Ancora e ancora, i pazienti si lamentano del comportamento delle loro compagnie di assicurazione sanitaria in relazione alla concessione della retribuzione per malattia", ha detto il politico CDU al "Welt". Ciò proverebbe anche le segnalazioni del consiglio indipendente del paziente Germania (UPD).

Pressioni da normali telefonate "Qui va detto molto chiaramente: non è accettabile se i dipendenti della compagnia di assicurazione sanitaria, ad esempio, esercitano un'eccessiva pressione sui pazienti attraverso normali telefonate o richiedono informazioni intime dall'assicurato". solo il servizio medico dell'assicurazione sanitaria, che può essere giudicato solo per motivi medici. ”Laumann ha consigliato ai pazienti interessati di contattare l'autorità di vigilanza della compagnia di assicurazione sanitaria o un centro di consulenza come il Independent Patient Counselling Service. "E ovviamente accetto anche i reclami."

Migliaia di reclami ogni anno Secondo i rapporti, migliaia di pazienti ogni anno si lamentano con i centri di consulenza di essere sottoposti a pressioni dalle loro compagnie di assicurazione sanitaria obbligatorie per effettuare chiamate o ricevere richieste a breve termine per tornare al lavoro per recedere dalle prestazioni di malattia. Ma non tutte le malattie sono rapidamente finite. Sintomi come mal di schiena o depressione possono spesso durare per settimane o mesi. I dipendenti che non sono in grado di lavorare dovrebbero rifiutare di chiamare le compagnie di assicurazione sanitaria. Andrea Fabris del centro di consulenza UPD di Potsdam ha consigliato il mese scorso secondo un rapporto di Dpa: "Se mi sento sotto pressione, allora dovrei dire chiaramente al chiamante:" No, non voglio fare una dichiarazione al riguardo ora, per favore chiamami anche non di nuovo ".

Diritto alle prestazioni di malattia dopo sei settimane Dopo un congedo per malattia, il datore di lavoro deve continuare a pagare il salario del dipendente per sei settimane. Se l'incapacità lavorativa confermata da un medico dura più a lungo, la compagnia di assicurazione sanitaria deve intervenire. Come ha spiegato Dirk Lullies dell'Associazione delle assicurazioni sanitarie private a Berlino all'inizio dell'anno, non essere in grado di lavorare significa che qualcuno potrebbe fare meno del 50% del suo lavoro precedente. La causa deve essere in realtà una malattia e non un incidente, perché in questo caso l'assicurazione contro gli infortuni è responsabile. L'indennità di malattia è pari al 70% del reddito lordo e viene erogata per la stessa malattia per un massimo di un anno e mezzo. (anno Domini)

Immagine: Andreas Hermsdorf / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Assenza per malattia prolungata: il licenziamento in taluni casi è illegittimo (Settembre 2020).